Cerca

Democratici stanchi di Concita: "Lezioncine ci hanno stufato"

Scontro tra il partito e la direttrice snob dell'Unità: la De Gregorio 'sfiduciata' perché "scredita le istituzioni"

Democratici stanchi di Concita: "Lezioncine ci hanno stufato"
E insomma, c’è Concita De Gregorio che mi scivola sul fango, pensa te. Sulla gogna mediatica, nientemeno. E mica lo dicono quelli di Libero, che le mani nella fanghiglia sono abituati a mettercele, figuriamoci. Sono invece gli stessi parlamentari democratici che han voluto fissare nero su bianco l’irritazione per le tirate demagogiche del quotidiano diretto dalla signora più ammirata del giornalismo progressista, quella che i suoi editoriali sempre grondano di rispetto per le istituzioni e prerogative del Parlamento e via dicendo - concetti più che condivisibili, intendiamoci, e però sempre recitati con l’aria di chi t’insegna come ci si deve comportare.

Succede dunque che dopo l’esternazione del deputato democratico Gino Bucchino - un paio di settimane fa denunciò offerte in denaro da parte della maggioranza per “convincere” alcuni colleghi d’opposizione a fare il salto della quaglia - succede che l’Unità tira fuori quel titolone, “Aula corrotta”. E però, dalle parti di Montecitorio, c’è chi non la prende bene. Tipo l’onorevole pd Emilia Grazia De Biasi, tra l’altro una di quelle che sempre s’è battuta per mantenere i contributi per l’editoria. «Apro il giornale, leggo quel titolo e rimango di sasso - ci conferma -. Ora, ammesso e non concesso che il caso in questione venga poi verificato dalla magistratura, non è che si può generalizzare in questo modo. Perché così si getta solo discredito sulle istituzioni».

La De Biasi prende dunque carta e penna e butta giù una lettera di protesta, «ho scritto al direttore De Gregorio esprimendole la mia amarezza e spiegando in sostanza che, visto che non tutti siamo uguali, desidererei salvaguardare la mia onorabilità». E attenzione, subito precisa che «non sto sindacando sulla linea editoriale del giornale, figuriamoci. Ma qui si tratta di informare correttamente. Ma come, ci lamentiamo del discredito che viene gettato sulle istituzioni, e poi lo fa proprio l’Unità?». Appunto.

E dunque, la De Biasi scrive, ma in tanti subito sottoscrivono. Più di cento, come detto. E poi? Avete avuto risposta? «Assolutamente no - conclude la De Biasi -. Ho ricevuto una cortese chiamata dal vicedirettore, «non c’era alcuna intenzione offensiva, non avete capito», così mi ha detto. E però certo, mi sarei aspettata una risposta scritta dal direttore. In genere si fa così, no?». Ah be’, meglio chiedere alla De Gregorio: lei di certo lo sa, come ci si comporta.

di Andrea Scaglia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolino46

    07 Marzo 2011 - 18:06

    Sembra che voi destrioti abbiate l'esclusiva della verità assoluta, da come scrivete, da come vedete i difetti degli altri. Forse perchè vivete nella nebbia eterna dell'briacatura delle promesse di Berlusconi. Con l'uscita di Fini (le ripeto), se ne esce anche l'ideale della destra Italiana, questo avrà sicuramente un costo, che purtroppo quando lo pagherete in termini di voti persi, gli Italiani lo avranno già pagato sulla propria pelle per via dell'immobilismo di cui è ammalata la vostra maggioranza. Immobilismo causato dalla difesa degli interessi del vostro bos, che voi continuate a confondere con gli interessi del paese. E quando scrivete lo fate con quel leggero senso di derisione. Basta guardare il titolo di una buona parte di articoli in queste pagine di Libero. Complimenti.

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    07 Marzo 2011 - 16:04

    Povero compagnuccio Paolino46!!...Lei crede davvero che il Centro-destra sia così sprovveudto..che, nel caso in cui il Berlusca dovesse abbandonare il partito,...non venga sostituito da qualcuno/a in grado, ..non solo di mantenere i voti, ma...,io ne sono arciconvinto,..addirittura di auementarli??!!...E, lo sa perchè ciò accadrà??..semplicemente perchè ci sarete nel mezzo sempre voi..con le solite meschinerie, insulsaggini distruttive da operetta, fregnacce rinvoltate e rivoltanti..ecc..!!..Allora.., la gente.., prima di prendere/affidarsi a voi,..rafforzerà in tutti i modi coloro che si contrapporranno seriamente (certamente non i Gianfrego, i Pierfurby ecc),..ma il centro-destra onesto e reale...Poveri illusi!!

    Report

    Rispondi

  • paolino46

    06 Marzo 2011 - 23:11

    Noi sinistri se Concita stà diventando un problema, nessuna difficoltà, troviamo un altro direttore e lo mettiamo al suo posto. Non vedo quale sia il motivo di preoccupazione per il vostro giornale. Come che Berlusconi non fosse un problema per i destrioti sul quale discutere. Se con l'uscita di Fini dal centrodestra, sono usciti anche gli ideali di partito, quando poi Silvio dovesse fare mancare il suo appoggio politico e di capitale per le sue beghe giudiziarie o per pensionamento e questo perderà minimo anche la metà dei voti. Non è un problema questo ?? Non merita forse piu attenzione del problema che crea Concita alla sinistra ??

    Report

    Rispondi

  • jongingiullo

    06 Marzo 2011 - 22:10

    La sinistra ha un sacco di problemi, a giudicare dagli articoli che in questi giorni appaiono su questo blog. LA DESTRA INVECE DI PROBLEMI NE HA SOLTANTO UNO, SOLO CHE NON LO RIESCE A VEDERE, eppure è bello e grande.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog