Cerca

Moffa: "Fli, la diaspora non è ancora finita"

Il 'Responsabile', tra i primi ad abbandonare Fini: "Maggioranza si allargherà. Anche con altri futuristi: sono in difficoltà"

Moffa: "Fli, la diaspora non è ancora finita"
La diaspora da Futuro e Libertà potrebbe non essere ancora finita. Il travaso sarebbe destinato ad allargare la maggioranza, che di giorno in giorno cresce nei numeri. "E' possibile chi ci siano nuovi ingressi, anche da Fli", spiega all'agenzia Agi Silvano Moffa, uno dei leader dei Responsabili (e tra i primi ad abbandonare la barca che affonda di Gianfranco Fini) più attivi sul fronte dell'acquisizione di nuovi parlamentari che sostengano maggioranza e governo.

MAGGIORANZA SI ALLARGA - A chi gli ha chiesto se ci fossero in vista nuovi ingressi nella maggioranza, Moffa ha risposto: "Sì, le cose si stanno muovendo". Anche in Futuro e Libertà, il partito del presidente della Camera il cui gruppo al Senato si è liquefatto? "Si, è probabile", ha sottolineato Moffa, "perché lì ci sono ancora grosse difficoltà, ma aspettiamo che le cose maturino".

REPLICA DELLA VEDOVA
- Alle dichiarazioni i Moffa ha replicato il capogruppo alla Camera di Fli, Benedetto Della Vedova. "Le considerazioni di Silvano Moffa sulle presunte defezioni da Futuro e libertà mi sembrano dettate più che altro da un riflesso autobiografico". Della Vedova non ci va leggero: "A me non risulta", continua, "e non credo, che in un gruppo come il nostro in cui si discute senza rete e senza remore, che ci siano persone che vogliono abbandonare questo progetto". Dopo di che, aggiunge "ognuno è libero di fare le sue scelte, ci mancherebbe, ma è chiaro che il nostro non è un problema di numeri, ma di prospettiva politica di lungo respiro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peaolta

    11 Marzo 2011 - 14:02

    i politici italiani, oggi sono in ferie a montecarlo, domani ad antigua o altre isole. Una persona che non ha il coraggio delle proprie decisioni non merita di sperticare giudizi sugli altri. Il moffa è stato tra i primi a seguire FINI ed ora è stato il primo a lasciarlo: indeciso. Come diceva Totò: siamo uomini o caporali? In entrambi gli schieramenti ci sono troppi caporali e pochi uomini.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    09 Marzo 2011 - 20:08

    Quello che meraviglia non é ciò che é accaduto, quando ci si mette in mano ad una come la Tulliani, nella caduta si trascina tutta la cordata, ma che si pensi che gli italiani siano così ebeti da farsi infinocchiare da quattro gatti sdoganati dal PdL, ora in delirio di onnipotenza e onnipresenza il cui solo fine é far sparire Berlusconi con la (mera) speranza di rincalzarlo! Piuttosto, quale italiano/a quando voterà potrà non ricordare che secondo queste teste vuote si dovrebbe aver fiducia di uno che parla di politicaalta ed é stato fatto fesso da una donna come la Tulliani e dal fratello a carico, compresa la mammina... una famiglia che praticamente é rotta a tutti i raggiri ed eticamente impresentabile. Povero Fini, colpito negli affetti... Però dovrebbe dirci quali visto che ultimamente prende solo abbagli!!!???

    Report

    Rispondi

  • ludwigterzo

    09 Marzo 2011 - 17:05

    quello che ha dichiarato che la Scavolini non era per Montecarlo,ma per un'altra casa? Si,si persona sincera ed affidabile come gian-becchino e bocchino!

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    09 Marzo 2011 - 17:05

    prospettiva politica di lungo respiro. ma mi faccia il piacere......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog