Cerca

Gasparri: "Ingroia sfila in piazza? Imbarazzante"

Belpietro intervista il presidente dei Senatori Pdl: "Sinistra ipocrita se chiude a dialogo su giustizia: ricordate la Bicamerale?"

Gasparri: "Ingroia sfila in piazza? Imbarazzante"
E' iniziato l'iter della riforma della giustizia. Ora si discute di possibili intese con le opposizioni. Il direttore di Libero, Maurizio Belpietro, ne discute con il presidente dei Senatori del Pdl, Maurizio Gasparri a La Telefonata di Mattino 5.

Dal suo punto di vista c'è la possibilità di convincere qualcuno dell'opposizione a votare per questa riforma e di trovare delle intese?

Ci sono alcuni esponenti che non possono negare che la riforma presentata dal governo Berlusconi riprenda alcuni principi proposti negli anni '90 dalla Commissione parlamentare presieduta da D'Alema. La sinistra disse cose simili a quelle che oggi stiamo dicendo noi. Se prevarrà l'onestà intellettuale e la coerenza, lo spazio per un confronto positivo ci sarà. E noi lo auspichiamo. Se ci sarà il riflesso condizionato: 'lo propone Berlusconi, va tutto male', allora diranno no. Con le manifestazioni di sabato hanno detto: la Costituzione non si tocca. Ma negli anni passati la sinistra ha cambiato la Costituzione in punti importanti con tre voti di scarto. Loro possono e noi no. C'è tanta ipocrisia.

Il pm di Palermo Antonio Ingroia ha partecipato alla manifestazaione sulla Costituzione. Secondo lei è normale che un pm partecipi a una manifestazione con qualche ricaduta politica?

Non è assolutamente normale. A differenza di chi ipotizza che il Csm possa intervenire, credo sia inutile confidare in interventi di tale natura. Faccio una bella proposta: visto che Ingroia partecipa tanto, perché non viene con me a fare un bel comizio contro chi nel '93-'94 non applicava il carcere duro a tanti mafiosi? Non ho mai visto un comizio di Ingroia su questo tema, eppure è molto grave che governi di centrosinistra, ai tempi di Scalfaro, Mancino, Conso, Amato e Ciampi, cancellarono il carcere duro per centinaia di mafiosi. Su questo non ho visto l'indignazione di Ingroia.

Lei è critico con la magistratura, ma le è costato anche un rinvio a giudizio. Anzi, sarà processato, le hanno tolto anche le prerogative da parlamentare per un attacco a un magistrato.

Sarò processato per diffamazione a mezzo stampa, non per reati inquietanti. Ci fu un giudice che se la prese con me. Dopo alcuni mesi le sue accuse furono archiviate, io ebbi qualche moto di critica, mi pare più che giustificato, dissi che erano opinioni espresse e per questo ritenevo che valesse la prerogativa della mia condizione da parlamentare ma la Corte Costituzionale ha detto che non conta. Quindi uno può essere accusato e prosciolto, ma se poi ha un moto di stizza deve stare pure zitto sennò paga i danni. Questo dimostra che c'è un po' di squilibrio tra le parti che oggi sono in campo.

Ma se ci fosse la responsabilità civile dei magistrati, questo processo si farebbe o ne farebbe uno lei nei confronti del magistrato che la aveva indagata?

Certamente mi sarei potuto avvalere di questa facoltà, perché accuse infondate creano un danno alla reputazione. Noi vorremmo un sistema in cui senza bloccare l'iniziativa del magistrato, gli errori palesi possano essere sanzionati. La magistratura dovrebbe comprendere che noi ne rispettiamo il lavoro ma vogliamo evitare squilibri che oggi consentono qualsiasi incursione ed errore.

Cambiamo argomento. Che succede nel Pdl? Scajola, che non è stato indagato per le vicende famose della casa, richiama spazio. Glielo darete?

Visto quello che succede negli altri partiti, credo che il tasso di discussione nel Pdl sia assolutamente normale. Scajola, come altri, è un esponente qualificato del partito. Tutte le risorse vanno coinvolte: io sono contro la frammentazione. Il Pdl, come i gollisti francesi e i repubblicani americani, è un progetto politico che deve durare a lungo.

Ma Scajola farà un gruppo autonomo?

Farlo è esattamente il contrario di quanto io auspico. Non credo che avverrà: sarà il modo migliore per fare dei regali alla sinistra. Già Fini con i suoi errori ha dato delle speranze alla sinistra, che però la sinistra non è mai riuscita a raccogliere: abbiamo respinto tutti i voti di sfiducia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robye270

    13 Novembre 2011 - 21:09

    Mi domando quando ci stancheremo di assistere alle scenate orrende che ci offrono certi imbecilli come quelli che pensano di rappresentare tutti i cittadini italiani.Noi che abbiamo assistito a quello spettacolo disgustoso di ieri sera, per le dimissioni del Presidente Berlusconi ,siamo la maggioranza nel paese e siamo la maggioranza che lavora nel paese,loro sono sempre pronti alle manifestazioni e godono a fare gli imbecilli e vivono con i sussidi che lo stato gli passa,si perchè non penso che abbiano ne il tempo ne la voglia di andare a lavorare.Aspetterò con ansia il giorno che potremo soffocare questi parassiti ed avere gente normale ,gente che lavora si diverte e gode di quello che è stata capace di costruire e non di rubare agli altri.Sono un artigiano con moglie disabile più precario dei precari ma non faccio il pirla nelle piazze,penso a lavorare e risolvere i problemi che ogni giorno inevitabilmente mi si pongono davanti. Grazie e scusatemi , Roberto S.

    Report

    Rispondi

  • TARANTO1

    23 Settembre 2011 - 15:03

    VERGOGNA, BERLUSCONI DIFFERENTEMENTE DA QUALCUNO AMA L'UNIVERSO FEMMINILE E QUESTO LO RINCORRE PER IL DENARO, E' SEMPRE STATO COSI' MA HANNO AVUTO LA CAPACITA' IN MOLTI ANNI IN CUI NON SONO RIUSCITI AD ABBATTERLO DI COSTRUIRE ADDOSSO A LUI UN VESTITO IMBARAZZATE AGLI OCCHI DI CHI IL PROSCIUTTO NON LO MANGIA PIU' MA LO HA SUGLI OCCHI PER NON CAPIRE CHE GLI ARTEFICI LO ODIANO PERCHE' GLI HA BRUCIATO I SOGNI DI GLORIA E QUNDO CONTRIBUISCONO A RIPORTARE I PROSCIUTTO A COLORO CHE LO HANNO MANGIATO SEMPRE A TRADIMENTO ( MEGLIO ESSERE RACCOMANDATO DA SX COSI' HAI LA FORTUNA DI PORTARE IL PROSCIUTTO A QUELLA GENTE TOGLENDOLO A TE STESO) COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    23 Settembre 2011 - 09:09

    Bisogna essere concettualmente ciechi ad intervistare questo uomo, bisogna essere in mala fede a chiedere opinioni ad un uomo che tutto rappresenta tranne intelligenza, onestà intellettuale, decoro, bisogna avere il pelo attorcigliato al cuore a lasciare spazio ad una persona più dannosa che inutile nel panorama grigio della politica italiana. COmplimenti a questo giornale di partito per la scelta. Ridete dell'unità, ma ne state prendendo le identiche pieghe. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti, ma voi come quotidiano di certo non potete preoccuparvi della condizione della gente, vi interessa mantenere il potere, come dll'altra parte.

    Report

    Rispondi

  • perfido

    14 Giugno 2011 - 15:03

    Soltanto oggi 14 Giugno, rilevo i commenti di LIBEROVERO datati 14 - 15 Marzo u.s.. In riferimento al suo pensiero sull'on. GASPARRI, persona con onestà intellettuale -a mio avviso- in quanto conosciuta personalmente; dico che, se il citato parlamentare avesse conosciuto a lavoro l'allora P.M. di Milano (senza fare nome), anche se possiamo permetterecelo oggi in democrazia, come dice LIBEROVERO, non avrebbe sicuramente sprecato giudizi gratuiti. Saluti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog