Cerca

Bossi non si fida: "Così milioni di immigrati in Italia"

Il Senatùr attacca: "La sinistra contenta, vuole i loro voti". E ancora: "Io sarei stato più cauto, ci portano via il petrolio". Poi tuona: "Ministri parlano a vanvera"

Bossi non si fida: "Così milioni di immigrati in Italia"
Nelle stesse ore in cui a Bengasi e in tutta la Libia si scatena l'attacco della coalizione contro il regime di Gheddafi, Umberto Bossi dice la sua. Parlando da Erba, dove partecipa a un convegno sul federalismo, il leader della Lega Nord ha detto che "con i bombardamenti che stanno facendo verranno qui milioni di immigrati. Scappano tutti e vengono da noi. Corriamo anche il pericolo di perdere il petrolio, io - aggiunge il Seantùr - sarei stato più cauto". E ancora: "La sinistra sarà contenta di quel che succede in Nordafrica perchè per loro conta solo portar qui un sacco di immigrati e dargli il voto. E’ questo l’unico modo che hanno per vincere le elezioni", tuona. La sua posizione l'aveva già espressa negli scorsi giorni, e oggi la ripete: "Penso che la posizione della Germania sia quella più equilibrata. So quello che dice Berlusconi, e penso che ci porteranno via il petrolio, il gas e tutto".

"MINISTRI CHE PARLANO A VANVERA" - Il titolare del Dicastero per le Riforme prosegue: "Ci sono dei ministri che pensano di essere più del premier e parlano a vanvera", dice riferendosi alle posizioni di alcuni colleghi su un coinvolgimento dell'Italia nella missione in Libia. E ancora, a ruota libera: "Il mondo è pieno di famosi democratici, li conosciamo, che sono abilissimi a fare i loro interessi. Noi siamo invece abilissimi a prenderlo in quel posto. I famosi democratici, da Napoleone in poi, li conosciamo. Se io dovessi fare un accordo - ha spiegato - non lo farei con i francesi o con gli americani ma con un popolo amico come gli svizzeri, che parlano la nostra lingua". A suo giudizio, infatti, per l’Italia è troppo rischioso fare accordi "con Paesi troppo potenti".

"A PAGARE SIAMO SEMPRE NOI" - "Spero - ha sottolineato Bossi - si trovi un equilibrio per mettere in pace il Nordafrica ma anche e soprattutto perchè a pagare siamo sempre e solo noi. La gente comincia a non capire, ad esempio, perchè siamo in Afghanistan a combattere Al Qaeda e poi ci troviamo Al Qaeda qui da noi. Siamo andati a fare la guerra in Afghanistan con tanti uomini e adesso ci troviamo Al Qaeda nel nostro paese. Bisogna sperare che l’Europa trovi una reazione comune - ha concluso Bossi - altrimenti c'è poco da fidarsi di quella sfilza di navi messa davanti alla Libia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    22 Marzo 2011 - 23:11

    Apprendo oggi dal tg news che al Sig Maroni devono essersi fusi i transistor....Lui dice che i clandestini devono essere presi incarico da tutte le regioni preferibilmente in quelle i cui numeri siano inferiori ad una certa densità territoriale abitativa.Mi sa tanto che la Lega Nord stavolta l'ha fatta grossa....Forse i capi si sono rinco****ti a tal punto che dopo l'ubriacatura di consensi con questa cappella si ridurranno abbastanza sensibilmente....Oggi a parlare di integrazione,di immigrati e quant'altro nel giro di due minuti vanno a gambe all'aria.Se la Lega vuola fare la fine di Finavil è sulla buona strada....bastava solo che cominciassse a caricare un traghetto della Tirrenia che prendeva il triplo dei voti che ha preso alle amministrative del 2010.Tanto per cominciare ha perso il mio voto.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    21 Marzo 2011 - 18:06

    Prima lei dice che ognuno è libero di pensare come vuole (e poter cambiare parere), ma se uno è nel governo lei pretende che si meta il grembiulino e scriva sempre si sul foglio, come le aste dei tempi andati? Bossi non aderisce alla scelta dei frettolosi e lo dice senza giri di parole. Lui a Parigi NONè andato e NON si è seduto allo stesso tavolo dei furfanti che hanno preso quella decisione idiota di attaccare lo Stato sovrano della Libia. Lui ha posto la questione e lo ha fatto con umiltà, senza pretendere niente. Se poi gli altri ne hanno tenuto conto o meno, questo non è incolpabile a Bossi. Ma lei mi dica della sua amata sinistra, invece di sparare sempre cavolate grandi come l'oceano: come mai niente marce? E i girotondi? E le fiaccole? E le marce? Come mai ora sono d'accordo con gli attacchi? Loro non li denuncia né li incolpa? Eppure sono tanti e tutti d'accordo. Ma da parte sua vuole solo attaccare Bossi, l'unico che esprima il buon senso. Vede che lei pesca sempre nel guano

    Report

    Rispondi

  • giuseppe45

    21 Marzo 2011 - 15:03

    Lascia perdere le critiche... operiamo sul territorio... no assistenza, no lavoro, no di tutto... le questure cosa fanno... i controlli serrati con l'esercito ci vuole, hanno gli aerei... gente trovata senza permesso o con permessi falsi... imbarcare sull'aereo immediatamente e portarli... nella loro patria??. Gli italiani che ne approfittano sono da considerarsi colpevoli e fargli pagare ammende 10.000,00 euro per ogni clandestino e sequestro di appartamenti da mettere a disposizione degli italiani bisognosi.

    Report

    Rispondi

  • superhomer

    21 Marzo 2011 - 13:01

    Gli antibossiasi si rassegnino. Bossi è una persona intelligente. Non ha sbagliato una previsione. Il governo dei galletti del PDL ha fatto una caz.... enorme. E nello stesso tempo non fa nulla x fermare l'immigrazione e rimandare al suo paese chi in italia non ci deve stare (tanti, troppi). Basta immigrazione ! Basta servilismo alla UE ed al vaticano

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog