Cerca

Bossi e il caos immigrati "Non li pago, li caccio"

L'IDEA DI FRATTINI: "2.500 DOLLARI A CHI RITORNA IN TUNISIA" Il Senatùr boccia la Farnesina sugli immigrati: "Io ho la soluzione, caricarli e rispedirli a casa". Lombardo: "Serviva il mitra...". Oggi a Lampedusa arrivati in 300 / SOLDI O MANIERE FORTI? VOTATE

Bossi e il caos immigrati "Non li pago, li caccio"
"Soldi ai clandestini? Io li caricherei". Ad accendere il dibattito sull'emergenza Lampedusa è un esplosivo Umberto Bossi. Intervenendo a margine di un convegno sul federalismo a Besozzo, vicino Varese, il Senatùr boccia la proposta del ministro degli Esteri Franco Frattini di assegnare 2.500 dollari (circa 1.700 euro) per ogni immigrato che accetti di tornare a casa: "Ma che pagare! Io non gli darei niente, li caricherei e li porterei indietro", dice. E quindi risponde ironicamente (ma non troppo) al Partito democratico che aveva chiesto un ministro ad hoc per l'immigrazione: "Ci penso io a farlo e vedrete che tutto va a posto", afferma, anche perché il Pd essendo all'opposizione "non può certo volere un ministero".

Ad aggiungere pepe c'è anche il commento di Raffaele Lombardo, presidente della Regione Sicilia. A Lampedusa e sull'isola i centri di accoglienza stanno scoppiando. "In un casotto di legno della mia campagna di Grammichele qualcuno ha dormito. Era prevedibile - racconta Lombardo -. Io l'avevo detto, che con l'arrivo degli immigrati bisognava uscire con il mitra". Lo ha detto il presidente della Regione Raffaele Lombardo, oggi pomeriggio a Catania.   "I richiedenti asilo - ha osservato - sono liberi di uscire, vanno in giro, poi magari, disorientati, non riescono a tornare e cercano una casa dove dormire. Una ventina di loro non è rientrata, infatti, ed era immaginabile".

EMERGENZA SULL'ISOLA - A Lampedusa, nella sola giornata di oggi, sono approdati centinaia di nordafricani. In cinque differenti operazioni gli uomini della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza hanno tratto in salvo 303 migranti. Gli ultimi in ordine di tempo sono 49 extracomunitari intercettati dalle Fiamme gialle e 29 soccorsi dalla Guardia costiera e trasbordati su una motovedetta perché il barcone rischiava di affondare. Sabato mattina, all'alba, invece, erano arrivati a bordo di due diverse 'carrettè del mare' rispettivamente 50 e 72 persone, mentre intorno alle 13 sono approdati in 103 scortati da un'unità della Guardia di finanza. Sarebbero almeno quattro le imbarcazioni segnalate e monitorate con a bordo centinaia di migranti.

OPERAZIONE TRASFERIMENTI - L'unità di crisi per l'emergenza umanitaria a Lampedusa è al lavoro per pianificare con un ponte aereo e con l'utilizzo di alcune navi passeggeri il trasferimento in tempi rapidi dei circa 4mila migranti che si trovano ancora sull'isola. La scorsa notte sono stati 547 gli extracomunitari imbarcati sulla nave militare San Marco e condotti a Taranto (la San Marco ora farà di nuovo rotta verso Lampedusa). Oggi altri 400 extracomunitari hanno lasciato Lampedusa con tre voli diretti a Bari, Foggia e Crotone. Domani alle 14 attraccherà invece sull'isola un traghetto messo a disposizione dalla compagnia privata Grimaldi, che dovrebbe imbarcare circa mille profughi.

Emergenza clandestini: incentivi economici o maniere forti? Dite la vostra e votate il sondaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • caimano

    28 Marzo 2011 - 19:07

    Mi chiedo se io debba essere costretto a pagare per ospitare tutti questi immigrati, e poi come mai sono tutti uomini? le donne dove sono? secondo me questi ci marciano, hanno capito tutto.. andiamo in Italia tanto c'è la sinistra che ci accoglie a braccia aperte, io li porterei tutti nelle sedi dei partiti di sinistra oppure a casa dei politici. Ho 60 anni, lavoro da circa 40 anni, invalido civile, oramai si lavora solo per poter mangiare... quasi quasi vado in Tunisia e mi imbarco. Quest'anno VOTO LEGA e speriamo che riescano a rispedire a casa tutta questa gente.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    28 Marzo 2011 - 10:10

    Ieri , in una intervista tv Pierferdi Casini ha detto parole molto dure sulla questione dei clandestini e cioè che bisogna rimandarli al mittente senza indugi. Che fine hanno fatto i suoi tanto proclamati principi cristiani? La sinistra SILENZIO DI TOMBA. Forse è in imbarazzo ? Già , meglio tacere prudentemente che perdere voti. Come mai la sig.ra Bindi , diversamente dal solito, non esterna ? Comunque la sorte di Lampedusa è segnata, molti altri ancora devono arrivare.

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    28 Marzo 2011 - 10:10

    Ma non erano le sinistre che sbraitavano contro il governo che non mandava gli ispettori in Libia a controllare che i migranti fossero trattati "umanamente"? Ora tutti vorrebbero sparargli addosso ma soprattutto non dargli una lira. A parte il fatto che i soldi riservati al nuovo governo tunisino sono soldi presi dal fondo europeo: fondo costituito con i versamenti annuali dei paesi europei e non sarebbero quindi dati ad ogni migrante. Gheddafi è un dittatore ma fino a quando il "lavoro sporco" lo faceva lui, pagato allo stesso modo, eravamo tutti più o meno soddisfatti. Comunque bisogna fermare questa invasione selvaggia e i metodi non sono molti. O paghi, sperando che funzioni (vista la corruzione in quei paesi) o spari. Se è vero che l'Africa è stata sfruttata dall'imperialismo e dal colonialismo bisognerà restituire qualche cosa. Ho sempre pensato che erano meglio i coloni ai dittatori. Oggi si ripropone una scelta antica, aiutiamoli a casa loro, ma non gratis.

    Report

    Rispondi

  • Ricky1

    28 Marzo 2011 - 10:10

    Ha ragione Bossi, rimandiamoli a casa loro, questi non sono persone che scappano dalla guerra, non sono in pericolo di vita, sono solo approfittatori del disastro che avviene in altri paesi, sono clandestini che devono essere rispediti ai rispettivi paesi, oppure mandiamoli tutti in francia cosi la signora Bruni può strimpellare una bella serenata per intrattenerli. Tutto questo non fa altro che distruggere Lampedusa e infangare il nostro Paese. Viva l'Italia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog