Cerca

Processo Ruby: sarà show, in aula Belen e Clooney

Udienza 6 prile: 132 testimoni, molti Vip. La difesa chiama Canalis, Apicella e Cristiano Ronaldo

Processo Ruby: sarà show, in aula Belen e Clooney

Più che un processo, una sfilata del jet set italiano e internazionale. Il processo Rubygate, che vede indagato il premier Silvio Berlusconi per concussione e prostuzione minorile, partirà tra una settimana e lo farà col botto. In Aula, dal 6 aprile, sfileranno il Cavaliere, Karima El Marough/Ruby Rubacuori e 132 testimoni per accusa e difesa, il cui elenco è stato depositato martedì mattin aalla cancelleria del tribunale di Milano. Tra i nomi vip quelli di George Clooney, Belen Rodriguez, Mara Carfagna, Mariastella Gelmini, tutti per la difesa. Il nome di Ruby, invece, compare sia nell'elenco depositato dalla difesa di Silvio Berlusconi sia in quello predisposta dai magistrati milanesi per l'accusa. Il particolare è emerso da ambienti giudiziari.

132 TESTIMONI - Complessivamente, sono 132 i testimoni citati dalla Procura: oltre a Ruby, compaiono anche i genitori della giovane e tutte le altre 32 ragazze maggiorenni che avrebbero partecipato alle feste di Arcore. Nella lista ci sono l’ex questore di Milano Vincenzo Indolfi, il capo di gabinetto Pietro Ostuni e gli altri funzionari e agenti, compresa Giorgia Iafrate, presenti negli uffici di via Fatebenefratelli nella notte tra il 27 e il 28 maggio scorsi quando Ruby venne fermata poi affidata al consigliere regionale Minetti. Altri nomi noti chiamati a testimoniare dalla difesa del Premier sono il cantante Mariano Apicella, il giornalista Carlo Rossella, l'asso del Real Madrid Cristiano Ronaldo, la parlamentare europea Licia Ronzulli, le showgirl Miriam Loddo, Aida Yespica e Belen Rodriguez, i ministri Franco Frattini, Giancarlo Galan, Mara Carfagna e Mariastella Gelmini, i parlamentari del Pdl Paolo Bonaiuti, Valentino Valentini e Maria Rosaria Rossi, la conduttrice tv Barbara D'Urso, la coppia George Clooney-Elisabetta Canalis. A decidere sull'ammissibilità delle testimonianze sarà poi il collegio della quarta sezione penale presieduto  dal giudice Giulia Turri.

IN AULA - Il processo che vede al centro tra gli imputati il premier Silvio Berlusconi, approderà in aula lunedì 6 aprile e vedrà come imputati anche l'agente dei vip Lele Mora, il direttore del Tg4 Emilio Fede e il consigliere regionale lombardo Nicole Minetti. Anche per questi ultimi l'accusa è di prostituzione minorile.

NIENTE TELEVISIONI - I pm che si stanno occupando del caso Ruby sono contrari all'ingresso delle telecamere in aula. I procuratori aggiunti Ilda Boccassini e Pietro Forno e il pm Antonio Sangermano, a quanto si apprende, ritengono che la presenza delle tv nel corso del dibattimento potrebbe condizionare le dichiarazioni dei testimoni. Attorno al processo si è sollevato anche l'interesse di molte tv straniere, che hanno presentato domanda per fare riprese in aula. Il giudice Giulia Turri, che presiederà il collegio della quarta sezione penale, ha accolto la richiesta avanzata dalla Rai, che si è offerta di distribuire le riprese gratuitamente a tutte le altre reti, in modo da non intasare le aule del tribunale con le trouppe di tutti i media europei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scappato

    01 Aprile 2011 - 19:07

    Peccato. Mi sono stufato di vedere e rivedere i film di Frankestein. La Boccassini sarebbe una bella (si fa per dire) alternativa.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    30 Marzo 2011 - 18:06

    Andare ad Antigua sarebbe la mia condanna?Grazie mille dell'augurio.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    30 Marzo 2011 - 14:02

    Incomincia ad'inchinarti,preparati ad una brutta delusione.

    Report

    Rispondi

  • UPILU68

    30 Marzo 2011 - 13:01

    il processo non andrà via da Milano il tuo sultano pagatore di minorenni sarà condannato e tu lo seguirai ad Antigua

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog