Cerca

Mantovano si dimette: polemica su immigrazione

Pdl, il sottosegretario all'Interno lascia il suo incarico. Decisione legata al numero dei clandestini nella tendopoli di Manduria

Mantovano si dimette: polemica su immigrazione
Il sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano ha deciso di rassegnare le dimissioni, in dissenso con la gestione della politica dell’immigrazione del governo. E' quanto riferiscono fonti della maggioranza. La decisione sarebbe legata alle polemiche relative al numero di immigrati previsti per la tendopoli di Manduria, dove la prima nave che si occupa dei trasferimenti degli irregolari da Lampedusa porterà, a Taranto prima e a Manduria, poi più di 1.400 persone.

Mantovano, pochi giorni fa in Consiglio comunale a Mandura, aveva annunciato, seguendo le indicazioni del ministero dell'Interno, Roberto Maroni, che la tendopoli avrbbe potuto ospitare 1.50oo clandestini. Mercoledì, però, erano già oltre 1.300: da ciò la rabbia dell'ormai ex Sottosegretario. Per inciso, la Puglia ospita già tre centri per richiedenti asilo e due centri per l'identificazione e l'espulsione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GMTubini

    01 Aprile 2011 - 19:07

    Cattolico serio e perbene. Chi ha una coscienza difficilmente arriva lontano in politica.

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    31 Marzo 2011 - 21:09

    Ritiri le dimissioni.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    31 Marzo 2011 - 20:08

    Lui ha ragione da vendere ma la verità che nessuno vuole i clandestini e non si ha il coraggio di applicare le politiche europeiste, cioé nessuna accoglienza. E' brutto da dire, non fa onore alle nazioni europee ma su questo argomentoi non può l'Italia pagare lo scotto di tutti. La Francia li rimanda indietro, la Spagna li diffida con le armi, la Grecia ha sparato, Malta pure, la Germania e l'Inghilterra hanno altro da pensare ... solo noi siamo la "barca dei cog..oni".

    Report

    Rispondi

  • robe

    31 Marzo 2011 - 14:02

    Era stato promesso a quelli di Manduria un massimo di 1500 migranti. Nel campo ce n'erano gia' 1300, ne sono arrivati altri 1500, totale 2800, quasi il doppio, per cui Mantovano, che ci aveva messo la faccia ed essendo una persona seria tra la massa di inqualificabili, si e' dimesso. Mi sembra una ragione che in un paese normale dovrebbe essere piu' che sufficiente. Prometti una cosa, non la mantieni, te ne vai. Certo, andrebbe applicata a tutti...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog