Cerca

Di Pietro: 'Lanciare monetine sul Pdl che va in piazza'

Tonino all'Unità batte il record di insulti: "Il popolo si farà sentire. Berlusconi venditore di tappeti. Parlamento corrotto"

Di Pietro: 'Lanciare monetine sul Pdl che va in piazza'
Dopo la violenza verbale sgorgata copiosamente, alla Camera, dalla bocca di Antonio Di Pietro, il leader dell'Idv prosegue nella sua crociata contro Berlusconi e governo, alzando sempre più il livello dello scontro. "Il ministro Alfano vuole andare in piazza?", si chiede il pasdaran Tonino. "Lo sfido, ci vada pure. Se escono dalla piazza mediatica, che controllano, e vanno in quella vera, il popolo li prende a monetine".

"VENDITORE DI TAPPETI" - E poi, di seguito, la consueta sfilza di insulti e improperi. "Berlusconi è un venditore di tappeti, e la gente prima o poi se ne accorge". Quindi il populismo su l'Aquila ("come mai non ci va più?) e su Lampedusa, dove "tra un po' sara lo stesso (per l'isola, ndr), dove ha promesso il Nobel e i Casinò. Ormai siamo alla resa dei conti...". Di Pietro, intervistato dal quotidiano l'Unità, sostiene che se le leggi della maggioranza sulla giustizia proseguissero nel loro iter, "visto che non hanno una maggioranza qualificata si arriverà al referendum costituzionale, e lì ci divertiamo".

ELEZIONI
- Poi si parla di elezioni, eventulalità per la quale Tonino sarebbe "felicissimo, ma non ne vedo le condizioni". Il problema - per Di Pietro - non è il fatto che alla Camera ci sia una solida maggioranza, ma che "il premier sta a Palazzo Chigi per garantirsi l'immunità, e non si dimetterà mai". Poi nuova tranche di veleno: "Questo parlamento non lo sfiducerà mai, perché, alla bisogna, c'è sempre qualcuno disposto a vendersi". Secondo l'ultrà dell'Idv, l'unica possibilità per le opposizioni è quella di puntare sui referendum. "Solo se gli italiani bocceranno il nucleare e soprattutto il legittimo impedimento", conclude Di Pietro, "il Quirinale potrebbe valutare che questo governo non ha più una maggioranza e mandarci alle urne".




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • venaria

    06 Aprile 2011 - 14:02

    Ma quanto si deve attendere per vedere chiuso in quache struttura sanitaria il terrorista Di Pietro?Ma possibile che non si trovi un medico per sedarlo questo individuo pericoloso per il paese ,adesso basta di sentire tutti i giorni questo essere diabolico , bisogna tenerlo chiuso da qualche parte da non nuocere piu'.........

    Report

    Rispondi

  • art 140 c

    05 Aprile 2011 - 23:11

    senta io penso che lei abbia cultura e stile disgustosi,non merita alcuna risposta logica.non sottovalutate il malessere dei più perchè di solito,nella storia,chi ha fame può diventare pericoloso.e molti sono gli affamati in quest'italia di voi illogici lacchè,e moltissimi gli infelici.il vostro popolo si costituisce essenzialmente di 20enni sapienti di calcio e gossip e di massaie rincoglionite,racimolate qualcosa oggi perchè non avete domani.vi invito a costruire una destra onesta e moderata,ne avremmo tutti un gran bisogno.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    05 Aprile 2011 - 19:07

    Prendersela con Di Pietro non ne vale proprio la pena! La sua specialità non sta nella buona educazione, ma nell'avvolgere per bene denaro contante in una scatola per le scarpe.

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    05 Aprile 2011 - 19:07

    Macché ispettori! Quello non lo prende in considerazione manco l'autovelox!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog