Cerca

Caso Pennacchi, Bocchino: "Noi con Bersani? Mai e poi mai"

A Latina lo scrittore lancia l'ammucchiata anti-Cav e Fli si spacca. Italo non vuol fare il fasciocomunista

28
Caso Pennacchi, Bocchino: "Noi con Bersani? Mai e poi mai"
E' di nuovo caos nelle fila di Futuro e Libertà. Questa volta a provocarlo è stata la proposta di un intellettuale, Antonio Pennacchi, scrittore, premio Strega per il suo libro Canale Mussolini e già autore del noto Il fasciocomunista. Proprio sull'onda del successo letterario, Pennacchi si è lanciato in una proposta-ponte: asse anti-berlusconiano Fli-Pd alle amministrative di Latina. Lo scrittore è pronto a presentare una lista civica, Pennacchi - Fli per Latina, a sostegno a sorpresa del candidato sindaco Pd Claudio Moscardelli.

FAVOREVOLI -
La proposta sembrava caduta in terreno fertile. Filippo Rossi, direttore del quotidiano on-line Il futurista, emanazione del partito di Gianfranco Fini, ha sondato il parere degli internauti sul tema di un asse "faciocomunista". Dal sondaggio è risultato che, dei 650 votanti, quasi il 70% si dichiara favorevole ad un'alleanza con Bersani, solo il 25% è fermamente contrario. Sempre sul fronte Lazio, l'ex assessore alla Cultura Umberto Croppi, silurato dal sindaco di Roma Alemanno, aveva approvato l'ammucchiata anti-Pdl, al grido "Mai più con Berlusconi".

...E CONTRARI - Nella mattina di oggi, 4 aprile, il fronte Fli si è spaccato: nessun accordo con il Pd, né ora né mai, né per Latina né altrove. Il primo a parlare è stato l’eurodeputato di Fli Potito Salatto, che fa capo all’area di Adolfo Urso e Andrea Ronchi: "Sarebbe la Waterloo di Futuro e Libertà se la dirigenza nazionale dovesse davvero avallare il disegno fasciocomunista di Latina. Le ripercussioni interne sarebbero dirompenti - minaccia Salatto -. Il nostro elettorato, già di per sè sbandato per molti motivi, non capirebbe e sarebbe pronto a punirci, ad abbandonarci. Insomma, a conti fatti, Latina può trasformarsi nella sconfitta definitiva".

SALVA BOCCHINO -  Prova a salvare la situazione il solito Bocchino: "Alle elezioni amministrative in nessun caso il simbolo di Fli sarà alleato con quello del Pd, nemmeno a Latina". Il vicepresidente di Futuro e Libertà, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it, sbarra la strada a qualsiasi ipotesi di alleanza antiberlusconiana.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • parigiro

    10 Luglio 2011 - 21:09

    con Bersani mai e poi mai e chi ti vuole ? e adesso a chi bacerai l'anello ? su Tg3 non ti vogliono piu a 81/2 neanche poverino ma non sapevi che il nemico apprezza il tradimento e non il traditore ? prova con lo sbirro ma credo che ti andra buca

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    18 Maggio 2011 - 22:10

    Berlusconi o un berluscones voterebbe uno di Fli? Mai e poi mai,ù Perché allora quelli di Fli sono reticenti a fare lo sgambetto a Berlusconi? La risposta é facile: per nostalgia della poltrona.

    Report

    Rispondi

  • Francesco U.

    05 Aprile 2011 - 18:06

    C'è chi dice no, c'è chi dice si. Nel Fli sono quattro gatti ma ci sono cinque idee diverse. Ma come fanno?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media