Cerca

Urso a Fini: "Non sarò mai un'icona della sinistra"

L'onorevole: "Se la nave cambia rotta, in molti non ci saremo". Sul caso Rivellino: "Ha lasciato per il sospetto che si appoggi il Pd"

Urso a Fini: "Non sarò mai un'icona della sinistra"
"Se la nave cambia rotta, in molti non ci staremo". Parola di Adolfo Urso, insieme ad Andrea Ronchi leader dell'area moderata (e più insoddisfatta) di Futuro e Libertà, la creatura politica di Gianfranco Fini che continua a perdere pezzi: giovedì ha detto addio al presidente della Camera il coordinatore in Campania del partito, Enzo Rivellini. Urso, intervistato dal Corriere della Sera, invia dei messaggi molto precisi a Gianfranco: il disegno di Fli è quello di "creare una destra riformista europea, parte di un bipolarismo normale, non tribale. E' l'unico progetto di Futuro e Libertà che conosco e sono disposto a realizzare. Fini lo sa, con lui sono stato chiaro".

"MAI UN'ICONA DELLA SINISTRA" - Urso utilizza il termine "tribale", quasi a voler riprendere e rimarcare le accuse mosse giovedì dall'europarlamentare di Fli, Potito Salatto, che imputa a Fini una "gestione padronale" del partito. Urso sottolineao poi il disagio provato nel veder sfilare i suoi tra la bandiere dell'Idv di Di Pietro e quelle di Rifondazione comunista. "I miei colleghi intervenuti sono stati chiamati 'compagno Granata e compagna Perina'. Ecco - pone dei paletti ben precisi - a me non si potrà mai chiedere di diventare un'icona della sinistra".

"SE IL PROBLEMA SONO IO, MI TIRO INDIETRO" - Urso si spende poi in un'analisi sulla collocazione politica del partito di Gianfranco Fini. Sta bene il Terzo Polo, che però è ancora orfano di un coordinatore unico. "Casini aveva proposto il mio nome. Rutelli anche - spiega Urso -. Fini no. Se il problema sono io, mi tiro indietro". Quindi l'onorevole torna ancora sull'affaire Rivellini: "A Napoli c'è il forte sospetto che al secondo turno il nostro candidato appoggerà il centrosinistra. Per questo il coordinatore regionale Rivellini ha lasciato il partito".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franx68

    03 Ottobre 2011 - 15:03

    Urso l'unica cosa che premia il tuo spirito è... l'eleganza con cui ti vesti per il resto sei un poveraccio come il tuo COMPAGNO di partito FINI....il resto si commenta da solo!!!!

    Report

    Rispondi

  • lucki

    18 Maggio 2011 - 10:10

    Fortunatamente esiste gente di buon senso: meglio tardi che mai.

    Report

    Rispondi

  • sirios

    sirios

    22 Aprile 2011 - 19:07

    Non potrebbe che aver ragione . Lui come altri pensavano di avere aderito ad un progetto di centrodestra ex novo , ma poi oggi si ritrova che coloro che hanno traghettato qualche milioncino di elettori che in buona fede hanno creduto in questo progetto , si trovano nella misera condizione di seguire la scia del Pd , ovvero dei comunisti . Penso che poi alla fine lasceranno Urso e Ronchi ed a seguire ancora altri , non rientra nella ideologia della destra allocare in casa comunista .... sarebbe come offendere la memoria di Giorgio Almirante .

    Report

    Rispondi

  • raucher

    11 Aprile 2011 - 14:02

    Questi signori stanno in Parlamento perchè qualcuno li ha votati : si spera che i loro elettori abbiano il buonsenso di non votarli più , altrimenti ci toccherà rivederli.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog