Cerca

Sfiducia diventa 'costruttiva': idea dei Responsabili

Proposta del capogruppo Saredelli. Modificare articolo 94 della Carta: indicare il premier successivo e voto con maggioranza due terzi

Sfiducia diventa 'costruttiva': idea dei Responsabili
Luciano Sardelli, il capogruppo dei 'Responsabili', ha presentato alla Camera una proposta di legge costituzionale per inserire nella carta quella che chiama la "sfiducia costruttiva". Il testo, composto da un solo articolo, mira a modificare l'articolo 94 della Costituzione, e  prevede che il presidente del Consiglio possa cessare dalla carica se il Parlamento, in seduta comune, approva "una mozione di sfiducia motivata, conetenente l'indicazione del successore, con votazione per appello nominale a maaggioranza dei suoi componenti".

PRIORITA' - Sardelli spiega che "la logica dei Responsabili è quella di assicurare la governabilità del Paese. Si tratta di una riforma che andrebbe fatta ancor prima della legge elettorale", ha spiegato il capogruppo di Iniziativa Responsabile (Ir), sottolineando il senso della sua proposta di legge. Sardelli si è rivolto anche all'opposizione, chiedendo che partecipi costruttivamente alla discussione della proposta.

"OPPOSIZIONE PARALIZZA PAESE" - Nel dettaglio, il voto contrario di una o di entrambe le Camere su una proposta del governo, non comporta l'obbligo di dimissioni, come invece prevede l'articolo 94 della Costituzione. La mozione di sfiducia, invece, deve essere firmata da almeno un terzo dei componenti di ciascuna Camera e non può essere messa in discussione prima di tre giorni dalla sua presentazione. La nomina del nuovo presidente del Consiglio da parte del Capo dello Stato, conclude il testo della proposta di legge, comporta automaticamente la revoca di quello precedente e la decadenza dei ministri in carica. Secondo Sardelli "l'Italia non si può permettere di continuare ad essere in balia di un istituto costituzionale che consente all'opposizione, a qualsiasi schieramento essa appartenga, di paralizzare o ritardare l'azione del governo proponendo esclusivamente la sfiducia a questo senza prospettare un'alternativa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • isabella guarini

    23 Aprile 2011 - 18:06

    Sarebbe giusta se si eleggesse direttamente il Presidente del Consiglio! Penso che le modifiche della Costituzione debbano derivare da una nuova legge per l'elezione diretta del Presidente delConsiglio, equiparato ai Sindaci, con l'eliminazione del Senato e la istituzione della Camera delle Regioni.

    Report

    Rispondi

  • biri

    22 Aprile 2011 - 14:02

    La Costituzione degli USA è stata approvata nel 1787-89. Successivamente vi sono stati aggiunti 21 emendamenti. I primi 11 nel 1791 (Dichiarazione dei Diritti). Dei rimanenti, solo 6 sono successivi all'approvazione della Costituzione della Repubblica Italiana, e non modificano in gli aspetti sostanziali della forma di governo e dell'equilibrio dei poteri. Eppure nessuno si sogna di dire che "è vecchia perchè scritta da uomini nati a metà del settecento". Miracoli di chi vuole dare alla Costituzione colpe che sono, invece, fondamentalmente delle persone chiamate ad attuarla. Con tutto ciò, la Costituzione è, come ogni cosa, migliorabile. Però è anche peggiorabile, se la si lascia in balìa di chi ha interesse a rafforzare il proprio personale potere, ammantandolo di un'aura di "costituzionalità". No, grazie: se e quando si può, si intervenga per correggere, con cura e prudenza; ma non lasci che una congrega di apprendisti stregoni stravolga ciò che ha tenuto insieme l'Italia finora.

    Report

    Rispondi

  • giangi46

    22 Aprile 2011 - 11:11

    E allora? ma qualcuno ha detto per caso che siano da mettere in discussione i " valori fondanti di una democrazia rispettosa dei diritti della persona" ? Pensa forse che la Costituzione termini con i Principi fondamentali? Vogliano parlare di quante volte il Titolo I venga quotidianamente violato senza che nessuno urli della violazione della libertà individuale, del domicilio personale, della corrispondenza,ecc.? Lasci perdere : la democrazia, la libertà, la modernizzazione delle istituzioni sono urgenti e necessarie ,ma bisogna trovare un clima almeno decente per sedersi ad un tavolo e discutere di come cambiare ciò che và cambiato, nell'interesse dei governi di destra e di sinistra.Ma questo clima non ci sarà, perchè -scommetto- Berlusconi è un fascista,un mafioso,ecc. Si rilegga l'art.1 della nostra Costituzione e rifletta : Le sembra attuale? Addio,signor Rifletto.

    Report

    Rispondi

  • Lillognogna

    22 Aprile 2011 - 09:09

    Ho letto bene? "L'opposizione paralizza il paese" Che problema c'è? Aboliamola. Un bel decreto votato sicuramente dai Responsabili in cambio di qualche altra poltrona ed il gioco è fatto. Sparita l'opposizione si può governare in pace.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog