Cerca

Storace: "150° Unità? Non si dimentichi il ventennio fascista"

La proposta: "Cambiare la legge: non si possono celebrare solo 130 anni, è ipocrisia. E l'Eur, Latina e la previdenza sociale dove li mettiamo?"

30
Storace: "150° Unità? Non si dimentichi il ventennio fascista"
Francesco Storace, il segretario del la Destra, lancia la provocazione dal suo blog e riporta in primo piano le polemiche sull'Unità. "Bisogna cambiare la legge sul 150° dell'Unità d'Italia. Non perché lo chieda la Lega e non perché escano nuovi manifesti di Lassini; ma semplicemente perché 'si rischia' di celebrare il fascismo...E' quello che pare di capire dalle grida ipocrite di un branco di autentici incolti - prosegue Storace - a cui hanno regalato la laurea in antifascistologia".

FACCETTA NERA -
Il punto, secondo il segreatraio de la Destra, è che "pretendono che si parli di 130 anni celebrandone 150, cancellando i 20 anni del fascismo. Si credono molto intelligenti e pensano che nessun italiano conosca Faccetta Nera, e che canticchiarla sia un crimine degno della pena di morte": qui il riferimento è al caso del professore che durante una lezione di storia ha fatto intonare l'inno fascista.

"E LA PREVIDENZA SOCIALE?" - "E allora - si chiede Storace - perché non cancellate la previdenza sociale, perché non buttate giù l'urbanistica dell'Eur e non radete al suolo Latina e le città di Fondazione. Non c'è bisogno di essere fascisti per guardare senza manicheismi a tutta la storia nazionale, con le sue luci e le sue ombre; c'è necessità di essere cretini - attacca - per tappare la bocca a chi pone domande. 130 anni non sono 150 e ci fa pena chi ne elimina 20. E' nella storia d'Italia. E' illusorio pensare di cancellarla. Leggo i libri di De Felice e Pansa - conclude il segretario de la Destra -  e mi chiedo se il 25 aprile è stato solo democrazia. Quanti lutti in tuo nome...Non ci sono italiani che non credono nella democrazia. Finisca la retorica", intima Storace.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lamb

    26 Aprile 2011 - 09:09

    come la campagna di Russia, le stragi coloniali, le leggi razziali, il sostegno al nazismo, le intimidazioni, le violenze sugli avversari politici inviati al confino e l'aiuto offerto ai tedeschi per deportare altri italiani invisi al regime in Germania.

    Report

    Rispondi

  • blankfrank62

    25 Aprile 2011 - 21:09

    Ha solo dimenticato Matteotti, le leggi razziali e la guerra. Dettagli...

    Report

    Rispondi

  • pantaleoni

    25 Aprile 2011 - 14:02

    Che rispetti almeno il 25 APRILE, No al fascismo, W la Resistenza, fuori i Fascisti dal Governo, si sono già i Piduisti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media