Cerca

E' guerra anche in Aula. Il Colle al Cav: "Coerenti"

Primi tornado in missione, Parlamento vota il 3 maggio ed è già caos-mozioni. Intesa Berlusconi-Napolitano

E' guerra anche in Aula. Il Colle al Cav: "Coerenti"
Partiti i primi missili italiani sul suolo della Libia, c'è già l'effetto boomerang in Parlamento. Intorno alle 12.50 è  partita da Trapani la prima missione di guerra dei Tornado italiani armati con bombe. Due gli aerei decollati, col compito di colpire obiettivi militari nell'area di Misurata. Gelido il commento del ministro leghista Roberto Calderoli: "Si va di male in peggio". Sintomo che alla Lega, la decisione di Berlusconi e del governo, non va proprio giù. E in Aula, il prossimo 3 maggio, si voteranno le varie mozioni sull'argomento. Per il ministro degli Esteri Franco Frattini sono frutto di "speculazione politica", e non è un caso che proprio oggi per sfruttare gli attriti tra Pdl e Lega abbia presentato un suo documento il Pd. Berlusconi, salito nel tardo pomeriggio al Quirinale per riferire al presidente Giorgio Napolitano, ha rassicurato sull'assoluta "coerenza" della missione italiana rispetto agli impegni già presi col Parlamento.

IL CAV AL COLLE - "La partecipazione italiana alle operazioni militari in Libia avverrà sulla base della risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e del voto già espresso dal Parlamento italiano": lo ha assicurato Berlusconi a Napolitano nel colloquio da poco terminato al Quirinale e i cui contenuti sono stati diramati da una nota del Colle. Lo scorso 26 aprile il Capo dello Stato aveva definito io nuovi impegni militari dell'Italia uno "sviluppo naturale" della scelta compiuta dall'Italia a metà marzo, secondo la linea fissata nel consiglio supremo di difesa e confortata da un ampio consenso in Parlamento.

LA STRATEGIA DEL CAV - E' proprio su questo punto che sta lavorando Berlusconi. La volontà del premier è quella di far presentare alla maggioranza (i Responsabili hanno chiesto un "testo comune") una mozione che ricalchi in tutto e per tutto quanto ribadito dal presidente Napolitano in merito al ruolo dell'Italia. "Di un eventuale voto in Parlamento non ho paura", aveva assicurato ieri sera Berlusconi, assicurando che "l'intesa con la Lega non è mai stata in discussione", nonostante il Carroccio mercoledì avesse più volte criticato, con Bossi e Maroni, la politica estera del Cavaliere.

TESTO FUMOSO
- Il Pd, però, prova a spaccare il fronte. "Adottare ogni iniziativa necessaria ad assicurare una concreta protezione dei civili, in coerenza con le deliberazioni adottate dal Consiglio di sicurezza delle nazioni unite e le conseguenti deliberazioni del Parlamento italiano, mantenendo altresì costantemente aggiornate le Camere sulla quotidiana evoluzione del contesto libico". Testo un po' fumoso, quello firmato dal capogruppo alla Camera Dario Franceschini, che non cita apertamente i bombardamenti italiani e che proprio per questo potrebbe attrarrre a sinistra Bossi e compagni. E' la stessa opposizione, però a rischiare di andare incontro a pesanti contraddizioni. L'Idv, per esempio, ha presentato una sua mozione autonoma che si oppone alla decisione del premier di autorizzare i bombardamenti: "E' un grande occasione per tutte le opposizioni. Il 3 maggio, quando si voterà la mozione, avremo l'opportunità di verificare se la maggioranza c'è ancora o, come sembra, si è liquefatta", ha spiegato il capogruppo Massimo Donadi. Il problema è che per il Pd il tema è scivoloso: il 24 marzo scorso i democratici avevano già votato (a fianco del Pdl) la mozione che inquadrava la missione italiana nella risoluzione Onu. Discostarsi dal quel testo significherebbe fare una marciaindietro puramente strumentale.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tigrin della sassetta

    30 Aprile 2011 - 20:08

    rosica perché ti brucia (o b.ru.ciola) d’essere stato smascherato in un colpo solo in entrambe i siti che infesti: bravo cotichina, continua a masticare bile per il divertimento mio e del forum. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • tigrin della sassetta

    30 Aprile 2011 - 19:07

    (p.p.) una fregnaccia come la tua (“fa a gara a chi glielo lucida di piu al nano”, italiano ed ortografia terrificanti a parte) su un mio ipotetico culto di SanSilvio è assolutamente in linea con un cascame di idiozia quale ti dichiari col tuo nick. Vedi bungabunga (p.p.), io comprendo che tu, strutturalmente congegnato come anonimo capo d’armento e intimamente connaturato al concetto stesso di massa beota ed indifferenziata, non sia in grado di rilevare differenze di posizione fra coloro che in comune hanno innanzitutto il ritenerti un sesquipedale imbecille e poi magari anche qualche coincidenza di valutazione e quindi non me la piglio nemmeno un bruscolo. Certo, non posso non riscontrare che anche questa volta non ti smentisci e ti confermi all’altezza tanto dei tuoi precedenti quanto del tuo pseudonimo. Ah, quasi dimenticavo il tuo “atavico” gioiello: ma perché non dai una veloce occhiata al vocabolario prima di piantar certe figure di sterco? Anima cattiva P.S. per Tubini: ennòe, ’r tegame ‘un pole dassi fo’o, ché se s’abbrucia ell’è diossina a rondemà

    Report

    Rispondi

  • tigrin della sassetta

    30 Aprile 2011 - 17:05

    (sarà forse perché non ho mai fatto gran caso al pennutello petulante) che gracchia di fughe dal reparto geriatrico avendo più di me 4 anni d’anagrafe e 40 di cervello: mmm, adesso che ha espulso la classica fesseriola di cotichina & c. sull’età e vista pure la solita sbruffonata in salsa pseudo.culturale rivolta ad unghia, direi proprio che si rafforza il sospetto della sua appartenenza alla scuderia dell’omino.balla. Scemo è scemo abbastanza, puzzone e presuntuoso pure e bugiardo anche; per una conferma aspetto di vedere se cercherà di agghindarsi con qualche termine curiale per darsi un po’ di smalto intellò e, per il momento, lascio l’uccelluzzo a strepitare dentro la sua gabbietta: vedrò in seguito se sarà il caso di spennarlo. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • tigrin della sassetta

    30 Aprile 2011 - 17:05

    se si ha il coraggio di leggere, oltre all’intestazione, anche quello che scrivi, si trova la conferma dell’acuto ingegno già certificato dal tuo nick. Solitamente i tuoi interventi vertono su aspetti fondamentali di ideologia, società e politica come il trapianto, i tacchi, la statura del Berlusca; al massimo della profondità arrivi ad argomenti risolutivi come ripetere a mo’ di mantra il nomignolo bananas o quell’originalissimo bunga bunga che ti accomuna al fine intelletto del temibile ammazza7 dalla battuta staffilante. Non pretendo che tu ci arrivi da solo, ma vedi almeno di farti spiegare da qualcuno più avveduto e maturo di te, che so, magari un decenne di media intelligenza, come a questo punto la qualifica di pirlapirla (solita variante, piciupiciu) diventi per te quasi elogiativa. Se poi aggiungiamo che scrivi deficiente senza la “i”, “è” di essere e “più” senza accento e “a meno che non cadrete”, abbiamo il quadro di che razza di scimmia grulla (un quadrumane di normali facoltà al tuo confronto è Leonardo) tu sia. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog