Cerca

Vendola, conti e contratti irregolari Consulta: "Legge regionale illegittima"

Regione Puglia viola patto di stabilità ma proroga posti di lavoro pubblici. La Corte costituzionale condanna Nichi

Vendola, conti e contratti irregolari Consulta: "Legge regionale illegittima"
Conti pubblici in disordine e contratti di lavoro indebiti fanno fare una brutta figura a Nichi Vendola. La Corte costituzionale ha dichiarato l'illegittimità della legge 10 del 2 agosto 2010 della Regione Puglia, retta dal leader di Sinistra ecologia e libertà, che salvaguardava "incarichi dirigenziali e contratti di lavoro" nonostante la Regione non avesse rispettato il patto di stabilità interno. In pratica, pur non avendo fondi a sufficienza Vendola aveva prorogato rapporti di lavoro subordinato e autonomo a tempo determinato. Il Governo italiano aveva impugnato la legge ritenendo violati i principi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica. Il patto di stabilità interno prevede infatti la revoca di incarichi dirigenziali esterni e di contratti di lavoro a tempo determinato, stipulati a seguito di atti adottati in violazione del patto di stabilità. Una prassi che Vendola ha deciso di violare pur di non tagliare consulenze e apparato burocratico. La Suprema Corte non ha neppure accettato il fatto che la Regione Puglia avesse abrogato la legge con una successiva disposizione del 30 marzo 2011. Per otto mesi, infatti, la legge censurata è stata in vigore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gicchio38

    30 Aprile 2011 - 11:11

    C onti pubblici in disordine e contratti di lavoro indebiti fanno fare una brutta figura a Nichi Vendola. La Corte costituzionale ha dichiarato l'illegittimità della legge 10 del 2 agosto 2010 della Regione Puglia, retta dal leader di Sinistra ecologia e libertà, che salvaguardava "incarichi dirigenziali e contratti di lavoro" nonostante la Regione non avesse rispettato il patto di stabilità interno. In pratica, pur non avendo fondi a sufficienza Vendola aveva prorogato rapporti di lavoro subordinato e autonomo a tempo determinato. Il Governo italiano aveva impugnato la legge ritenendo violati i principi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica. E INTANTO IL BELLOCCIO SI FA BELLO PER PIACERE DI PIU' A SUO MARITO E A NOI POVERI FESSI CHE PURTROPPO ABITIAMO NELLA REGIONE CHE GLI ABBIAMO REGALATO AUMENTA LE TASSE. CHE BELLA VITA, VERO SIGNORA VENDOLA????????????? DA PARTE MIA UN BEL PPPPPPRRRRRRRRR..................................................

    Report

    Rispondi

  • cicos66

    29 Aprile 2011 - 09:09

    Potete dormire tranquilli, tanto in Puglia non cambierà mai nulla. Nikita e' amatissimo dai miei conterranei rossi, può combinarne di tutti i colori, per loro fa sempre e comunque bene. A luglio ci aumenta la benzina di 1 centesimo e ha già aumentato le tasse regionali, ma nessuno ha osato inveire contro il Nikita. Proprio non vogliono vedere dove ci sta portando questo piccolo uomo di sinistra.

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    29 Aprile 2011 - 08:08

    Mi meraviglia come alcuni possano ritenere costui un politico minimamente credibile e sofisticato....E' solo un povero, chiacchierone estremista infantile da salotto spocchioso, innamorato dei vuoti, velleitari slogans fallimentari, degli scenari fumosi, inconsistenti, irresponsabili,... delle gigionerie strampalate..a vanvera...Povera Italia...In che mani.....e in che teste....

    Report

    Rispondi

  • dondolino

    29 Aprile 2011 - 07:07

    mi piacerebbe sapere quanto versa di stipendio e contributi al suo amichetto spagnolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog