Cerca

Responsabili? No: sabotatori. E si scindono pure...

Il Governo sotto cinque volte: dodici le assenze nel gruppo. E ora pure la mini-diaspora: quelli di 'Noi-Sud' van da soli

Responsabili? No: sabotatori. E si scindono pure...
«Ma dove c...o stanno?». La voce non arriva, ma il labiale è chiaro. Pdl in cerca dei Responsabili: troppi banchi vuoti ieri mattina. Dodici su 29 hanno mancato l’appello alla Camera. Morale: governo battuto su carceri e bombe a grappolo. Sotto cinque volte in un giorno, pessima ripresa dei lavori dopo la batosta delle Amministrative. Colpa del parcheggio, si giustifica Arturo Iannaccone, che guida la corrente di Noi Sud interna al gruppo di Iniziativa Responsabile,  una mezza dozzina di deputati provenienti dal Meridione, confluiti nella truppa messa insieme a gennaio da Silvano Moffa dopo la diaspora finiana. Una realtà, quella dei Responsabili, che ha pescato dall’Idv come da Fli e dal Misto, e che è nata per essere la terza gamba della maggioranza. Peccato che dalle ultime performances, si stia rivelando una gamba azzoppata.

Noi Sud, infatti, ha annunciato la scissione. Voleva i sottosegretari e aveva messo sul tavolo due nomi: Elio Belcastro e Antonio Milo, il primo calabrese, il secondo campano. Ma aveva contro la corrente interna di Enzo Scotti. Alla fine la quadra non si è trovata e sono rimasti a bocca asciutta. Come se non bastasse, Luciano Sardelli, capogruppo dei Responsabili, ha gelato anche le ultime speranze. «Il discorso sui sottosegretari è chiuso, non se ne parla più». L’affronto deve essere stato tale che alla riapertura dei lavori, ieri, Iannaccone e soci hanno disertato l’Aula (Americo Porfidia assente per motivi di salute).

Vendetta, tremenda vendetta? Esce un comunicato. «L’onorevole Iannaccone non ha partecipato alle votazioni che hanno visto il governo andare in minoranza perché gli addetti al parcheggio della Camera gli hanno impedito di sostare la sua autovettura a causa del sovraffollamento del parcheggio stesso. La sua assenza», precisa la nota, «non ha alcuna motivazione   politica». Chissà perché ma non ci crede nessuno. Infatti, poi, Belcastro esce allo scoperto: «La nostra missione qui è finita. Facciamo un nuovo gruppo parlamentare con Forza Sud di Miccicché e qualche Pd. Siamo già in 16-17. Però continuiamo ad appoggiare questo governo». Sardelli li invita a rimanere. «Serve una riflessione». «Siamo o no Responsabili?», chiede Maurizio Grassano, ex Gruppo Misto.  

«C’è uno strano virus tra noi», ironizza Domenico Scilipoti il responsabile agopunturista più famoso di tutti. «Anche senza poltrone non faccio mancare il mio voto. Mi sono astenuto solo una volta su una cosa che non condividevo». «Io sono un responsabile che viene dalla Svizzera», fa eco l’ex Idv Antonio Razzi eletto all’estero. «Quindi sono sempre puntuale. Ma qui ci sono dei colleghi che fanno i capricci e io li manderei a zappare la terra. Ricevono gli incarichi e poi se ne vanno». Ha bucato il primo appello anche il veneto Massimo Calearo, fresco di nomina come consulente del premier sul commercio estero. «Colpa dell’aereo che era in ritardo. Alle 13 ero in Aula e ho votato». Maria Grazia Siliquini, ex Fli che ha rifiutato la poltrona alle Poste, all’inizio non c’era, poi non ha fatto mancare il suo sostegno.
 
Grande assente è Francesco Pionati, leader dell’Adc, che ha la scusa pronta. «Ma quale malpancista. Devo seguire i ballottaggi, non posso sdoppiarmi. Intanto vale quello che mi ha detto Berlusconi: Pionati farà il sottosegretario. Ci credo e non me ne vado». Nel gruppo che si sgretola c’è da registrare anche il caso di Roberto Marmo, che a dispetto del cognome è durato solo tre ore lì. In 180 minuti il deputato si è iscritto a Ir, poi è passato al Pdl. Moffa assicura che le assenze non sono politiche, ma di sicuro non sono da responsabili. Di mattina mancavano anche Gianni e Ruvolo. Dei nuovi sottosegretari c’era solo Roberto Rosso. Daniela Melchiorre era in missione, assente non giustificato l’altro lib-dem Italo Tanoni.

di Brunella Bolloli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolo calcogni

    19 Maggio 2011 - 19:07

    Questi "responsabili" stanno fiutando l'aria,in attesa dei responsi dei ballottaggi.Se si perderà,come dice giustamente gigigi,si vada alle urne

    Report

    Rispondi

  • spalella

    19 Maggio 2011 - 16:04

    Forse gli utlimi sottosegretari non sono stati un pagamento sufficiente ? Siamo onesti, da elettore del centroDX non sono affatto contento di avere questi pezzenti a gestire le mie istanze. Capisco Bossi, che si attaccherebbe a chiunque pur di portare a casa un federalismo completo e compiuto, e lo condivido anche, ma dover dipendere da questi pezzenti è davvero miserevole. Se fossi Bossi, non appena chiuse le ultime formalità del federalismo staccheri la spina a questo burattino di governo.

    Report

    Rispondi

  • gigigi

    19 Maggio 2011 - 16:04

    La provenienza di questi Responsabili, e' da non responsabili affatto. Il comportamento e le scuse, pure. Ma si potra' mai conoscere dal Presidente Berlusconi, dove e' andato a raccattare questi soggetti? Ed anche fosse, che possano poter tenere i laccioli a questo Governo, per quanto tempo durera'? Se sono voltagabbana, lo saranno sempre. Le abitudini di questi politici che fanno del Paese ed i loro abitanti, il motivo per "guadagnare" il tozzo di pane, senza dover far nulla per loro, sono ormai da considerarsi consolidate. Basti per tutte guardare a cio' che ha fatto Casini e Rutelli prima e Fini dopo. Percio', secondo un mio modesto punto di vista, questi ir-rresponsabili, sono da cacciare immediatamente! Non ce li vogliamo. E se la maggioranza non esiste piu' per come era stata costituita nel maggio 2008, si ritorni immediatamente alle urne! Capito, signor Presidente Berlusconi Silvio????

    Report

    Rispondi

  • Lillognogna

    19 Maggio 2011 - 15:03

    E noi gli paghiamo lo stipendio e anche la prossima pensione!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog