Cerca

De Magistris sfida Lettieri in tv: toni alti e colpi bassi

Ballottaggio a Napoli. L'ex magistrato: "Sei solo un prenditore di soldi pubblici". Candidato Pdl: "Sui rifiuti io richiamo Bertolaso"

De Magistris sfida Lettieri in tv: toni alti e colpi bassi
Confronto scoppiettante fra Gianni Lettieri e Luigi De Magistris. I due candidati sindaco, che andranno al ballottaggio per le comunali di Napoli, si sono scontrati sul ring neutrale di SkyTg24 senza risparmiarsi reciprochi colpi bassi. L’imprenditore e l’ex pm si erano finora incontrati solo in un confronto fra i 10 candidati al primo turno per la testata regionale della Rai. Oggi invece, al teatro Posillipo di Napoli, il candidato del Pdl e quello dell'Idv, sostenuto anche da Fds e Pd, hanno avuto modo di discutere e confrontarsi faccia a faccia sui punti più caldi della contesa elettorale. In particolare rifiuti, abusivismo, occupazione.

RIFIUTI  - Lettieri decide di calare subito l'asso e parlando della crisi 'munnezza' a Napoli sorprende tutti: "Dopo una settimana non ci saranno rifiuti per strada, anche grazie alle indicazioni e ai suggerimenti che mi ha dato Guido Bertolaso". Il candidato Pdl vuole creare un ponte fra sè e l'ex capo della Protezione Civile, che nel 2008 aveva liberato il capoluogo campano dall'emergenza: "Bertolaso mi ha aiutato - ha aggiunto Lettieri - e collaborerà ancora con me". Ma De Magistris non sta a guardare a passa al contrattacco: "Anche il mio primo provvedimento da sindaco sarà sull'emergenza rifiuti. Non farò l’inceneritore a Napoli Est come vuole Lettieri ma farò la raccolta differenziata - spiega - con l’impianto di compostaggio, l’eliminazione della tariffa più alta d’Italia, la Tarsu.Con noi chi meno consuma, meno paga".

ABUSIVISMO - Si è poi passati ad un altro tema fondamentale, affrontato anche dal premier Silvio Berlusconi nel suo ultimo intervento a Napoli: l'abusivismo edilizio. Se il presidente del Consiglio aveva promesso lo stop all'abbattimento delle abitazioni irregolari, il candidato Pdl Lettieri fa di più: "Da sindaco sanerò l'abusivismo edilizio. Bisogna regolarizzare la situazione, in modo da non permettere che i cittadini siano buttati in mezzo una strada. Ma con i cittadini però ho un patto: dopo aver regolarizzato queste situazioni non saranno tollerati altri abusi edilizi". E' costretto ad allinearsi anche De Magistris: "Certo nessun cittadino sarà buttato in mezzo ad una strada. Ma a Napoli è necessario fare dei piani di edilizia pubblica residenziale seri e affidare gli immobili a giovani coppie che non possono permettersi una casa e agli studenti ".

LAVORO - "Le nostre prime proposte per l'incremento dell'occupazione saranno sullo sviluppo del turismo e dell'artigianato, partendo dalla cultura della napoletanità. I nostri progetti sono di creare 20mila posti di lavoro in due anni", ha sostenuto Lettieri, alle cui poposte De Magistris ha replicato: "Per togliere linfa alla camorra occorre dare il lavoro e considerarlo come un diritto e non come un privilegio elergito dal potere politico, in secondo luogo occorre 'riaprirè la città', creando luoghi di aggregazione sociale e culturale".

APPELLI FINALI - "Mi rivolgo a tutti i moderati e i riformisti di Napoli, che non si possono permettere di affidare la città a una persona come de Magistris,  che non fatto bene il magistrato, che ha distrutto famiglie mentre io ho creato posti di lavoro, ricchezza e fatto impresa rischiando sempre  in prima persona e con le mie risorse, senza avere aiuti dallo Stato", ha concluso Lettieri. "Io non sono di centro-sinistra o di centro destra - ha detto invece De Magistris -. Mi rivolgo a tutti quelli che non vogliono essere amministrati dal candidato di Nicola Cosentino, sul quale pende una richiesta di arresto per concorso esterno in associazione camorristica. Io al contrario di Lettieri la mattina non devo fare un giro di telefonate per sapere quanti del suo entourage sono ancora a piede libero. Lui è un prenditore di soldi pubblici, non un imprenditore".




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roccodipompo

    22 Maggio 2011 - 13:01

    Caro andereas66, sottoscrivo il tuo intervento per intero. Aggiungo, solo, che molti servitori dello Stato, per molto meno, sono finiti in carcere, mentre lui che ha dissipato ....., vuol fare...- rocco

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    21 Maggio 2011 - 17:05

    Napoli è stata saccheggiata da bassolino e dalla iervolino (sinistri) ; ma la nostra città, amministrata da un sindaco di destra non se la passa meglio ...... mi taglierei la mano per averlo votato !!!

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    21 Maggio 2011 - 15:03

    Amministrare Napoli, come le sue inchieste? Povera Napoli! Napoletani, apriamo bene gli occhi, per non piangere dopo!

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    21 Maggio 2011 - 15:03

    Lei non ama i napoletani .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog