Cerca

D'Alessio canta per la Moratti, la sinistra lo insulta

Gigi ospite al concertone di giovedì in piazza Duomo. L'ira su Facebook: "Camorrista, stai coi leghisti". Pagina bloccata

D'Alessio canta per la Moratti, la sinistra lo insulta
Gigi D'Alessio canta per Letizia Moratti e la sinistra lo insulta. La star dei neomelodici napoletani è l'ospite d'onore del concertone di giovedì in piazza Duomo a Milano (insieme alla stellina romena Alexandra Stan e a Kid Creole) evento di chiusura della campagna elettorale del Pdl. Scelta un po' balzana, visto che Gigi (che venerdì si esibirà a Napoli per il "suo" candidato, Gianni Lettieri) con la Madonnina ha ben poco a che spartire. Ma questo è un discorso, semmai, di strategia mediatica che, in queste ultime settimane, sul fronte Moratti ha lasciato un po' a desiderare (i casi Red Ronnie-Pisapia e Moschea a Sucate siano d'esempio).

ALTRO CHE SFOTTO' - Con D'Alessio, però, la sinistra ha esagerato. In questi giorni, sul web (da Facebook a Twitter) il fronte pro Pisapia è stato una falange, organizzatissima e potentissima. Armati di ironia e fantasia, i simpatizzanti di sinistra hanno effettivamente messo in crisi la comunicazione del sindaco uscente, sempre un passo indietro. D'altronde, i social network sono un campo minato. Nel caso Gigi D'Alessio però è tutto diverso. La decisione di schierarsi con la Moratti ha attirato sulla sua pagina ufficiale di Facebook gli strali e gli insulti più disparati. La critica più comune al cantante, definito "amico dei camorristi", è stata quella di aver accettato le offerte del centrodestra filo-leghista e anti-cultura. Qualche napoletano, impietosito, si lamenta: "Anch'io sono contro Lettieri, ma non trattate così male Gigi". I post sono rimasti visibili per poco. I curatori, infatti, hanno deciso di bloccare l'accesso alla pagina per un paio d'ore per poi rimuovere le frasi offensive. Ora, visibili a tutti, rimangono solo gli annunci dei concerti della popstar.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    27 Maggio 2011 - 09:09

    il suo eroe la dignità l'ha persa in partenza, quando ha accettato di avere gli aiuti pur essendo la nullità che è, come cantante. Se poi lei vuole Napoli capitale lo chieda, ma si ricordi prima di liberare la sua città dal fetore che la contraddistingue e dal marciume che tutti vediamo in Tv.

    Report

    Rispondi

  • purputtone

    26 Maggio 2011 - 20:08

    Ognuno canta per chi vuole... Ma certo è quantomeno singolare che un napoletano doc partecipi ad un concerto indetto anche dalla lega,quella che per bocca del suo pregiatissimo rappresentante Borghezio vorrebbe "fare fuori Napoli citta' schifosa come i suoi cittadini". Ecco il motivo da cui scaturisce il can can mediatico contro D'Alessio...un conto è cantare a San Siro durante un tour ed un altro è farlo sapendo di appoggiare un candidato e la sua coalizione,tra cui la stessa lega.E credo anche che ci sia una grande differenza tra Vecchioni che si è sempre dichiarato di sinistra e suona per loro e D'Alessio che senza dignita' accetta di salire su un palco insieme a chi,se potesse,lo brucerebbe vivo!!! Spero che i leghisti gli tirino uova e ortaggi..forse capira' che la dignita' vale piu' del cachet di una serata!!! bravo!!!!!!!!! il tuo è stato il post + appropriato. Se vuole riconquistare la sua dignità nn dovrebbe cantare neanche a napoli x il boss lettieri

    Report

    Rispondi

  • testin della cazzetta

    26 Maggio 2011 - 18:06

    Fantastico: questo è un paese dove Gigi D' Alessio viene presentato come un artista, Berlusconi come uno statista, Ruby come la nipote di un capo di Stato, la Minetti come un consigliere madrelingua, il trota come un diplomato...

    Report

    Rispondi

  • liviel

    26 Maggio 2011 - 18:06

    è giusto perche' con tutti i servi e i camerieri mancava il menestrello di corte. Stimavo D'Alessio ora mi fa vomitare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog