Cerca

Renzi: "Riformare il codice col reato di omicidio stradale"

Il sindaco di Firenze presenta una proposta di legge: per chi uccide ubriaco al volante ergastolo della patente

Renzi: "Riformare il codice col reato di omicidio stradale"
Introdurre il reato di omicidio stradale. E' questa la proposta di legge che viene dal sindaco di Firenze, Matteo Renzi. E' da molto tempo che si sente l'esigenza di un insaprimento delle pene per chi, ubriaco al volante o sotto l'effetto di stupefacenti, uccide alla guida della sua auto. La pdl, che vede Renzi come primo firmatario, va proprio in questa direzione. Secondo il testo presentato, d'ora in poi, chi uccide al volante potrà incorrere in una pena che va dagli 8 ai 18 anni di reclusione, nonchè nel cosiddetto ergastolo della patente. A seguito di un delitto stradale, che va dalle lesioni gravi all'uccisione, la patente verrà ritirata definitivamente.

PROPOSTA DI LEGGE - A raccogliere le firme per la presentazione di una legge di iniziativa popolare per introdurre modifiche al Codice della Strada e a quello di procedura penale sono state alcune Associazioni: la Lorenzo Guarnieri, la Gabriele Borgogni e l' Associazione amici e sostenitori della polizia stradale. Fra i sostenitori anche il Comune di Firenze, la Polizia Municipale di Firenze e l'Aci Firenze. Obiettivo: introdurre il reato di omicidio stradale, al posto di omicidio colposo per chi, alla guida, uccide sotto l'effetto di alcol o droga.  La proposta di legge è stata presentata oggi a Firenze dal sindaco Renzi, che l'ha fatta recapitare anche al Presidente della Commissione trasporti della Camera, Mario Valducci, il quale si è dimostrato disponibile a discuterla con le altre associazioni che si occupano di sicurezza stradale.

OMICIDIO STRADALE E ERGASTOLO DELLA PATENTE -
La proposta prevede il nuovo reato di omicidio stradale nel caso di lesioni gravi o morte provocate da un guidatore che si pone al volante in stato di ebrezza (tasso alcol superiore a 0,8 g/l) e/o sotto l’effetto della droga. Inoltre comporta una pena che da 3-10 anni passa a 8-18 anni, da nessuna misura cautelare a arresto in flagranza di reato e il cosiddetto ergastolo della patente. Se verrà introdotta la nuova legge, a chi uccide sotto effetto di alcol e/o droga sarà tolta definitivamente la patente dopo il primo omicidio. "E' assurdo - spiega Renzi - che un borseggiatore che viene colto in flagranza a rubare un portafoglio su un autobus venga arrestato, e chi uccide con l’auto ubriaco o drogato, non si faccia neanche un giorno di galera".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    06 Giugno 2011 - 15:03

    Renzi è l'unico politico che mostri di avere un pò di cervello... anzi un pò di NORMALITA'. Non ho ancora sentito nessun'altro politico dire una frase così sensata.... E Renzi di cose sensate ne ha già dette molte. Certo sappiamo bene che ai politici, dopo qualche mese, MARCISCE il cervello ma a Renzi sembra che questo NON accada. Ed io personalmente me ne frego che Renzi non sia del pdl o di dx, voglio persone col cervello sano e non marcio, IO !

    Report

    Rispondi

  • silti

    05 Giugno 2011 - 08:08

    A me sembra una cosa abbastanza ovvia. Chi uccide alla guida di un auto,se è ubriaco o drogato o peggio tutti e due,commette un omicidio volontario e giustamente oltre alla pena da scontare,via la patente per sempre. Sarebbe come se degli assassini che hanno scontato la pena,usciti di galera,si presentassero in Questura per chiedere il porto d'armi.

    Report

    Rispondi

  • gyxo

    04 Giugno 2011 - 23:11

    Caro sindaco Renzi penso che ti sarai accorto che per le tue idee sei bene accetto dai simpatizzanti di centrodestra.Per questo motivo temo che al tuo partito sarà guerra tra guelfi e ghibellini.Non vorrei che per le tue idee sensate tu sia costretto in esilio come Dante.

    Report

    Rispondi

  • just69

    04 Giugno 2011 - 18:06

    ...magari sulla sua patente...considerato l'argomento: comunque il suo ragionamento non fà una grinza! Il problema però in questi casi è dovuto spesso alle decisioni troppo buoniste di una parte della magistratura...perciò temo che non risolverebbe del tutto il problema.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog