Cerca

Faida a sinistra. Nichi a Bersani: 'Peloso e meschino'

Leader Pd: "Vendola un buon alleato? Da verificare". Lui: "Parole figlie di cultura vecchia". Poi, la pace: durerà?

Faida a sinistra. Nichi a Bersani: 'Peloso e meschino'
La sinistra ha appena archiviato una vittoria ai ballottaggi e già volano i coltelli. Ma subito, nel solco della migliore tradizione, si corre a ricucire, onde evitare il polverone sulle divisioni che tanto bene non fa. E così avviene che nel giro di un solo pomeriggio i leader dei due maggiori partiti della sinistra - Pier Luigi Bersani (Pd) e Nichi Vendola (Sel) - sono riusciti a dirsele di santa ragione prima e a riabbracciarsi subito dopo, come tra veri innamorati. Chapeau. 

I COLTELLI -
Domenica, Bersani aveva sottolineato come a suo parere, prima di qualunque voto, l'affidabilità del buon Nichi come alleato andrebbe verificata. Piccata, anzi piccatissima le risposta del leader di Sel. "Considero la dichiarazione di Bersani un po' pelosa - ha spiegato -. Credo che nel centrosinistra nessuno debba mettersi in cattedra e considerare gli interlocutori come degli alunni da sottoporre a degli esami. Quella di Bersani - affonda il governatore della Puglia - è una dichiarazione un po' meschina, figlia di una cultura del partito che trovo assai invecchiata". Parole che assomigliano a degli insulti e che non provano nemmeno a celare la volontà di Vendola, quella di 'detronizzare' Pier, prendersi la sinistra - tutta - e imprimerle una svolta definitivamente radicale. Insomma, di elezioni in vista ancora non ce ne sono, ma tra le fila dell'opposizione è già cominciata la guerriglia per la ledership.

L'ABBRACCIO - "Per l'amor di Dio non sono io il maestrino, non è questa la mia intenzione -ha replicato ancora Bersani - . Ma io intendo un patto chiaro e esigibile con il paese e penso che entrambi sentiamo la responsabilità profonda di governare che deve essere inequivocabile e ci riguarda tutti parimenti come abbiamo dimostrato bene nelle elezioni amministrative".  Un passo indietro che ha subito trovato la reazione del governatore della Puglia. "Ringrazio Bersani per le parole di chiarimento sul tema dell'affidabilità nei compiti di governo - ha dichiarato Nichi - . Con lo spirito dell'innovazione e della più ampia apertura culturale e con la forza della partecipazione democratica, tutti insieme, potremo dare una prospettiva di alternativa politica e sociale per l'Italia. Alternativa di cui il Paese ha davvero urgente bisogno, dopo questi tristi anni berlusconiani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vin43

    07 Giugno 2011 - 18:06

    “Chi è causa del suo male pianga se stesso”. Questo saggio popolare ben si addice al Pd e soprattutto al barcaiolo pure lui pugliese. “Tanto peggio, tanto meglio” quando nascevano movimenti e partitini, purché parlassero male di B. Ormai, è tardi. La palla di neve si è trasformata in valanga. Si salvi chi può. Solo ai moderati resta il compito di fermarla.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    07 Giugno 2011 - 18:06

    Queste due facce di m.... hanno tutte le qualità e tutte le doti che i cretini di sinistra apprezzano nei loro "eroi". Ci aggiungerei anche la faccia di Di Pietro. Questi tre individui sono guitti e cialtroni, uno è addirittura homo: la combinazione rende infatti molto popolari tra i cretini di sinistra. I discorsi poi di questi tre imbecilli sono una orripilante miscela di ripugnanti caz.... inserite in dialoghi che sarebbe riduttivo definire demenziali. Dulcis in fundo mettiamoci le fregnacce che vengano giù dal colle come oro colato per i tonni e il quadro è completo.

    Report

    Rispondi

  • gilucas

    07 Giugno 2011 - 17:05

    Nichi deve rappresentare un bel mal di capo, per Bersani; anzi, quasi un incubo quotidiano. Credo che il buon Pierluigi non se lo toglierà di torno tanto facilmente, anche perchè l'altro ha un certo culo, nella vita. C'è il caso addirittura che sparisca dalla circolazione prima lui, magari per mano di qualche zombi redivivo del suo schieramento. Qualche faccia, anche di dimensioni considerevoli, s'è gia notata im giro.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    07 Giugno 2011 - 17:05

    Questi due poveracci non hanno fatto o detto mai nulla che una persona seria potesse prendersi la briga di ricordare: fregnacce a raffica!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog