Cerca

Dicasteri al Nord, Calderoli: "C'è proposta legge"

Il ministro ha depositato in Cassazione un disegno per decentralizzare i ministeri

Dicasteri al Nord, Calderoli: "C'è proposta legge"
Dopo le parole, i fatti. Martedì mattina il ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, ha presentato in Cassazione la richiesta di una proposta di legge di iniziativa popolare per decentralizzare i ministeri, ovvero per trasferirli al Nord. In particolare, come ha spiegato lo stesso ministro, "si tratta di una richiesta di proposta di legge di iniziativa popolare che riguarda la territorializzazione dei ministeri e delle altre amministrazioni centrali". Inoltre, Calderoli ha spiegato che la raccolta delle firme paritrà dalla manifestazione della Lega Nord, a Pontida, che si terrà il prossimo 19 giugno.

Reguzzoni: "Necessario il decentramento" - In mattinata, il capogruppo alla Camera del Carroccio, Marco Reguzzoni, era tornato sulla questione, sottolineando come "siamo l'unico Paese al mondo in cui le funzioni dello Stato sono tutte concentrate nella capitale". Come si svilupperà il decentramento, aveva aggiunto, "dipenderà dal Governo. Creo che su questo però ci sia una sostanziale convergenza". Reguzzoni aveva concluso ricordando come "il decentramento delle funzioni dello Stato e dei ministeri è un progetto che la Lega ha sempre sostenuto".

Alzata di scudi dell'opposizione - Scontate le grida che provengono dall'opposizione. Secondo Felice Belisario, capogruppo al Senato dell'Idv, "la Lega cerca di far finta di incassare qualche caramella da Berlusconi. Noi faremo opposizione a una delocalizzazione dei ministeri perché non ha senso". Nicola Zingaretti, il pridente della provincia di Roma del Pd, chiede addirittura "a tutti i parlamentari di Roma e del Lazio di associarsi alla richiesta di dimissioni di questo governo, che a Roma ha promesso tanto e invece ora finisce per togliere quello che abbiamo da sempre come Capitale del Paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ottina

    18 Giugno 2011 - 23:11

    Sarà mica per fare risparmiare i soldi degli aerei blu ai ministri che vuole far spsostare i ministeri al nord, ma poi non venirci a dire che era una porcata, bauscia!

    Report

    Rispondi

  • mandragola49

    14 Giugno 2011 - 22:10

    Basta sberle!! il grande SEMPLIFICATORE con questa affermazione,ritiene di non avere colpe e non meritarsele, le "sberle",dovrebbe spiegarci cosa ha veramente "semplificato"in questi 3 anni di governo,considerato che noi comuni cittadini,siamo tuttora succubi e opressi come 3 anni fa dalla burrocrazia,leggi,regolamenti etcc;non bastano le sceneggiate con il lanciafiamme,per dimostrare "metaforicamente" l'avvenuta riduzione e semplificazione,bruciando un pò di carta straccia,nessuno si è accorto della sua opera di semplificazione,è ancora tutto come prima;e nemmeno il grande annuncio del trasferimento di alcuni ministeri al nord,gli ha portato dei consensi,anzi,noi cittadini abbiamo intravisto solo un incremento delle spese e nessun beneficio,solo la conferma della sua insipienza.Non si lamenti Sig. ministro la colpa è anche sua,con la "testa" che ha ne arriveranno altre,di "sberle".E' con dispiacere,da votante di centrodestra,che devo ricordarle la realtà

    Report

    Rispondi

  • pongid

    14 Giugno 2011 - 21:09

    Alemanno e soci propongano una legge di inziativa popolare,o non sanno scrivere, per trasferire tutta la burocrazia locale e internazionale,rom,clandestini,disoccupati ecc,ecc a Roma!!!!Sono proprio sciocchi!Se a Roma vi fossero solo le ambasciate la citta con solo il turismo tornerebbe al suo splendore e si libererebbe della mansnada di parassiti che vivono alle spalle di tutti.Già che ci siamo perchè non trasferiamo la regione a Frosinone o scegliete voi dove!!!!!SI LIBERI UNA CITTA CHE TUTTO IL MONDO CI INVIDIA!!!!!

    Report

    Rispondi

  • tigrin della sassetta

    08 Giugno 2011 - 18:06

    bungabunga (p.p.) va talvolta alle fiere di paese ma non riceve in premio bamboline di sorta (né peraltro cannoli: si sappia che, qualora gli toccasse per avventura un riconoscimento, è interessato solo alle nerchie asinine, crude, calde e palpitanti): piciupiciu (b.b.) È un premio. Hai presente i pupazzetti con l’elastichino per farli ballonzolare? Leggiti con un filo di cura uno dei suoi post (lo so che non si tratta di un sacrificio da poco, ma per amor di documentazione …) e vedrai che la zucca quella è. E poi è noto che pirlapirla (b.b.) alle sagre preferisca il circo equestre con tanto di zoo e lì la sua intelligenza sopraffina lo fa riconoscere al volo: è quello che entra, infila subito la testa fra le chiappe dell’elefante tenendocela per due ore filate e poi si lamenta che lo spettacolo non gli è piaciuto perché non ha capito dove volesse andare a parare. Cordialità circensi. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog