Cerca

Tasse e conti, Bossi avverte: "Cav e Tremonti, tocca a voi"

Nella notte vertice tra Berlusconi, ministro dell'Economia, Senatùr e Calderoli. Il Carroccio insiste: "Sgravi per famiglie e imprese"

Tasse e conti, Bossi avverte: "Cav e Tremonti, tocca a voi"
Vertice notturno a sopresa tra il premier Silvio Berlusconi, il leader della Lega Umberto Bossi, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e il ministro della semplificazione Roberto Calderoli. La riunione, secondo quanto si apprende, è durata circa tre ore ed è il seguito, inatteso, del summit di lunedì sera ad Arcore. Il tema dell'incontro è stata l'azione di governo, con particola attenzione a fisco e riforme. Nessuno dei diretti interessati ha rilasciato dichiarazioni ufficiali ma le indiscrezioni parlano di una linea comune, sottolineata dalla Lega: occorre ridurre le tasse mantenendoal tempo stesso il necessario rigore nei conti pubblici, così come chiesto martedì dall'Unione europea. Oggi è arrivata la risposta del ministro dello Sviluppo Paolo Romani: "La riforma arriverà in tempi ravvicinati".

LA QUADRA - Prima dell'incontro, Bossi aveva ribadito un tema caro al Carroccio, lo spostamento dei qualche ministero al Nord (per cui il ministro per la Semplificazione Calderoli ha presentato martedì in Cassazione una proposta di legge ad iniziativa popolare). Non è mancata la stoccata a premier e Tremonti per la mancata rivoluzione fiscale: "Sono loro a dover trovare la quadra", ha tagliato corto il Senatùr. In particolare, il ministro dell'Economia "dovrà trovare il modo di ridurre un po' le tasse per le famiglie e per le imprese", anche se gli spazi per manovre di questo tipo sono obiettivamente esigui. Il Carroccio vuole tagliare tutte le spese giudicate "insostenibili": nel mirino le missioni militari all'Estero, Libia in primis.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    09 Giugno 2011 - 10:10

    Sei come i primati che rappresenti, povero kong, quello che non capisco e che non capiro' mai e' come un giornale serio come questo, ti permetta ancora di postare. Una risposta me la sono anche data, tutti i giornali modernamente efficaci, hanno sempre bisogno del clown di turno per abbassare i toni di discussione. Questo giornale on-line purtroppo ne ha troppi, tu, ubik, maurizio43, biri, ciri, osti, negher, tiri, e tanti sinistroidi senza arte ne parte, magari poveri D.P. frustrati e beceri, che non producendo, come da ordine del partitino, fanno passare il tempo leggendo e scribacchiando su argomenti seri e importanti, fatti da giornalisti accreditati e seri. La mia richiesta e' sempre la stessa, andate a offendere e a maledire i vostri rappresentanti sui giornali di partito che avete, non serve te li nomini, e stai certo che ne avete moltissimi sui quali sfogare i vostri istinti animaleschi.Pensa solamente a quello che hanno fatto i cattokomunisti, che hanno retto il paese.

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    09 Giugno 2011 - 09:09

    è pronto a scommettere che presto andremo a votare....e non per i referendum

    Report

    Rispondi

  • paperino1954

    09 Giugno 2011 - 07:07

    Avvallo o avallo, senta a me lasci perdere,come anche lei ha appena finito di ammettere ,di sicuro c'e' una cosa: chi guidava il tram all'epoca erano i suoi amici,che guarda caso dopo vent'anni sono ancora li.Ma capisco pure che e' tutto tempo perso a fare di queste discussioni,quello che ci distingue e non solo politicamente....,e' che c'e' gente in Italia specie gli oppositori di questo governo ,pronta ad ammettere gli errori fatti in passato,i sostenitori di codesta maggioranza? no ,niente da fare! non vi arrendete neppure davanti all'evidenza dei fatti.Mi stia bene....

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    08 Giugno 2011 - 22:10

    Annullare tutte le missioni non si puo'. Sono impegni presi da rispettare. Tagliare la spesa pubblica...ci sono ancora margini ma non eccessivi. Occorre metter mano alla fiscalità che vede il Premier, ricco, tra chi ci rimetterà.... E bisognava farlo prima in uno con la lotta all'evasione (cioé non scudi fiscali, condoni edilizi, svendita del patrimonio che é costato senza rendere ecc...). Diciamolo: non occorreva un malgoverno come c'é stato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog