Cerca

Vendola vuole l'ammucchiata: Pd, Sel e Udc tutti insieme

Nichi al Corriere: "Caro Bersani, creiamo un nuovo soggetto politico". Il governatore vuole creare il mostro: 'la Cosa' centrista

34
Vendola vuole l'ammucchiata: Pd, Sel e Udc tutti insieme
Assaggiata la possibilità di vincere fuori dalla Puglia, Nichi Vendola pregusta già l'ammucchiata. Pd e Sel fusi in un solo partito (con quale linea politica, non è dato sapere) e apertura all'Udc (anche in questo caso, non si sa su quali basi): cosa non si fa per togliere dalla poltrona Berlusconi e il centrodestra.

AMMUCCHIATA - In un'intervista a Maria Teresa Meli pubblicata dal Corriere della Sera di mercoledì, Nichi ha detto la sua sui riflessi delle recenti amministrative. "Hanno perso oligarchie e polticisimo", attacca Vendola, lesto a perdersi nella sua affabulazione un po' fumosa. "Hanno perso quei ragionamenti astratti sulel formule magiche della vittoria: si vince al centro, il moderatismo è la chiave di volta etc...". Quindi tutti a sinistra, Pisapia e pure De Magistris insegnano. La mano tesa al Pd, poi, passa per una mezza coltellata: "Lo dico con affetto ai loro leader. C'è qualcosa di stantio, c'è puzza di naftalina nell'uso disinvolto delle etichette ideologiche. Radicale, riformista, moderato... rompiamo con il retaggio delle nostre biografie". Quindi: si vince a sinistra, ma non parliamo di sinistra. Vendola il rivoluzionario (delle parole) prova a picconare il sogno di un Pd egemone nel centrosinistra: "Non ho ricette già pronte - scrive il governatore anche sulla sua pagina Facebook - però dico con umiltà ai miei compagni, a quelli del Pd, e a tutti gli alleati: prendiamo il coraggio di affrontare l'inadeguatezza della forma partito, andiamo in campo aperto. E questo vale anche per Sel. Non dobbiamo recuperare lo spazio residuo che fu della sinistra radicale. Il nostro compito invece è quello di rimescolare le carte insieme a tanti altri e altre". Quindi: si vince a sinistra, non parliamo di sinistra, guardiamo al centro. Altra botta al fronte acritico dei sì ai referendum su nucleare e acqua pubblica. "Anche la sinistra radicale deve accorgersi che non si può tenere in piedi il vecchio welfare. Oggi siamo tutti quanti chiamati a metterci in gioco".

APERTURA AL CENTRO - Vendola, che di primarie se ne intende, rilancia sotto sotto la propria candidatura al ruolo di leader del centrosinistra, con un compito: "L'allargamento della coalizione". "Io - spiega alla Meli - nella mia modesta esperienza ho governato facendo dell'ascolto della proposta dei centristi un mio dover essere quotidiano e oggi ho un rapporto molto buono con l'Udc nel consiglio regionale della Puglia". Un messaggio molto dalemiano. Una sfida all'establishment post Ds? "Mi sento in gioco e spero che tutti quanti si sentano in gioco... alla pari". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Odescalchi

    09 Giugno 2011 - 18:06

    Coerente, vogliamoci bene! Te li vedi i soggetti tutti insieme e "ammucchiati" appassionatamente? Un buon soggetto per una vignetta, spero che Benny si dia da fare. Grazie a Vendola ed al suo sottile senso dell'umorismo! Auguri agli ammucchiandi tutti.

    Report

    Rispondi

  • nevenko

    08 Giugno 2011 - 22:10

    Quest'uomo è completamente disorientato,meno male.Abbiamo un parlamento composto da persone allo sbando.Forse il più lucido è ancora il CAV.perchè almeno sà ciò che vuole.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    08 Giugno 2011 - 21:09

    E cos'é se non un'ammucchiata di Lega, Pdl, ex AN, La Destra, Forza Nuova, DC di Rotondi, Intrattabili pardon Responsabili e Indagati/Condannati ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media