Cerca

Bilderberg, Borghezio menato: la colpa? Ha provato a entrare

Il leghista è stato respinto e strattonato dalla sicurezza della Servetta House. "Ho il naso sanguinante e farò una denuncia"

Bilderberg, Borghezio menato: la colpa? Ha provato a entrare
Malmenato e messo in stato di fermo dalla polizia svizzera. È successo all’europarlamentare della Lega Nord, Mario Borghezio, a St. Moritz. Voleva partecipare «alla riunione annuale della misteriosa congrega mondialista del “Bilderberg Club” nei saloni del Grand Hotel Kempinski» pur «non essendo invitato». Alla vigilia non aveva fatto mistero del suo intento, immaginando di non essere accolto con un tappeto rosso. Forse, però, non s’aspettava di essere addirittura menato.

Lui, insieme al suo assistente al parlamento europeo: il neoconsigliere comunale di Milano Max Bastoni. «La Polizia svizzera ci ha messi in stato di fermo e ci sta portando in caserma» dichiarava ieri sera Borghezio. «Sanguino, sporgerò una bella denuncia alle autorità svizzere». L’effervescente padano voleva ficcare il naso a un incontro di circa 130 persone, rigorosamente selezionate, la maggior parte delle quali sono personaggi influenti in campo economico, politico e bancario. Sono loro che Borghezio definisce «i padroni del mondo». Il padano, passaporto e tesserino parlamentare alla mano, ha chiesto di assistere al summit.

L’hanno sbattuto fuori. Racconta: «Sono stato assistito dalla polizia elvetica ma il trattamento subìto dalla sicurezza dell’incontro è stato brutale. Chiedevo solo di assistere: il trattamento subìto mi conferma che questa è una riunione molto importante chiamata a prendere decisioni rilevanti senza alcun controllo popolare. È evidente che il Club di Bildelberg è una società segreta, come pensano in tanti di cui meno si sa e meglio è».

Non è la prima volta che Borghezio, convinto indipendentista padano, viene malmenato o finisce nei guai. Il 19 gennaio 2001 è stato aggredito da uno sconosciuto su un tram in centro a Torino. La sera del 17 dicembre del 2005 rischia il linciaggio su un treno sulla tratta Torino-Milano: aveva partecipato a una manifestazione contro la Tav, i no global che riempivano il convoglio cercarono di buttarlo giù. L’11 settembre 2007, sesto anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle, è fermato dalla polizia prima di una manifestazione contro l’islamizzazione dell’Europa a Bruxelles. Anche in questa occasione, denuncia di essere stato malmenato prima del fermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bobrock

    04 Luglio 2011 - 14:02

    Prato in discesa, cacca di mucche? ma che vuol dire fammi capire, sono i nuovi versi poetici? degli attagliani? quando la lega non fa le feste e un normale prato dove si pascolano le mucche, e dovè il problema? ha dimenticavo dobbiamo adeguarci ai tempi abbiamo dimenticato la monnezza, ecco il problema dobbiamo aggiornarci al mondo incivile.

    Report

    Rispondi

  • pablolife

    13 Giugno 2011 - 11:11

    per un personaggio così le botte sono sempre troppo poche,

    Report

    Rispondi

  • buenobuonogood

    12 Giugno 2011 - 12:12

    LA DITTATURA MEDIATICA ITALIANA NON STA DEDICANDO LA DOVUTA COPERTURA ALL’EVENTO BILDERBERG 2011, IN CORSO A ST.MORITZ, ATTENTANDO COSI’ AL DIRITTO DEI CITTADINI ITALIANI DI ESSERE INFORMATI SU COSA FANNO LE PERSONE CHE RICOPRONO UN RUOLO PUBBLICO IN ITALIA. CAPI POLITICI, DELL’INDUSTRIA E DELL’UNIVERSITA’ SONO RIUNITI IN GRAN SEGRETO AL BILDERBERG PER DISCUTERE DI AFFARI CHE CI COINVOLGONO TUTTI. DAL 1954, NON HANNO MAI FATTO NIENTE DI BUONO, DAL MOMENTO CHE IL BENESSERE COLLETTIVO DEI CITTADINI NON RICADE NEI LORO INTERESSI PRIVATI. POTETE LEGGERE QUALCOSA D'INTERESSANTE QUA: http://wp.me/p19KhY-zq

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    11 Giugno 2011 - 21:09

    In celtico si scriveva cos',che volete? Aborrisco la violenza, percio' non approvo quello che hanno fatto contro questo padagno. Ma un calcione nel sedere bastava. La riunione: pazzi o disonesti, non so. Tutto sommato poteva starci anche Borghezio: lui di cose pazze ne dice.. fa parte del gruppo per meriti acquisiti sul campo di Pontida ( tra l'altro é un prato in discesa con erba calpestata e qualche residuo di cacca di mucche)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog