Cerca

Casini: "A sinistra? No grazie. L'ammucchiata ha già fallito"

Il leader Udc respinge le avance di Renzi e D'Alema: "Finirebbe come con Prodi". Riforma "difficile: se seria ne discuteremo"

Casini: "A sinistra? No grazie. L'ammucchiata ha già fallito"
"Renzi è tanto simpatico ma non è ancora Zaratustra". Pier Ferdinando Casini sceglie l'ironia per gelare le proposte indecenti che da sinistra piovono sull'Udc. Il sindaco di Firenze aveva proposto un accordo elettorale con gli ex democrastiani che però avrebbero dovuto perdere per strada Futuro e Libertà. Di riflesso, Casini ha respinto le avance provenienti anche da Massimo D'Alema, che dalle pagine del Messaggero di mercoledì ha pontificato: l'Udc e il Terzo polo "commetterebbeo un grave errore" se dovessero scegliere alle politiche la corsa solitaria. "E spero ancora che non lo facciano. Potrebbero puntare per una ragione tattica ad essere determinanti in Senato e condizionare così la formazione dell'esecutivo". Niente da fare, Casini a sinistra non ci vuole finire. "Non è più possibile solo unirsi contro Berlusconi e poi non riuscire a governare. Questo - ricorda - è stato fatto già con Prodi...". Mentre Pd, Sel e Idv chiedono di ripartire dai temi del referendum, Casini è categorico: "Con quei contenuti non si costruisce un'alternativa a questo governo".

Basta buffonate - Per la verità, Pier Ferdinando vuole stare alla larga anche dal centrodestra, almeno in attesa di capire come andrà a finire tra Berlusconi e Bossi. "Tra moglie e merito non mettere il dito, insegna il proverbio". Dopo la battuta, ecco l'analisi: tra Lega e Pdl "c'è una divaricazione di fatto: finchè la crisi del Pdl consentiva alla Lega di crescere era una cosa, ma oggi la crisi del Pdl ha trascinato con sé anche la Lega, per cui ora davanti al Carroccio c'è un problema grande: come non essere trascinato a fondo dal Pdl". Il nodo di questo rapporto è la riforma del fisco. "Mi sembra molto difficile che una riforma così complessa come quella annunciata dal ministro Tremonti si possa fare a costo zero: per ora sono solo chiacchiere, aspettiamo i fatti", avverte Casini. "Il governo deve venire in Parlamento a proporre la riforma e noi siamo disponibili a discuterne se è una cosa seria. Se invece è solo un annuncio, è solo propaganda, noi non ci stiamo". Infine, l'invito a governo e opposizione: "Per riguadagnare il voto degli italiani serve responsabilità e non buffonate. Il rischio è che finiamo come la Grecia e, in quel caso, dovranno venire fuori i nomi dei responsabili. Il messaggio deve essere - ribadisce Casini - di serietà e concretezza, altrimenti con le battute torniamo al teatrino della politica di cui Berlusconi sembra essere il principale attore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    17 Giugno 2011 - 15:03

    Povero arraffatutto. la differenza fra me e te, è che io sono laureato in ingegneria meccanica, con un master in impianti per la produzione di energie alternative, tu, forse, fai il dipendente pubblico. Io sono proprietario di una azienda, tu un povero peones, io sono ricevuto nelle ambasciate di tutto il mondo, tu alla cgil, io tratto con i maggiori specialisti in materia, tu spazzi l'ufficio. Altro non posso aggiungere altrimenti ti sommergerei di melma fino agli occhi. Non fare il saputello e il furbetto, tanto, sei e rimani sempre, un povero pitocco con le pezze al c@@o e la bandierina falce e martello nel cervellino. Devi sapere una cosa, poverello. Se domani dovessero vincere le eventuali elezioni i sinistri, sappi che i tuoi leader, come già fanno, verranno a chiedere consigli a me e alla mia organizzazione su come agire nell'Energia Alternativa. A te, forse, pagheranno il cestino per farti andare in piazza a sbraitare e a urlare. Sveglia sucon.Sempre amico dei calunniatori sei.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    16 Giugno 2011 - 17:05

    C'era il solito nick vagante,questa volta sotto le spoglie di Upilu68 , che per offender il Tigrin gli aveva dato del Sassicaia,uno dei primi vini al mondo.Offesa per offesa,gliene ho consigliato un'altra, se non migliore,dello stesso livello,Barolo del 64.

    Report

    Rispondi

  • titina

    15 Giugno 2011 - 21:09

    Poerino , con un nome così dove potrà mai andare .

    Report

    Rispondi

  • blu521

    15 Giugno 2011 - 21:09

    Ciao. Certo che lo è. Ma l'ineffabile si è raccontato una storia tutta sua, e non contento ha pensato di rendere partecipi tutti, lasciando credere chissà cosa. La condanna definitiva c'è, ma questo non gli basta e si avventura in una linea d'ombra che lo ricopre di ridicolo. La stupidità non è prerogativa della destra o della sinistra, ma se decidi di postare assumiti tutte le conseguenze. Mah! Che vuoi che ti dica,ormai il blog lo conosci:è pieno di debuttanti allo sbaraglio: In genere lascio andare,ma quando l'offesa inutile è fine a sè stessa, forse serve a darsi un tono a chi scrive. E poi, che vado a dire:quanti e conosci? Vabbè. Buona serata. Poi quando capiti, mi spieghi di quel Barolo '64. Mi incurioscisce. Ciao

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog