Cerca

Brunetta contro precari statali Sul web è rissa continua

Il ministro contestato: "Siete l'Italia peggiore". In rete chiedono le sue dimissioni e lui replica su Facebook: "Atti squadristici"

Brunetta contro precari statali Sul web è rissa continua
Brunetta contro i precari, nuovo atto. Martedì il ministro partecipa a Roma al Convegno Nazionale dell'Innovazione, interviene e subito dopo dalla platea chiede la parola una rappresentante della Rete precari della Pubblica Amministrazione. Appena salita sul palco, Brunetta se ne va apostrofando i contestatori con un duro "siete la parte parte peggiore dell'Italia, con voi non parlo". La bagarre prosegue anche fuori dalla sala, col ministro inseguito al grido di "buffone, vergogna". Brunetta si è allontanato, ma è stato prima bloccato da uno striscione e poi inseguito fino alla sua macchina dai contestatori che gli gridavano "buffone buffone". Poi,  i precari sono rientrati in sala, cercando di impedire che il convegno proseguisse. A questo punto fra i contestatori e alcuni partecipanti al convegno è scoppiata una vera e propria rissa, con spintoni, urla e cazzotti.

La replica di Brunetta - All'indomani dell'incidente al convegno romano, il ministro chiarisce le sue intenzioni. "Non era rivolto ai precari quel voi siete l'Italia peggiore". Per Brunetta, anzi, lo scontro sarebbe stato creato ad arte, frutto di "un'azione premeditata con cura a fini mediatici - spiega in una nota -. Da qui il mio duro giudizio su lorsignori (non certo sui precari tout court), che ribadisco con forza: Siete l'Italia peggiore".


"Niente di meglio da fare" -  Le parole di Brunetta erano rivolte a "quanti, non avendo di meglio da fare, irrompono sistematicamente in convegni e dibattiti per interromperne i lavori, insultare i presenti e riprendere la loro bravata con una telecamerina portatile per poi passare subito il video ai giornali amici". "L'Italia peggiore è di quanti si nascondono compiacenti dietro questi signori (come Pierluigi Bersani e Leoluca Orlando Cascio), sostenendoli in maniera strumentale pur senza conoscere argomenti e fatti. L'Italia peggiore è quella che usa la Rete come un manganello per agguati squadristici, senza aver nulla da dire. Che pena", conclude il ministro.

La rete si mobilita - Come per contrappasso, l'indisgnazione contro le parole del ministro esplode sulla rete, su Facebbok e Twitter in special modo. Il popolo degli internauti rovescia sulle pagine dedicate al ministro la propria rabbia  e c'è anche chi ne chiede le dimissioni, come Lettera Viola. 

Bersani -
"Nelle espressioni estreme di Brunetta e non solo sue è evidente la profonda incomprensione di quanto sta avvenendo nella società", ha commentato al riguardo il segretario del Pd.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • djbraun

    06 Luglio 2011 - 22:10

    Ma come si fa a negare l'evidenza in un modo cosi squallido e meschino! Ha fatto una figuraccia Poveraccio!!!!

    Report

    Rispondi

  • giulietta50

    17 Giugno 2011 - 12:12

    Io penso che Brunetta si è comportato malissimo. Punto. Non penso che abbia ragione, più si discolpa e più appare quello che è, cioè un pallone gonfiato arrogante e bugiardo. Non ho particolari motivi di rancore verso di lui, se si eccettua il piccolo dettaglio che lo ritengo un ministro vanaglorioso e incompetente. Quanto alla prescrizione, finchè si scherza si scherza, e mi sembra che guidoboc@alice.it l'abbia capito benissimo, le mie parole erano allo stesso livello delle condoglianze a te per il referendum, una battuta e niente più. Tornando a Brunetta, anche ammesso (e per me, e non solo per me, è evidente che non è così) che si fosse trattato di un agguato, una persona di altro livello non ci sarebbe cascata così male, avrebbe comunque risposto alla domanda e non se la sarebbe data a gambe. Un'ultima osservazione: non ti dice niente il fatto che abbia cmbiato versione almeno tre volte? Buon pranzo.

    Report

    Rispondi

  • dariojo

    17 Giugno 2011 - 10:10

    il ministro Brunetta invita ad iniziare la propira carriera lavorativa andando a scaricare cassette ai mercati generali: ottimo consiglio! Lo dice per esperienza personale? anche lui ha cominciato cosí per poi assurgere ad un "quasi nobel" e agli attuali incarichi? Si faccia furbo e si vergogni!! Altri voti persi....

    Report

    Rispondi

  • blankfrank62

    16 Giugno 2011 - 23:11

    Povero Alvit. Cerca un po' di attenzione, e se si esprime sputazzando, provocando e insultando è solo perchè in linea con lo stile dei suoi referenti culturali. Essendo un portatore d'acqua, non può che riportare pedissequamente i mini-concetti dei vari Brunetta e Straquadanio facili da capire e facili da ripetere. Al dabben'uomo spiegare che la gente di sx lavora sicuramente più di lui e probabilmente meglio e che i truffatori dello stato non sono certi i 4 statali che da oggi sono i suoi nuovi nemici, è uno sforzo inutile. Per cui ci rinuncio, tanto più che a fare del bene ci vuole così poco: una rapida risposta nella pausa caffè, e lo abbiamo rincuorato sul fatto di esistere e di considerarre anche il suo pensiero monocellulare. Me lo vedo già gongolare e, tutto contento, tornare a mettersi in mutua.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog