Cerca

Nichi, abbraccio mortale al Pd "Primarie. Altrimenti si perde"

Vendola-leader, chiude all'ammucchiata e a Casini. La bordata: "Referendum, con gli stati generali della sinistra avremmo perso"

Nichi, abbraccio mortale al Pd "Primarie. Altrimenti si perde"
Nichi Vendola stinge l'abbraccio mortale al Partito Democratico e torna a chiedere a gran voce le primarie. Il leader di Sinistra e Libertà lo ha ribadito in un intervista a L'Espresso. Il cronista ha sottoposto a Nichi l'ipotesi di una coalzione con Pier Luigi bersani candidato premier e con il leader di Sel in veste di segretario del partito. Vendola ha risposto: "E' una domanda per chi pensa che la politica sia come un meccano, come i giochi della Lego. Siamo tutti indispensabili - ha aggiunto -, se ci mettiamo a disposizione della costruzione di un cantiere molto più largo di noi: plurale, popolare, innovativo. Penso che la costruzione della proposta, del programma e dell'indicazione di un leader, sia una proprietà pubblica, un bene comune da affidare alla saggezza del popolo. Proprio come l'acqua". Nichi torna così alla carica, forte del consenso popolare di cui sente di godere tra le fila della sinistra, e ribadisce a Bersani la necessità delle primarie, con cui soffiare al segretario Pd la leadership di un partito che - lo spiega lo stesso Nichi - non è capace di vincere.

"Vincere non sappiamo..." - Uno dei passaggi emblematici dell'intervista è quello in cui Vendola spiega: "Se avessimo convocato gli stati maggiori del centrosinistra per assumere una linea comune sull'acqua bene comune non ci saremmo mai riusciti. Come abbiamo risolto allora? Con la democrazia, con la partecipazione e la discussione collettiva". Un modo elegante per certificare come il Pd non sia in grado di prendere nessuna decisione e per invocare - nuovamente - quel consenso popolare che Nichi spera gli permetta di concludere l'arrampicata ai vertici della sinistra. "Le primare - si interroga ancora Nichi - ci hanno fatto bene o ci hanno fatto male? I referendum ci hanno fatto bene o male? Hanno fatto bene al centrosinistra, alla democrazia, all'Italia", spiega Vendola. 

Parole da leader
- Il leader di Sel ha gettato la maschera, e continua a parlare da leader di una coalizione in cui anche Bersani si è "vendolizzato": "Non posso che essere felice se il Pd si è spostato a sinistra". Quindi la chiusura alla 'grande ammucchiata'. Tornare all'Ulivo o all'Unione? "Non si può replicare l'idea di un'armata Brancaleone per una partita elettorale e la prospettiva di gestire il potere". Ma il 'leader' Vendola chiude anche a Casini: "Nella possibile interlocuzione con Pier Ferdinando non si può immaginare che il presupposto sia cancellare la questione dei diritti civili, delle istanze di libertà che stanno maturando nel cuore della società". Insomma, un bel 'niet' al leader dell'Udc.

Attacco al Cav - Dopo i discorsi da 'statista', Nichi rispolvera la solita retorica barocca, con cui riesce a trovare un filo conduttore tra le protesta al Cairo di piazza Tahrir, passando per la mobilitazione degli indignados a Puerta del Sol in Spagna, per arrivare fino alle amministrative italiane, ai referendum e ovviamente a Berlusconi. Per Nichi è "la fine di un'epoca e di un'egemonia della destra che ha cucito insieme integrazione economica e disintegrazione socio-culturale usando un vocabolario cinico e maschilista, mercantile e predatorio, che va dalla saga dei petrolieri texani a quella di Arcore e Apicella". Quasi un'ossessione, quella di Vendola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emi58

    17 Giugno 2011 - 12:12

    Hanno rovinato l'Italia, ragazzi laureati che sono costretti alavorare all'estero , Padri di famiglia in cassa integrazione che non sanno come tirare avanti, la scuola è in ginocchio, ormai a fine mese ci arriva solo berlusconi i suoi ministri (pagati con le tasse degli Italiani, paghiamo il conone RAI per vedere chi non da fastidio a voi , dobbiamo sorbirci sgarbi, baudo, la carrà, o paragone o persone anziane che non và mai in pensione, con il mio canone voglio Santora, Gabanelli, Fazio Dandini se per voi non vanno bene vi basta usare il telecomando e vi sorbite paragone la carrà baudo ecc. ecc. manovre di decine di migliardi di euro che gli Italiani dovranno pagare (Andremo tutti ad Arcore visto che lo stipendio lo riprendono in tasse) stiamo facendo la fine della Grecia, e voi difendete questo governo, ma ci siete o ci fate?

    Report

    Rispondi

  • FTwin72

    17 Giugno 2011 - 06:06

    Nikita (detto Nichi) Vendola non ha capito niente: è caduto nella solita trappola mentale in cui casca regolarmente la sinistra dei duri e puri quando vagheggia la rivoluzione culturale nel segno delle sue idee e dei suoi valori. In realtà gli italiani non si sono spostati a sinistra (come non si erano spostati a destra quando nel 2008 hanno eletto trionfalmente il Cav): hanno semplicemente voltato le spalle ad un Berlusconi che ultimamente ha fatto un bel pò di ca..ate e che viene (probabilmente non a torto) percepito come un premier totalmente preso dai suoi problemi giudiziari e dalle allegre e procaci signorine di cui si circonda e sempre più lontano dai problemi del paese e della gente comune. La sinistra sogna la spallata al sistema come lavide a portata di mano nel 92-93. Allora la fallì, nonostante l'appoggio delle potenti lobbies che la fiancheggiano, perchè il grosso degli elettori non volle darle fiducia: fossi in loro starei attento prima di esaltarmi prematuramente...

    Report

    Rispondi

  • ottina

    16 Giugno 2011 - 22:10

    Nel 2008 questa marmaglia, verdi, rc, pdci è uscita dalla porta, adesso sta per rientrare dall'arco di trionfo.

    Report

    Rispondi

  • Baronedel Carretto

    16 Giugno 2011 - 18:06

    Una è in mano a Vendola ed una a Dipietro. A secondo di chi le stringe più forte Bersani canta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog