Cerca

Mentre Giulio taglia la casta Fini si compra la reggia

Tremonti annuncia i sette punti per eliminare i privilegi della politica. Gianfranco pensa ad un palazzo da 400 milioni di euro in centro a Roma per gli uffici della Camera

Mentre Giulio taglia la casta Fini si compra la reggia
La politica costa troppo. C'è chi cerca di limitare gli sprechi e chi, invece, prosegue col vecchio andazzo. Il primo caso è quello del ministro dell'Economia Giulio Tremonti, che sta varando una bozza di decreto da inserire la prossima settimana nella mavora triennale da 40/45 miliardi di euro. Una sforbiciata robusta ai vecchi vici del Palazzo, quella stratificazione di benefit e vitalizi che pesano sui contribuenti italiani. La tabella tremontiana prevede un livellamento degli stipendi degli amministratori "tanto centrali quanto regionali, provinciali o comunali" in linea con la media europea, la riduzione del parco di auto-blu, misure più strette per i voli di Stato (nel 2010 iscritti a bilancio per 38,6 milioni) limitati alle prime quattro cariche istituzionali. E ancora basta benefit come biglietti gratis, viaggi in prima classe e così via.

Fuori tempo - Il secondo caso, invece, è quello di Gianfranco Fini. Il presidente della Camera non si cura del clima di austerity e ha messo annunci per trovare una nuova sede per gli uffici della presidenza di Montecitorio. Un'esigenza che corrisponde a numeri adeguati: il palazzo in centro a Roma richiederà alle casse dello Stato una spesa intorno ai 400 milioni di euro. Non uno scherzo. E soprattutto non una gran prova di tempismo, proprio come le affermazioni "doppiopesistiche" su due scandali, quello della casa a Montecarlo e l'inchiesta sulla P4.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    01 Agosto 2011 - 22:10

    Sembra che Tremonti sia un ministro del centrosinistra e che ha dato ascolto non a Berlusconi ma a Bersani. E' ora di rinfrescarsi la memoria.

    Report

    Rispondi

  • laterza.sergio

    18 Luglio 2011 - 17:05

    restituisca al partito la casa di montecarlo e poi vada a prenderlo nel dere....no

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    17 Luglio 2011 - 15:03

    ....Manca solo che intesti anche questo immobile ad una società anonima di S.Lucia a nome Tulliani e......alla fine resterà in mutande

    Report

    Rispondi

  • compagno sovietico

    17 Luglio 2011 - 14:02

    con questa mia voglio difendere fini da questi attacchi solo perchè ha tradito berlusconi che lo aveva sdoganato e perchè ha venduto una casa del partito a una società off shore.tenete conto che è il presidente della camera messo lì da berlusconi.d'altra parte ormai è innocuo per un atta cco alla democrazia.si sta spegnendo da solo.quindi lasciatelo stare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog