Cerca

Berlusconi: "Nel 2013 lascio" Ma Formigoni silura Alfano

Il premier: "Tremonti? pensa di essere un genio. Non mi ricandido". Il governatore non ci sta: "Nel Pdl servono le primarie"

Berlusconi: "Nel 2013 lascio" Ma Formigoni silura Alfano
Silvio Berlusconi prende posto su un divano e parla con uno dei suoi avversari storici più tenaci: La Repubblica di Carlo De Benedetti. Il Cavaliere, nell'intervista firmata da Claudio Tito, è un fiume in piena e ne ha per tutti. Anche per sé: "Alle prossime elezioni non sarò il candidato premier. A 77 anni non posso più permettermi di fare il presidente del Consiglio. Il candidato premier del centrodestra sarà Alfano. Io, se potessi, lascerei già ora...". Nel Pdl è silenzio di tomba per una decina di ore. A tardo pomeriggio, la replica, pesante. Arriva dalla Lombardia, per la precisione dal governatore Roberto Formigoni, pdiellino di area cattolica (anzi, Cl) e aspirante candidato a Palazzo Chigi. Aveva alzato più volte la voce invocando le primarie sul modello del centrosinistra, tutti sembravano accogliere la proposta. Fino a quando Silvio ha ribadito la "nomina dall'alto". Che a Formigoni non va: "Servono le primarie". Come dire: occhio, caro Angelino, che a Palazzo Chigi voglio arrivarci pure io.
Libero-news.itLibero-news.it

Io al Quirinale? No, ci andrà Gianni Letta



Berlusconi non ha replicato. Le sue frasi, più tardi smentite parzialmente ("Era un colloquio amichevole, Repubblica lo ha riportato a botta e risposta", ha puntualizzato il Cav), sono comunque un avvertimento alla Lega: "Ci sono tanti giovani di valore, come Reguzzoni o Cota, ma non hanno ancora trovato il successore di Bossi". Il Cav, invece sì: è Angelino.


"Tremonti? Pensa di essere un genio" - Ma come detto Berlusconi è in grande forma. E dopo aver ribadito che "l'intesa con Bossi è solidissima", che non esiste "alcuna possibilità che nasca un governo tecnico" e che al Quirinale non ci andrà lui ma Gianni Letta ("E' la persona più adatta"), ricomincia a tirar pietre contro Giulio Tremonti. "Sa, lui pensa di essere un genio e crede che tutti gli altri siano dei cretini - questo il giudizio tranchant -. Lo sopporto perché lo conosco da tempo e va accettato così. Ma è l'unico che non fa gioco di squadra". Poi una battuta sugli insulti del titolare dell'Economia a Renato Brunetta: "Quel 'cretino' è emblematico. Brunetta, giustamente, parla ai nostri elettori. Lui invece parla solo ai mercati".
Libero-news.itLibero-news.it

La struttura Delta?
Se fosse vera
sarebbe una struttura di coglioni.
Non hanno modificato un bel nulla



"Struttura Delta? Struttura di coglioni" - L'altro tema che tiene ancora banco è quello del mistero sul Lodo Mondadori contenuto in manovra e poi scomparso. "Hanno fatto tutto loro", ripete Berlsuconi. E quando dice loro, intende proprio Tremonti e Alfano. "Io - chiosa - nemmeno la volevo". Sempre dal nutrito fronte delle polemiche che circondano la maggioranza nelle ultime settimane, l'intervista pesca dal mazzo della P4: "Tutta roba che finirà nel nulla. Quel Bisignani non l'ho mai conosciuto". Repubblica, dai meandri dell'affaire sulla presunta cricca, sta cercando da giorni con una campagna stampa di tirar fuori una pretesa 'Struttura Delta' in Rai a difesa proprio del Presidente del Consiglio. Il commento di Berlusconi al riguardo è da antologia: "Ma quale struttura Delta? Se fosse vero sarebbe una struttura di coglioni. Non hanno condizionato un bel nulla. La Rai ci è sempre stata contro". Intanto, l'offensiva dei pm contro il Pdl cresce d'intensità con il passare dei giorni. Il motivo? Anche "il partito dei giudici si sta preparando all'appuntamento elettorale del 2013", conclude il premier.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leonhardo

    08 Luglio 2011 - 19:07

    Ha semplicemente detto che, Alfano candidato premier gli andrebbe benissimo, purchè sia sostenuto dalla base che si dovrà esprimere nelle primarie ...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    08 Luglio 2011 - 19:07

    Caro pinuccio,con sto' caldo devi stare all'ombra,che poi ti prendono le allucinazioni.Possibile che uno mezzo intelligente come te non ha ancora capito?E' da quando il Giuda ha tentato di accoltellare alle spalle Silvio,che dite e sperate che Berlusconi sia finito.Non ci avete mai azzeccato.Almeno per scaramanzia.non dire che Silvio è finito,almeno non ti porti sfiga da solo.Ciao pinuccio.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    08 Luglio 2011 - 19:07

    E' la prima regola della matematica che insegnano a scuola.Lordo meno tara,uguale peso netto.Se uno ti chiede il peso netto,cioè quello che alla fine rimane dopo la custodia cautelare e la fine del processo,cosa rimane?Tu ricordi perfettamente l'inizio,ma non la fine.Informati,vedrai che la media crolla.

    Report

    Rispondi

  • ander86

    08 Luglio 2011 - 18:06

    Di certo non andrò a votare chi cerca le "coccole". A mio avviso,l'ideologia ci ha resi per troppo tempo schiavi ed imbecilli(in latino=indifesi),che abbiamo "viziato" oltre ogni limite la classe politica di questo Paese.La frase di Rotondi,senza alcuna forma di rispetto e civiltà ha cambiato radicalmente ogni forma di spiraglio. Se questa è l'idea che i politici hanno di loro,di noi che idea hanno? Ritornerò a votare,per dirlo con un pò di ironia che non guasta mai,la prossima "era geologica",quando le cose in Italia saranno cambiate. Piuttosto che votare Bersani,Bindi,Finocchiaro,Vendola,Di Pietro e compagnetti vari,berrei la cicuta! Continuare ad osannare,sia da una parte sia dall'altra non fa bene a nessuno,neppure agli osannati. Cambiare mentalità altrimenti si conserva lo "status quo",che non si può dire che sia positivo. Solo i tifosi potrebbero dirlo. E una Nazione non ha bisogno né di tifosi né di "girotondini",ma solo di politica,di idee e di sana ragione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog