Cerca

Ghedini: "Fininvest pagherà". Scatta richiesta dei legali Cir

L'avvocato del premier: "Sarà versato il maxi-risarcimento a De Benedetti. Nessuna nuova legge. Speriamo nella Cassazione"

Ghedini: "Fininvest pagherà". Scatta richiesta dei legali Cir
"Fininvest pagherà". E' l'avvocato di Silvio Berlusconi a placare le polemiche intorno al maxi risarcimento che il gruppo Fininvest dovrà alla Cir di Carlo De Benedetti. Il deputato del PdL Niccolò Ghedini  spazza via l'ipotesi del ricorso ad una nuova norma 'salva Fininvest', così come quella di una sospensione del pagamento. I giudici,infatti, avrebbero potuto intervenire in tale direzione, ma "non lo hanno fatto " e "certamente non sospenderanno l' esecutività della sentenza" più avanti. Il gruppo di Marina Berlusconi, quindi, pagherà i 560 milioni di euro stabiliti sabato scorso dalla Corte d'appello, nella speranza che poi potrà "riavere i soldi indietro quando la Cassazione farà giustizia".

La legge - Niccolò Ghedini - in Tribunale a Milano per l'udienza Mediatrade - ha rotto il silenzio intorno all'eventualità di una legge in cantiere per intervenire sulla sentenza. Le voci al riguardo si rincorrono da giorni ma "non c'è nessuna ipotesi di legge, lo escludo categoricamente", ha detto ai cronisti. L'avvocato, poi, ha voluto poi anche specificare che la norma inserita nella manovra e poi ritirata, contemplava "un principio di civiltà". Essa, infatti, faceva in modo che per una società -  condannata a pagare in sede civile più di 20 milioni di euro - fosse previsto il "blocco" dell'esecutività del pagamento, fino alla pronuncia definitiva della Cassazione, salvo deposito di una cauzione. "Ci sono società  - ha detto ancora - costrette a pagare prima del giudizio definitivo della Cassazione e questo non è giusto". 

Lettera dei legali Cir - Qualche ora dopo l'annuncio di Ghedini, si è appreso che i legali della Cir hanno inoltrato una lettera con la richiesta di pagamento di 560 milioni a Banca Intesa Sanpaolo, capofila degli istituti di credito che hanno garantito la fidejussione a Fininvest per sospendere l’esecutività della sentenza di primo grado nella vicenda Lodo Mondadori. La richiesta di pagamento è arrivata dopo che, in mattinata, gli avvocati del Gruppo di Carlo De Benedetti hanno ritirato la copia autentica della sentenza di appello che obbliga Fininvest a versare 560 milioni alla Cir.   Una copia della richiesta di pagamento è stata inviata anche alla Fininvest. La prassi prevede, in questi casi, che trascorrano una decina di giorni lavorativi tra la richiesta e il pagamento effettivo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    13 Luglio 2011 - 16:04

    Non parlare di maggioranza,magari c'è qualche destro che fà come voi sinistri,moltiplica i nickname.Io avevo già detto che in ogni caso,il provvedimento non era retroattivo.Infatti e come avevo detto io,anche se Pinuccio era sospettoso.Però Pinuccio,sparisce dalla circolazione quando gli conviene.Pinucciooooooo dove sei?

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    13 Luglio 2011 - 16:04

    Giusto! Per non avere a che fare coi giudici è sufficiente non delinquere, proprio come Tortora e i suoi fratelli.

    Report

    Rispondi

  • cioccolataio

    13 Luglio 2011 - 10:10

    In un referendum di Libero, e per quello che vale, la maggioranza dei votanti e' favorevole a che, di questi tempi e con quello che sta succedendo, venga proposta e votata una legge per evitare a Fininvest di pagare! No comment

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    13 Luglio 2011 - 06:06

    Dei giudici imparziali obbligano chi "delinque" a risarcire un delinquente reiteratamente impunito... assolutamente coerente!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog