Cerca

Rifiuti, è guerra nel governo Lega: "In Aula voteremo no"

Il decreto spacca la maggioranza. Il nodo è il trasferimento nelle altre Regioni, veti incrociati Carroccio-deputati campani del Pdl

Rifiuti, è guerra nel governo Lega: "In Aula voteremo no"
La maggioranza inciampa ancora sui rifiuti e ora il governo è ad un vicolo cieco. La Lega si arrocca sul decreto e minaccia di votare no, la componente campana dal canto suo non può permettersi di cedere nulla. E Berlusconi? Il Cavaliere, a Napoli, si è giocato spesso faccia, cuore e partita politica. Cadere per colpa della monnezza, proprio quando la responsabilità è anche di un sindaco forte (e dell'opposizione) come Luigi De Magistris sarebbe una beffa inaccettabile.

Botta e risposta - Scenario della battaglia tutta interna al centrodestra è la riunione del comitato dei nove della commissione Ambiente. Lega e Pdl non raggiungono l'accordo sulla modifica da apportare al testo del decreto dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha sospeso l'ordinanza del Tar del Lazio che bloccava il trasferimento automatico dei rifiuti nelle altre Regioni. E' stata la Lega a mettersi di traverso: nel decreto, sottolineano dal Carroccio, non può mancare la norma secondo la quale i rifiuti della Campania potranno essere accolti solo dopo il 'nulla osta' della Regione di destinazione. Un ostacolo insormontabile Bossi e i suoi lo hanno trovato nei parlamentari campani del Pdl (in testa Paolo Russo, Nicola Cosentino e Luigi Cesaro), che hanno a loro volta minacciato di votare contro il primo articolo, esponendo il governo al rischio di una caduta.

Inutile mediazione - Al termine di una riunione nella sala del governo a Montecitorio tra il presidente dei deputati pidiellini Fabrizio Cicchitto e il capogruppo alla Camera del Carroccio, Marco Reguzzoni, presenti Cosentino, Cesaro e Russo, si è arrivati a una soluzione di compromesso. Pdl e Lega hanno chiesto in Aula un rinvio in Commissione per bocca del relatore Agostino Ghiglia. Richiesta però bocciata dalla Camera con 6 voti di scarto e l'opposizione di Pd, Udc, Idv e Fli. Il testo scade il 30 agosto e deve ancora essere esaminato dal Senato. L'Assemblea di Montecitorio ha quindi iniziato l'esame degli emendamenti al decreto. A gettare ombre sul futuro del decreto (e del governo) è il leghista Renato Togni: "In Consiglio dei ministri i membri del governo della Lega Nord hanno votato contro questo decreto legge: si presume che i gruppi parlamentari manterranno la stessa posizione" durante l'esame parlamentare del provvedimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VICTORY42

    20 Luglio 2011 - 16:04

    Ma se al nord hanno come dici tu già i leghisti come rifiuti perché ti scaldi tanto? Andrà bene così,ma,a napoli vi tenete i rifiuti e anche i politici meridionali !!Te capìììì!!!

    Report

    Rispondi

  • itz10pf

    20 Luglio 2011 - 10:10

    Questa e' certamente l'occasione d'oro per far capire, per sempre, ai politici del sud che l'era dell'assistenzialismo a tutti i costi e' FINITO !!! Devono imparare a cavarsela da soli, perche' non c'e' piu' nessuno disposto a farsi carico dei loro problemi cronici. La spazzatura la devono rimuovere loro e devono presentare il conto ai loro cittadini. Chissa' che magari, finalmente i Napoletani invece di nascondere la testa come fanno gli struzzi, decidano di sollevarsi contro i loro governanti locali. Magari cominceranno a chiedersi come mai il resto del paese non ha monnezza in mezzo alla strada. Nonostante questo problema sia nato ed esploso nei lunghi anni di governo locale di sinistra, i Napoletani li hanno votati di nuovo....chi gli ha detto di farlo ? Forse la camorra ?

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    20 Luglio 2011 - 08:08

    Ha perfettamente ragione la Lega! I rifiuti napoletani se li devono mangiare loro! Io, per ripicca, inviterei tutte le città d'Italia a lasciare i rifiuti per strada e poi vediamo come la mettiamo!!!!!!!!! Sono stupide tutte le altre città? Dobbiamo proprio convincerci che il mondo è dei furbetti e quelli che si comportano bene devono sempre prenderla in quel posto?

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    19 Luglio 2011 - 23:11

    Berlusconi fa malissmo a mediare a a cedere sempre! Vogliono un aiuto dal Governo? Bene, allora DOMANI iniziano i lavori per il termovalorizzatore, con un preciso limite di tempo per la messa in funzione. Se non lo realizzano, niente aiuti. E de magistris si arrangi e faccia un po' come gli pare! Forza Bossi, tieni duro!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog