Cerca

Calderoli fa come Stakanov "I politici saltino le ferie"

Il ministro leghista: "Basta manfrine delle politica. La Cgil vuole cambiare la manovra? Allora può già andare in vacanza"

Calderoli fa come Stakanov "I politici saltino le ferie"
La settimana dei confronti e dei tavoli tra governo e parti sociali potrebbe non essere l'ultima prima delle vacanze, almeno se si ascolterà l'appello del ministro della Semplificazione Roberto Calderoli. "In una emergenza così acuta come quella che stiamo vivendo - ha detto intervenendo domenica ad un comizio della Lega nella Bergamasca - non si possono aspettare i tempi della politica. C'è agosto, rinunciamo alle ferie e mettiamoci a lavorare subito per dare un segnale ai mercati e per dare già all'inizio di settembre una risposta convincente". Sulla reazione della Cgil che ha posto come condizione la modifica della manovra, Calderoli ha risposto: "E' un tavolo in cui tutti con le proprie proposte e con le proprie idee portano una soluzione per il problema del Paese. Quando uno dice: Sì, ma la manovra deve essere cambiata, mette dei paletti che non recepiscono il mio appello. Poi può darsi che tra le tante proposte che arriveranno si debba cambiare la manovra, ma lo decideremo tutti assieme, e non con una pregiudiziale. Sennò la Cgil può andare in vacanza". Inutile, però, discutere della questione preventivamente, in Parlamento. "Mi sembra una assurdità, è il solito giochino delle parti per portare nel teatrino della politica un problema serio. Questa mia proposta è una volontà di uscire dal tavolo dei giochini della politica. Abbiamo già visto che il Parlamento certe proposte non è in grado di digerirle, perché sono troppo forti le lobby".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Amiba

    02 Agosto 2011 - 12:12

    Con l'Italia che è sotto attacco degli speculatori, questi vorrebbero anche andare in ferie??? Hanno un mandato di cinque anni... Io le abolirei prorio le ferie ai parlamentari. Che si facciano cinque anni di mandato e poi, se vogliono andare in ferie, che non si ripresentino. In Italia ci sono piccoli imprenditori che le ferie non le vedono da almeno 10 anni.

    Report

    Rispondi

  • gado53

    02 Agosto 2011 - 09:09

    Ci avete stufato, potete proporre qualsiasi cosa, ormai avete perso ogni credibilita'. Calderoli, stiamo aspettando la chiusura della barberia di Montecitorio e di tutti i privilegi di chi vi sta attorno e vive di politica. Ho 58 anni e sono in CIGS e non trovo un posto di lavoro, mi avete anche spostato i termini per arrivare alla pensione.

    Report

    Rispondi

  • Commissario Basettoni

    02 Agosto 2011 - 07:07

    La Costituzione italiana sancisce che ogni lavoratore ha diritto personale e inalienabile ad un periodo di ferie al quale non può rinunciare e di cui deve fruire (art. 36). Orbene i signori politici ....che c'azzeccano con il discorso ferie??? Quello che fanno è da considerarsi un lavoro?? Mah....

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    01 Agosto 2011 - 19:07

    Il minstro Calderoli, che non ha semplificato niente, a parte la plateale sceneggiata dell'incendio di leggi obsolete, è sempre alla ricerca della visibilità. E in questa direzione va la sua proposta di lavorare nel mese di agosto con una grande adunata. Non bisogna dirlo, ma bisogna farlo, ma i parlamentari, con Calderoli, in testa, si guarderanno bene di farlo e di conguenza dal 5 agosto partiranno per i luogi di vacanza, mentre l'Italia affonda. Poi il 15 agosto avremo le cronache del ministro degli interni che si trova a Roma per vigilare sugli italiani. Nel frattempo i giornali, e lo scrivo con grande rammarico,discetterano sulle previsioni del tempo, sulla scia della trasnmissione principale delle tv pubbliche e commerciali. Giovanni Attinà .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog