Cerca

Umberto rispolvera la canotta Come nei '90, ma è tardi

Bossi ripropone il simbolo dell'ascesa Lega. Prova a tornare alle origini, ma adesso la canottiera ce l'ha Maroni

Umberto rispolvera la canotta Come nei '90, ma è tardi
Umberto Bossi s'attacca alla canotta. Quella bianca, un po' sdrucita, buona per tutte le occasioni: dal mare al verde dei raduni, dal bar del Varesotto al dopo-comizio, quel momento un po' sbracato che si conclude tra sigari, l'ultimo bicchiere di rosso, l'amaro o il grappino. Roba popolare, che vent'anni fa in politica sembrava una rivoluzione. Il Senatùr, in difficoltà di immagine e leadership, ora ci riprova. Le sue foto in tenuta estiva, canottieresca, hanno fatto il giro del web e non è un caso.


Più che scatti rubati, con l'Umberto circondato da fedelissimi, fedelissime e attivisti del Carroccio, appare una strategia di marketing. Un tentativo di rilancio passando dalle radici della Lega. Un tentantivo nostalgico, forse malinconico se non fuori tempo massimo. Perché l'immagine del Bossi popolare e anche, massì triviale, andava bene negli anni Novanta quando la Prima Repubblica era appena finita e tutti volevano l'anti-politica, l'esatto opposto di giacche e cravatte. Ora quell'anti-politica sta montando ancora, è vero. Ma il guaio è che la Lega è nel calderone dei contestati. I ruoli si sono insomma rovesciati. La beffa, per il Senatùr, è che la fronda ce l'ha dentro casa. Il suo avversario si chiama Bobo Maroni, uno che la canottiera bianca glie l'ha sfilata da un po' di tempo, riuscendo (miracolosamente) a rimanere lontano dalle paludi chic di Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pi.bo42

    02 Agosto 2011 - 23:11

    Vuole consolare gli italiani ridotti in canottiere e, aggiungerei, braghe di tela, anche per colpa della sua Lega. Non vorrei lo facesse però per prenderci per i fondelli; "voi, cari connazionali siete in canottiera io, grazie alla fiducia accordatami dalla vostra ingenuità, sono arrivato nelle stanze del potere e la canotta la metto per scherzo"!

    Report

    Rispondi

  • AGOUNTER

    02 Agosto 2011 - 19:07

    Purtroppo non è una barzelletta e neanche cabaret: L'Italia è in mano ad uno così. E' così difficile capire il perchè le cose non vanno bene ?? Saluti.

    Report

    Rispondi

  • renato roi

    02 Agosto 2011 - 19:07

    a parlare d' ignoranza. Grammatica e sintassi del suo commento non lo permettono.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    02 Agosto 2011 - 18:06

    Maroni non ha nessuna canotta: anche gli ultimi assalti degli immigrati alle nostre forze dell'ordine (ma quale), dimostrano che il ministro dell'interno è nudo, senza nessuna corazza: altro che Alberto da Giussano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog