Cerca

Cav: "Unanimità su pacchetto Nuove tasse, gronda il cuore"

Berlusconi dopo il varo manovra: "Seguito le indicazioni Bce, la sfida è planetaria". Poi Tremonti: "Misure di luglio non sufficienti"

Cav: "Unanimità su pacchetto Nuove tasse, gronda il cuore"
Il CdM ha approvato il pacchetto di misure anti-crisi (leggi le misure): al termine dei lavori ha preso parola in conferenza stampa il premier, Silvio Berlusconi, che ha confermato che il pareggio di bilancio è stato anticipato al 2013. L'incontro con la stampa è stato breve, e il ministro Giulio Tremonti, dopo aver confermato parte dei provvedimenti, ha rimandato l'approfondimento all'incontro con i giornalisti che si terrà sabato.

"Via 54mila poltrone" -
Il Cavaliere ha sottolinato che "abbiamo lavorato secondo le indiscrezioni della Bce, e la manovra è stata approvata all'unanimità". Il primo punto toccato da Berlusconi è stato quello relativo alla riduzione dei costi della politica: "Per la domanda dell'opinione pubblica ci sono numerosi interventi - ha spiegato -, credo anche eccessivi rispetto a ciò che sarebbe giusto, ma abbiamo seguito i desiderata dei cittadini, che guardano alle loro condizioni e ritengono che i politici abbiano entrate eccessive". In totale, ha stimato, "saranno eliminate intorno alle 54mila poltrone. Un numero veramente rilevante". Il premier, successivamente, rispondendo alle domande dei cronisti ha spiegato di non ritenere "necessario porre la fiducia in Parlamento sulla manovra".

"Nuove tasse, gronda il cuore" - Il presidente del Consiglio ha ricordato che "ci troviamo di fornte a una sfida planetaria" dovuta al debito pubblico "lasciato in eredità dai governi precedenti. La situazione ha fatto sì che la speculazione finanziaria, dopo la Grecia, si concentrasse sulla nostra posizione, e noi ci siamo trovati nella necessità di rinnovare i titoli del depito pubblico, il che comporta che noi quest'anno dobbiamo rinnovare più di 290 milioni di euro. Noi non potevamo che fare fronte attraverso l'intervento dell'istituto europeo, e abbiamo deciso di ottemperare alle condizioni che la Bce ci imponeva". "Ci troviamo di fronte a una sfida planetaria". Il premier ha poi confermato l'introduzione di nuove tasse, spiegando che per queste misure "il cuore gronda di sangue, perché uno dei vanti di questo govenro era quello di non aver mai messo le mani nelle tasche dei cittadini". Lasciando la stanza, al termine dell'incontro con i cronisti, Berlusconi ha ribadito di essere "addolorato, ma soddisfatto".

Tremonti: "Manovra di luglio non più sufficiente" - Nel successivo intervento, Giulio Tremonti ha spiegato che la manovra di luglio "è ancora necessaria ma non si è rivelata pià sufficiente". Il ministro dell'Economia ha spiegato che "abbiamo distribuito la manovra e l'abbiamo modulata perché sia la più equa alle esigenze". Quinti il Superministro ha confermato che il pacchetto poreterà "all'1,4% il rapporto deficit-pil alla fine del 2012, per poi arrivare allo zero nel 2013". Senza entrare nel dettaglio, il titolare di via XX Settembre ha poi spiegato che la stesura della manovra "è stato un esercizio un po' complicato", e ha aggiunto che "gran parte si compone di addizionali" rispondendo a chi chiedeva se i 45 miliardi annunciati siano o meno aggiuntivi rispetto ai precedenti 47 del pacchetto di luglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    13 Agosto 2011 - 18:06

    forse eri all'estero: è dal 1983 che c'è l'obbligo dello scontrino fiscale, con multe salatissime per chi non lo emette e la chiusura dell'esercizio: solo che adesso si chiude alla prima infrazione. Faranno chiudere chi non fa uno scontrino per un gelato (la legge non fa differenze) dopo aver permesso ai truffatori esportatori di capitali di pagare il 5% sul dichiarato, permettendogli di distruggere i documenti contabili, con garanzia di anonimato ed impunibilità. E gli elettori del CDX hanno aperto bocca solo per insultare l'opposizione che si batteva contro tale provvedimento. In quanto elettore di destra, vai a dormire, tu e tutti quanti voi!!!!

    Report

    Rispondi

  • Onesto56

    13 Agosto 2011 - 09:09

    Il tuo cuore gronda sangue? Spero non ne rimanga dentro una goccia! Non si possono ascoltare STUPIDATE SIMILI ! Sai cosa ti gronda? la fronte di sudore quando cerchi di fare il bullo con le TUE PUTTANE PREZZOLATE e non ci riesci,questo e' il tuo unico dolore!

    Report

    Rispondi

  • kaiabo

    13 Agosto 2011 - 09:09

    c'è da restare basiti. Cosa fa il governo della "rivoluzione liberale" e del "meno tasse per tutti": fa come i Prodi e gli Amato, mette le mani nelle tasche dei cittadini. Ma il commercialista di Sondrio fa di più: scegli con cura leproprie vittime. Chi pagherà l'eurotassa? Non ni grandi patrimoni, non commercialist,avvocati, artigiani, no, laa pagheranno i dirigenti d'azienda e gli alti funzinari di stato: GRAZIE! Se questo è il "governo del fare", colpisce proprio quelli che maggiormenet "fanno" e hanno il torto di farlo da dipendenti e quindi alla luce del sole. Chi continua a dichiarare 50.ooo € di reddito e poi possiede immobile e titoli, ancora una volta la farà franca. Carissimi Berlusconi e Tremonti siete dei ciarlatani come chi vi ha preceduto. Quando cercherete dei voti, qui non li troverete più...

    Report

    Rispondi

  • Aldo Succi

    13 Agosto 2011 - 09:09

    Come si regolerà il Governo su queste cifre? Costo mensile di un Deputato : Indennità parlamentare netta : €. 5.419,46 ritenute previdenziali : €. 749,79 ritenute assistenziali : €. 503,59 Fondo per l’assegno di fine mandato da cui percepirà l’80% : €. 749,79 Fondo per l’assegno vitalizio (25% - 80%): €. 962,42 ritenuta fiscale: €. 3.555,63 Indennità lorda: €. 11.940,68 Diaria: €. 4.003,11 Rimborso per spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori : €. 4.190,00 Spese di trasporto e spese di viaggio (escluse le tessere gratuite, ma calcolando sempre trasporti superiori ai 100 km [1.331,70 + 258,16] : €. 1.589,86 Spese telefoniche : €. 258,16 Costo mensile di un deputato : circa €. 21.981,81 I deputati italiani sono 630, per cui mensilmente costano allo Stato Italiano : €. 13.848.540,30

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog