Cerca

Crosetto: "Tremonti? Arrogante, iroso e ostaggio dei burocrati"

Il Sottosegretario frondista spara ad alzo zero contro Giulio e rivela: "La supertassa non l'ha scritta lui"

Crosetto: "Tremonti? Arrogante, iroso e ostaggio dei burocrati"
Tremonti "doveva affrontare con coraggio l’emergenza e invece oramai non parla più, non ascolta più e lascia l’Italia sprofondare nelle sabbie mobili". Un nuovo duro attacco al ministro dell’Economia da parte del sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, che, intervistato dal settimanale A, sostiene: "Giulio Tremonti vive barricato nel bunker, asserragliato nel ministero di via XX settembre incapace di confrontarsi e di mediare". Insomma, "Tremonti è sempre più solo e sempre più ostaggio dei burocrati del ministero. I provvedimenti di questa manovra, che rischia di metterci definitivamente al tappeto, mica li ha scritti lui. Li hanno scritti" quelli che Crosetto chiama "i tecnicì di via XX settembre".

"Supertassa? Non è frutto di Tremonti" - Nell'accorato intervento, il Sottosegretario svela poi che "il contributo di solidarietà non è figlio della penna di Tremonti. Ma di quella di Fabrizia Lapecorella, una signora quasi sconosciuta dirigente al ministero dell’Economia, e quella di Vincenzo Fortunato, il capo di gabinetto del ministro, uno dei burocrati più potenti d’Italia, uno che guadagna dieci volte un parlamentare". Ma gli affondi non sono terminata: "Tremonti è il più grande fiscalista mai nato in Italia, un uomo di cultura... Ma qui mi fermo e se inizio a mettere in fila i suoi difetti vado avanti ore. Servirebbe un libro per descrivere i suoi limiti caratteriali. Per raccontare le sue piccole arroganze. E’ impulsivo, permaloso, aspro...".

"Manovra corretta con la scure" - Per il sottosegretario, "quel suo modo di fare rischia di mandare a monte anche il dialogo con l’Udc. L’ho osservato con fastidio trattare Casini con distacco, con arroganza, quasi volesse togliere forza ai tentativi di chi vuole ricostruire un centrodestra ancorato ai valori e ai programmi del Ppe". Crosetto continua: "Mio figlio è un ragazzino di 14 anni ma si intimorisce quando mi vede litigare con Tremonti e mi dice 'Lascialo perdere, quello mi fa paurà". Ma il sottosegretario spiega, con una battuta, di non temere il collega di governo: "Io ho paura solo degli insetti". Quindi Crosetto sposta il mirino soltanto sulla manovra, spiegando che "le Camere la correggeranno con la scure, e non con il bisturi". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guidoboc

    22 Agosto 2011 - 21:09

    Non vorrei sbagliare ma sembra anche effeminato e isterico come le donne.

    Report

    Rispondi

  • GINO47

    22 Agosto 2011 - 16:04

    Ed anche cafonal, come direbbe d'Agostino. Infatti è sempre con le mani in tasca che alterna dai pantaloni alla giacca (quelle della giacca sono diventate due bisacce). Il tutto anche davanti alle telecamere. Un vero cafone! Tremonti vattene a casa (non i quella romana), sapessi quanti economisti esistono migliori di te. Non sei il primo della classe!

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    19 Agosto 2011 - 19:07

    che in realtà comandano i vari vincenzo fortunato e dirigenti del ministero allora che ce ne facciamo di tremonti è lui il capo e loro dovrebbero chinare l capo ma se tremonti deve *ubbidire* a questi * talebani l prima cosa che deve fare un governo liberale è rimuovere proprio questi *talebani* ( tutti doveri e niente diritti per il contribuente) e dare un'impostazione un po' più coerente alla materia fiscale altrimenti l'opposizione non è nei banchi di montecitorio ma a capo degli uffici ministeriali. di caos in italai ce n'è già troppo, sembra un'orchestra di ubriacono dove ognuno suona per conto suo producendo una cacofonia insopportabile... o si cambia musica o questa la faremo noi... musica dura per i duri di orecchi ( e di comprendonio!)come lorsignori|!

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    19 Agosto 2011 - 18:06

    Che se ne vaxda a casa, con i migliori auguri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog