Cerca

Penati si autosospende da Pd Pm non mollano: in galera

L'ex sindaco di Sesto nei guai fino al collo: "Lascio il partito per evitare imbarazzi". La Procura fa ricorso al Riesame contro il suo mancato arresto

Penati si autosospende da Pd Pm non mollano: in galera
Filippo Penati molla il Pd, i pm non  mollano lui. L'ex sindaco di Sesto San Giovanni e braccio destro del segretario nazionale Pierluigi Bersani, coinvolto nell'inchiesta di Monza sulle tantenti rosse nell'ex area Falck ha annunciato il suo addio (temporaneo?) al partito: "Ho deciso di autosospendermi dal Pd e di uscire dal gruppo consiliare regionale. Questo per non creare problemi e imbarazzi al Partito democratico". L'ex vicepresidente del consiglio regionale lombardo ha ribadito la propria "estraneità ai fatti che mi vengono contestati". Fatti e accuse gravi, che non hanno portato all'arresto solo per un cavillo. Tra tangenti e nottate a luci rosse pagate dagli imprenditori amici, il sistema Sesto è stato svelato dai pm in tutte le sue declinazioni. Ecco perché gli stessi pm di Monza Franca Macchia e Walter Mapelli hanno già depositato il ricorso contro il rigetto della richiesta di arresto per Penati e per il suo braccio destro Giordano Vimercati. A quanto si apprende, nell'impugnazione davanti ai giudici del Riesame i pm hanno ritenuto criticabile l'ordinanza del gip Anna Magelli: in particolare, ai pm non va giù la riqualificazione dell'accusa a carico dei due indagati da concorso in concussione a concorso in corruzione. Reato, il secondo, che il gip ha ritenuto provato, ma estinto per prescrizione. I giudici del riesame non si sono ancora riuniti.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    29 Agosto 2011 - 12:12

    "il 10 dicembre 2004, il leader di Forza Italia ... i giudici lo avevano dichiarato prescritto, grazie alla concessione delle attenuanti generiche, il reato di corruzione inerente il cosiddetto bonifico 'Orologio', cioè i 434 mila dollari erano passati da un conto riconducibile alla Fininvest all'ex capo dei Gip di Roma Renato Squillante, grazie alla mediazione di Cesare Previti." Previti è stato invece condannato.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    27 Agosto 2011 - 16:04

    ...sospendersi?Si dice per difendersi meglio!? Questa è una grande panzana;vale per gettare fumo negli occhi dei più sprovveduti.Pennati non doveva sospendersi affatto,sino a sentenza definitiva.Mi piace usare lo stesso metro,uguale per tutti,nessuno escluso.

    Report

    Rispondi

  • angelo.ally

    27 Agosto 2011 - 15:03

    Se Penati non va in galera dobbiamo ringraziare il vostro presidente che, per non andarci lui, ha modificato le leggi per salvare se stesso e tutti quelli come lui.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    27 Agosto 2011 - 14:02

    Non vorrei che facesse come Marrazzo che si era 'sospeso' ma i soldi li prendeva ugualmente. Questi arruffapopoli sono scaltri come i serpenti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog