Cerca

Imbarazzati Prodi al telefono con i terroristi e processi a orologeria: le spiate di Assange

Wikileaks pubblica migliaia di cablo Usa. Francesi "scioccati" per le amicizie palestinesi di Romano, ombre sulle toghe italiane

Imbarazzati Prodi al telefono con i terroristi e processi a orologeria: le spiate di Assange
Prodi affondato da Hamas, Berlusconi dalla magistratura. Spulciando tra i 251.287 file pubblicati da Julian Assange e dal suo sito di cyberguerrilla Wikileaks emergono nuove, imbarazzanti considerazioni e valutazioni da parte dei diplomatici Usa di stanza in Italia. Questa volta, però, ad uscire peggio sono l'ex premier del centrosinistra e la magistratura italiana. Del primo, vari cablo inviati alla Casa Bianca, l'allora ambasciatore americano a Parigi, Craig Stapleton, che ricordava come Romano Prodi, prima di arrivare per la seconda volta a Palazzo Chigi nel maggio 2006, avesse "scioccato" il governo francese conversando al telefono tranquillamente con un leader palestinese di Hamas, considerato dall'Eliseo un gruppo terroristico e non politico. "Esponenti ufficiali del ministero degli Esteri francese - scrive Stapleton nel 2006 - ci hanno detto il 21 aprile di essere scioccati del fatto che Prodi avesse accettato di ricevere una telefonata da un esponente di Hamas". Non essendo il Professore ancora premier, Stapleton ha precisato che il fatto non avrebbe "spinto il governo francese a protestare bilateralmente o in ambito Ue".

Toghe a orologeria - E mentre sia il ministro degi Esteri Franco Frattini ("Un'altra azione veramente sconcertante") sia i quotidiani progressisti internazionali criticano la "pirateria" di Assange (Guardian, El Pais e Der Spiegel hanno attaccato l'hacker australiano, forse perché privati dello scoop), spunta qualche cablo un po' più interessante e stranamente snobbato da molti. Elisabeth Dibble, funzionaria americana a Roma, l'8 ottobre 2009, poche ore dopo che la Corte Costituzionale ha bocciato il lodo Alfano, nota come la magistratura italiana fosse "un tradizionale rifugio per i membri del Partito comunista durante la Guerra Fredda". E ancora: "La tempistica delle azioni giudiziarie - incluse alcune contro funzionari di centro-sinistra - spesso appare politica". Tra le cause "politiche", c'è quella di De Benedetti contro Fininvest, finita con il maxirisarcimento a carico del Biscione. Non a caso, "Difendersi dai numerosi processi potrebbe diventare una distrazione significativa" dall'attività di governo per Berlusconi, i cui avvocati, conclude la Dibble, "fanno una vera e propria corsa contro il tempo perché i reati cadano in prescrizione". E il giudizio negativo sulle toghe non è solo della Dibble, ma pure di Massimo D'Alema, che in un colloquio con l'ambasciatore americano a Roma Ronald Spogli avrebbe confidato, salvo smentita successiva: "La magistratura è la più grande minaccia allo Stato italiano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bachis Figus

    05 Settembre 2011 - 14:02

    Se D' Alema ha detto quelle cose, è l' unica cosa sacrosanta e giusta che abbia mai detto in vita sua. La penso allo stesso modo.

    Report

    Rispondi

  • valter29

    04 Settembre 2011 - 14:02

    Le toghe hanno troppo potere: potere nel perseguire qualcuno che magari ha partecipato fra molti ad un festino di partito, potere nel far apparire sui giornali intercettazioni che agli effetti del procedimento penale non hanno rilevanza alcuna ma che distruggono la vita di innocenti, potere discrezionale nel comminare o non comminare anni di carcere, ecc. E' ora di limitare questo strapotere con leggi che lo riducano in modo che vi sia anche per i magistrati sanzioni per comportamenti illeciti e non il solo trasferimento di sede, che vi sia un organo giudicante nei loro confronti che non sia formato da colleghi giudici, che sia ridotto ridotto il margine di discrezionalità nel comminare le pene,ecc. Quanti italiani sanno che i magistrati si fanno 45 giorrni di ferie, 15 in più di ogni comune italiano?

    Report

    Rispondi

  • giuliab09

    04 Settembre 2011 - 12:12

    siamo dei sognatori, quando chiediamo alla Vera Magistratura di battere un colpo!

    Report

    Rispondi

  • ambastianelli

    03 Settembre 2011 - 23:11

    e fu cosi' che alla fine andarono in vacanza laddove si prende il sole a quadretti!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog