Cerca

Nichi becchino di Bersani "Primarie già nel 2011"

Vendola approfitta dei guai del Pd e accelera su "La Stampa": "Io sono pronto, usciamo dai torbidi". Poi sfida Matteo Renzi

Nichi becchino di Bersani "Primarie già nel 2011"
Nichi Vendola accelera per prendersi il centrosinistra. Il leader di Sel e governatore della Regione Puglia, in un'intervista a La Stampa, incalza i vertici del Pd e spara: "Le primarie facciamole nel 2011. Io sono pronto". Nono sono parole in libertà. Il pifferaio sa che mai come in questo momento Pierluigi Bersani è debolissimo, infiacchito dallo scandalo Penati che rischia di travolgerlo in pieno e dall'impossibilità di calcare la mano contro il governo per arrivare a elezioni anticipate. Vendola fa leva proprio sulla questione morale quando definisce le primarie "il punto in cui tutti riusciamo a staccare la spina da un quadro torbido, un processo di ri-politicizzazione non passiva della società". La verità è che al di là delle formule filosofiche, Nichi mira al sodo. Quando parlava di primarie in fretta, inascoltato, gli è venuta "la tentazione del monaco, perché la mia richiesta sembrava una civetteria". Invece la sinistra radicale ormai gli sta stretta, proprio come a Matteo Renzi il ruolo di sindaco di Firenze e di rottamatore. Lo stesso Renzi che ha punzecchiato più volte Vendola sul suo sinistrismo. "Sono contento se Renzi si candida - replica a distanza il governatore pugliese -. Gli faccio notare che non è la Fiom ad aver chiuso Termini Imerese". Nichi rifiuta l'etichetta di manicheo, poi però sulla lotta all'evasione e la manovra picchia duro: "Un governo che si è comportato come un Al Capone istituzionale, che credibilità può avere nell'invocare giustizia divina contro gli evasori? La galera per i tre milioni in su è una nuova tremontata". La critica non è solo per il governo, ma pure per il Pd, che sulla costituzionalizzazione del pareggio di bilancio ha aperto a Berlusconi. "La proposta è irricevibile - scosta la questione Vendola -. Non si fa prima a cancellare gli articoli 1 e 3 della Costituzione? Se la politica è l'ombra del mercato, vivrà come un mercatino". Gli slogan per le primarie sono già pronti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Aldo Succi

    06 Settembre 2011 - 08:08

    La frase l'ho letta in queste pagine e, come dice Di Pietro, "ci azzecca". Caro Nichi, i tuoi compagni comunisti te lo tagliano con la falce, e te lo mettono in culo con il martello....e questo a te farebbe immensamente piacere....non credi? Togliti l'orecchino e fai la persona seria. Specchiati da Renzi. Aldo Succi

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    04 Settembre 2011 - 18:06

    dopo aver rovinato la puglia, vuole rovinare l'italia!! certo chela sinistra è messa propio male, ho letto di proposte quasi oscene per far scendere in politica gente come: profumo, monti, montezemolo e la moratti, stanno propio alla frutta!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • dondolino

    04 Settembre 2011 - 17:05

    butta via l'orecchino e smettila di fare il pedereasta.

    Report

    Rispondi

  • francomezzetti

    04 Settembre 2011 - 12:12

    se si va al voto con Vendola o Renzi leader del centrosinistra non c'è partita si perde sicuramente , se poi il centrodestra ripresentasse Berlusconi perderebbe anche contro un pirla qualunque

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog