Cerca

Berlusconi difende la manovra "Abbiamo salvato i risparmi"

Il Cav con un videmoessaggio sul sito dei Promotori della Libertà: "Protetto famiglie e fasce sociali più deboli. Salvata l'Italia"

Berlusconi difende la manovra "Abbiamo salvato i risparmi"
Dopo l'intervento con i giovani del Pdl, Silvio Berlusconi torna a parlare a tutto campo. Questa volta lo fa con un mesaggio audio pubblicato sul sito dei Promotori della Libertà. Il premier rivendica la buona fattura della manovra, insistendo su due aspetti fondamentali: è stata "il più equa possibile" e "ha salvato l'Italia". Secondo il Cavaliere i due aspetti devono essere necessari e sufficienti per mettere a tacere le infuocate polemiche delle ultime settimane.

"Abbiamo salvato i conti" - Secondo Berlusconi il decreto "ha posto le premesse perché  l'Italia raggiunga il pareggio di bilancio entro il 2013", la cosiddetta 'regola d'oro'. L'ultima volta che il traguardo fu raggiunto risale al 1876. Il dato, spiega il premier, fa capire come "l'Italia abbia vissuto per troppo tempo al disopra delle proprie risorse, in particolare per colpa dell'enorme debito accumulato negli anni del consociativismo catto-comunista. Penso - ha proseguito il presidente del Consiglio - che abbiamo lavorato bene per rendere la manovra più equa possibile, sia pure con il necessario rigore. Soltanto ai contribuenti più facoltosi, con redditi dai 300 mila euro in su - così sulla 'supertassa' - , è stato chiesto un onere del 3%. Ma questa è l’unica eccezione al principio che ho sempre rispettato di non mettere le mani nelle tasche degli italiani. In questo modo - ha spiegato Berlusconi - abbiamo tutelato i risparmi delle famiglie e abbiamo esentato dai sacrifici le fasce sociali più deboli". In questo modo "abbiamo salvato i nostri conti e in definitiva abbiamo salvato i risparmi dei cittadini italiani e abbiamo salvato l’Italia".

Caso Tarantini
- Una battuta il premier la riserva anche al caso dell'inchiesta Tarantini-Lavitola. Il Cavaliere ha invitato tutti coloro che stanno con lui a difendere nei propri ambienti l'operato del governo affinché si possa "riequilibrare le infinite falsità che vengono scritte in questi giorni anche su di me come persona".

Messaggio a Obama - All'inizio dell'audiomessaggio Berlusconi spiega di aver scritto una lettera al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, per "rinnovare l'amicizia e la solidarietà" agli Usa in occasione del decennale dall'attentato delle Torri Gemelle. Berlusconi, ricordando l'orrore delle Twin Tower, ripercorre dieci anni di "guerra al terrorismo che non è ancora conclusa, ma ha raggiunto risultati che sono certamente positivi, come la cattura di molti terroristi e l'eliminazione di Osama bin Laden. Ma soprattutto - ha sottolineato - una cosa deve incoraggiare l'Occidente, e cioè che al Qaeda rappresenta il passato, mentre i pacifici protagonisti della Primavera araba sono il futuro: i popoli musulmani più poveri non vedono affatto nel terrorismo una via di riscatto"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Carlomagno

    12 Settembre 2011 - 18:06

    Si parla tanto di memorie ci sono anche giorni dedicati ad essa. Nessuno ricorda quello che soleva dire ogni giorno Pannella:DROGA E' BELLO. Spero soltanto che qualcuno, fra qualche mese almeno ricordi che questa è l'unica legislatura che ha fatto lavorare i parlamentari nei sacri giorni estivi che solitamente mandava al mare gli onorevoli dopo la consegna del famoso ventaglio fino a tutto Agosto

    Report

    Rispondi

  • calibio26

    12 Settembre 2011 - 17:05

    Che abbia salvato l'Italia dal disastro cattocomunista è vero.Ricordate Ochetto baffi di bronzo con la sua meravigliosa macchina da guerra. Se avesse vinto l'Italia sarebbe diventata una enorme sicilia Un impiegato statale parastatale comunale provinciale circoscrizionale rionale condominiale ogni 5 contribuenti. Il gigantesco debito e la madre del cattocomunismo.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    12 Settembre 2011 - 15:03

    "...la manovra è invotabile...Berlusconi non mollerà... ha voglia di lasciare un ricordo migliore perché qui, fra luci ed ombre, mi paiono molto di più le ombre...". ----- Formigoni, anche lui oggi: "...se non cambia questa manovra ci sarà una rivolta sociale contro questo governo..."

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    12 Settembre 2011 - 15:03

    sì, eccole le parole buone; occhio alle date, così vediamo chi ha cominciato prima... - "Prodi? Un leader d'accatto (22/2/95). - "Veltroni è un coglione." (3/9/95). - "La Bindi e Prodi sono come i ladri di Pisa (29/9/96). - "Veltroni è un miserabile" (4/4/2000). - “Il centrosinistra? Mentecatti, miserabili alla canna del gas” (4/4/2000). - "Giuliano Amato, l'utile idiota che siede a Palazzo Chigi" (21/4/2000). - “Lei ha una bella faccia da stronza! ” (alla signora Anna Galli, che lo contestava, 24/7/ 2003) - Utile idiota (a Prodi) - Dice stronzate (a Prodi) - Coglioni (gli elettori di sinistra) - Più bella che intelligente (di Rosy Bindi) - Malvestiti e maleodoranti (i parlamentari di sinistra) - Racchie (le donne di sinistra) - Omosessuali (ammesso che sia un insulto) gli Elettori di sinistra - Kapò (a Schultz) - Cancro della democrazia - Geneticamente diversi dal genere umano (21/4/2000). - "Prodi è la maschera dei comunisti" (Berlusconi, 22/5/2003). E via insultando

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog