Cerca

Manovra, domani la fiducia Possibili nuove modifiche, Bossi risponde col dito

Mercati, tensione alle stelle. Dopo il monito della Bce è sempre più probabile la sesta versione del testo. Si vota alla Camera

Manovra, domani la fiducia Possibili nuove modifiche, Bossi risponde col dito
Il dito medio di Umberto Bossi tra Silvio Berlusconi e la riforma delle pensioni. Mentre cresce la tensione sui mercati e la crisi del debito si fa sempre più acuta (i nostri titoli di Stato stanno raggiungendo livelli di rendimento da record), Bruxelles chiede all'Italia di essere pronta a rimettere mano alla manovra. Il premier assicura che non ci sarà una sesta versione del testo, ma non è ancora detta. Forse anche per allontanare l'incubo, il leader della Lega ha risposto con un poco urbano dito medio alzato ai giornalisti che gli chiedevano se il governo ha intenzione di toccare ancora le pensioni di anzianità.

Fiducia alla Camera - Se nei prossimi giorni le misure dovessero rivelarsi insufficienti per calmare i mercati, dovranno essere ascoltati i 'consigli' (o i diktat) della Bce. Servirà più tempestività e una maggiore decisione rispetto a quella mostrata fino ad ora. L'obiettivo è un'ulteriore stretta sui saldi per avvicinare il più possibile la certezza di raggiugnere il pareggio di bilancio. Oggi, martedì, il governo ha posto la fiducia sul testo. Il voto arriverà il giorno successivo: entro mercoledì sera dovrebbe arrivare il via libera definitivo al testo. Ma il Parlamento sa di non avere a che fare con un testo blindato e lavora alle ulteriori modifiche.

Pensioni - La possibilità più concreta è che, nonostante le ritrosie di Bossi, cada il muro eretto dalla Lega Nord. Nella selva di emendamenti, modifiche e correzioni, dopo l'ipotesi poi cancellata che coinvolgeva il riscatto degli anni universitari e della leva, non è stato ritoccato il sistema previdenziale. In un contesto in cui l'emergenza cresce di ora in ora, il possibile intervento aggiuntivo (in attesa del "tagliando sulla crescita" annunciato da Giulio Tremonti sabato) potrebbe essere il tanto chiacchierato adeguamento dell'età pensionabile: accelerare il processo che porterà all'equiparazione tra uomini e donne. Una esigenza confermata oggi anche da Berlusconi in visita alle istituzioni europee di Bruxelles. Il presidente del Consiglio ha chiesto all'Europa di indicare di quanto innalzare l'età pensionabile. Ai governi nazionali, ha detto Silvio Berlusconi, occorre lo scudo delle autorità europee per intervenire su un capitolo che potrebbe costare molto in termini di consenso elettorale.






Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ptck1

    13 Settembre 2011 - 22:10

    Caro Bossi, inizia a lubrificare il dito e mettitelo dove vuoi! Alle prossime elezioni il mio voto e quello di tanti altri non l'avrai. Dove sono i forconi?

    Report

    Rispondi

  • Nino38

    13 Settembre 2011 - 21:09

    Che la Camera approvi la manovra attuale, senza modifiche per non perdere del tempo, entro giovedì, ma subito dopo il consiglio de ministri la integri immediatamente con: tagli al numero dei parlametari, elimianzione delle province, riduzione dei privilegi per parlamentari, riduzioni di scorte ed auto blu, eliminazione dei vitalizi, riduzione di consiglieri regionali e comunali, lotta concreta all'evasione. Solo con questi provvedimenti la borsa schizzerà verso l'alto. E' un sogno o sarà il risveglio di un premier addormentato. Annibale Antonelli

    Report

    Rispondi

  • antonio bianco

    13 Settembre 2011 - 21:09

    Farebbe bene a presentarsi dai giudici ... li potrebbe raccontare tutte le cazzate del mondo senza fare danni.

    Report

    Rispondi

  • doblone

    13 Settembre 2011 - 20:08

    Adesso la manovra sulle pensioni deve farla l'europa,perchè non ha chiesto all'europa di dimezzare i parlamentari italiani,di farli andare in pensione dopo 40 anni di versamenti,di dimezzargli lo stipendio,di togliergli tutti i benefit,di impedirgli il doppio lavoro,perchè?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog