Cerca

Polizia antiCasta vs La Russa Lui: "Fischi non da agenti"

Contestazione del sindacato Coisp a Montecitorio: "Vergogna, buffone". Ignazio: "Erano giovani di sinistra"

Polizia antiCasta vs La Russa Lui: "Fischi non da agenti"
Fischi sì, ma non dai poliziotti. Prova a minimizzare il ministro della Difesa Ignazio La Russa, contestato pesantemente oggi pomeriggio a Montecitorio dove è stato raggiunto da alcuni dirigenti del sindacato di polizia Coisp. "Io sto dalla parte delle Forze dell'Ordine, e questo non è in discussione. Per questo voglio prima di tutto che sappiate che non c'è indifferenza, si fa e si farà tutto ciò che sarà possibile. E io ci metto sempre la faccia, in prima persona", ha spiegato agli agenti. La protesta era soprattutto contro la Casta e i privilegi della politica. Impossibile dimenticare il comunicato del sindacato dello scorso agosto, quello che avvertiva: "Vien voglia di provare i nuovi lacrimogeni al Senato". Contro La Russa sono partite parole come "vergogna" e "buffone". Insulti provenienti, secondo il ministro da "un gruppo di sinistra operante su Facebook". "Potevo fare come fanno tutti e tirare dritto, invece sono andato verso i manifestanti ad ascoltare le loro ragioni", ha poi spiegato La Russa. Sui fischi minimizza sì, però riconosce: "Magari poi anche qualche poliziotto si sarà unito ai fischi". "Comunque - racconta - quando ho letto la sigla di un sindacato di Polizia ho capito che dovevo andare ad ascoltare le loro ragioni, al di là delle contestazioni, consapevole che certo non mi attendevano applausi. Ma io per le forze dell'ordine taglierei una mano anche subito semmai ce ne fosse bisogno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    22 Settembre 2011 - 09:09

    bisogna vedere di chi sarà quella mano! Nella storia repubblicana della nostra Polizia, solo coi governi Berlusconi (anche nel precedente) si sono visti poliziotti in piazza a contestare il governo (cosa tra l'altro che il TG di Minzolo si è ben guardato di mostrare); hanno pure pagato una pagina intera del Corriere per protestare contro i tagli alle forze dell'ordine: ed era firmato da tutte le rappresenatnze sindacali, anche quelle di destra. Remember, Ignazio? E' notizia di oggi che le pattuglie di Iperia non usciranno, causa mancanza di carburante e dello stop dei fornitori che non vengono pagati. Rinunci, lui, e gli altri compari ad una parte dei benefit e li devolvano alle forze dell'ordine per le esigenze d'ufficio.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    22 Settembre 2011 - 08:08

    hai ragione quelli di sn. ti fischiavano, quelli di ds. ti spernacchiavano e gridavano BUFFONE. Guerra in Iraq e Afganistan costosissima e tanti morti inutilmente perchè la missione è fallita, come è fallito il governo di cui fai parte.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    21 Settembre 2011 - 20:08

    Caro Iggnazzio, tagliati qualcosa d' altro al posto della mano!!

    Report

    Rispondi

  • autores

    21 Settembre 2011 - 20:08

    eh che e' oggi l'Agente non e' disposto al proprio licenziamento in massa e a catena per me?eì ovvio che non e' l'Agente,scemo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog