Cerca

"Sono estraneo a tutte le accuse"

Alla vigilia del voto segreto alla Camera sull'arresto dell'ex consigliere di Tremonti. Passo indietro per non mettere in difficoltà il governo

"Sono estraneo a tutte le accuse"
Marco Milanese si autosospende dal Pdl. Il deputato indagato a Napoli nell'inchiesta P4, per cui domani si voterà alla Camera per l'autorizzazione all'arresto, si è dichiarato "estraneo a tutte le accuse contestatemi" ma ha deciso di fare un passo indietro autosospendendosi dal partito per non mettere in ulteriore difficoltà la maggioranza e "non nuocere al mio partito".

Paure assortite - Già, perché la tensione tra Pdl e Lega è notevole. Da più parti si parla di un possibile "sgambetto" del Carroccio agli alleati, grazie anche al voto segreto che garantirebbe sorprese. In realtà, sostiene il capogruppo a Montecitorio del Pdl, Fabrizio Cicchitto, "non ci saranno franchi tiratori, perché dobbiamo decidere sulla libertà o meno di un parlamentare". E il Carroccio deciderà secondo libertà di coscienza (e molti, infatti, si preparano a un secondo caso-Papa). Anche il ministro degli Interni Roberto Maroni conferma, in parte: "
La Lega ha sempre una e una posizione, e anche stavolta sarà così". Lui si atterrà alla linea? "Certo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guidoboc

    22 Settembre 2011 - 11:11

    E' persecuzione.

    Report

    Rispondi

  • ateo39

    22 Settembre 2011 - 09:09

    come diceva Peppone " dobbiamo nengare, negare anche l'evidenza " .....Silvio, sia fatta la tua volontà.

    Report

    Rispondi

blog