Cerca

La Lega Nord sta con Romano Maroni: "No alla sfiducia"

Il ministro leghista: "Non c'è alcun motivo per accogliere la richiesta dell'opposizione. In passato le abbiamo sempre respinte"

La Lega Nord sta con Romano Maroni: "No alla sfiducia"
Niente sfiducia a Saverio Romano. Secondo il ministro leghista Roberto Marioni non c'è alcun motivo per sfiduciarlo. Il titolare degli Interni ha spiegato, rispondendo alle domande dei giornalisti a Castellanza, nel varesotto, a margine di una cerimonia pubblica: "E' una mozione di sfiducia presentata dall'opposizione. Ne sono state presentate in passato, sono sempre state respinte. Non vedo francamente perché non si debba fare la stessa cosa".

Con queste parole Maroni ha messo in chiaro le posizioni del Carroccio sul conto del ministro indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione. La mozione di sfiducia individuale sarà votata mercoledì alla Camera. Maroni ha poi anche cercato di spazzare via le voci sulle tensioni all'interno della Lega Nord: "Siamo sempre compatti, questa è la nostra forza. Leggo oggi sui giornali stravaganti ricostruzioni, pettegolezzi, analisi dentro la Lega: sono tutte cose inventate".

In verità la base leghista, che giò non ha digerito il 'no' all'arresto di Milanese, vorrebbe segnali forti da parte del Carroccio. Ma la Lega deve difendere l'esecutivo. Inoltre, come ha spiegato il capogruppo alla Camera, Marco Reguzzoni, "voteremo no perché se passasse il principio che uno si deve dimettere in base a un avviso di garanzia, consegneremo a qualsiasi pm il potere di licenziare un ministro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • corto lirazza

    26 Settembre 2011 - 17:05

    col cavolo che maroni vuole correre il rischio di elezioni anticipate. Ci ha infatti mostrato tutto il suo valore durante le invasioni tunisine e si è conquistato decine di migliaia di consensi (dei tunisini, però)

    Report

    Rispondi

  • bepper

    26 Settembre 2011 - 17:05

    Lo Verso, Mandalà, Provenzano e picciotti vari, avevano in mano Romano (e Cuffaro), saranno pure vanterie, Rebibbia. Romano (e i vari Scilipoti piccoli a piacere) hanno in mano il governo. Evoluzione della specie?

    Report

    Rispondi

  • liberounpardepall

    26 Settembre 2011 - 14:02

    il governatore Lombardo sarà citato in giudizio per violazione della legge elettorale e non per concorso esterno in associazione mafiosa.

    Report

    Rispondi

  • mimmopo

    25 Settembre 2011 - 20:08

    Per favore, potete dire al premnier di non parlare a " nome degli Italiani " quando tratta argomenti di ordina generale tipo le intercettazioni. Se le inootercettazioni servono a scoprire un politico ladro, una traffa ai dannoi di qualcunoi, a incastrare un mafioso, bene vengano, anche se dovessi essere intercettato io. Gli italianoi vogliono quest

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog