Cerca

Alemanno: basta con le Minetti Replica: tua moglie è come lei

Lite sull'asse Roma-Milano. Il sindaco di Roma attacca la consigliera lombarda. Ma Mantovani: anche Isabella Rauti nel listino

Alemanno: basta con le Minetti Replica: tua moglie è come lei
"Alemanno nel listino della Regione Lazio ha messo sua moglie, Isabella Rauti. Per cui stia zitto". Sintetico, chiaro, immediato. Ai microfoni della "Zanzara" su Radio 24, il coordinatore regionale del Pdl della Lombardia, Mario Mantovani attacca il sindaco di Roma che si era lanciato in un "Mai più Minetti nei consiglio regionali perché in questo modo offendiamo Silvio Berlusconi e tutto il Pdl". Mantovani tesse le lodi della consigliera Minetti: "Fa bene alla Lombardia, è una consigliera di tutto rispetto. è laureata con il massimo dei voti presso l'Università di Milano ed è stata scelta in Regione per le sue competenze nelle professioni della sanità- La maglietta con la scritta "senza sono ancora meglio" era forse inopportuna".

Mantovani replica ad Alemanno. Ma a difendere Isabella Rauti, sposata Alemanno, è il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri: "Nel partito ci vuole coesione non polemica. Ma vorrei dire a chi ha criticato Isabella che lei è nata militante della destra italiana, ha sempre svolto una coraggiosa attività politica e culturale. Se fa parte del consiglio regionale lo deve a ciò".








Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    28 Settembre 2011 - 09:09

    una curiosita': ma la carfagna, ora che non ha piu' ne la Rauti ne il Bocchino, chi e' che l'aiuta? (e' 1 po' che non seguo..)

    Report

    Rispondi

  • Dream

    27 Settembre 2011 - 17:05

    condivido cio' che dici sulla Rauti (il padre ancora meglio), ma il fatto è che il marito "l'ha messa", è questo che infastidisce!

    Report

    Rispondi

  • LiberiamoLibero

    27 Settembre 2011 - 16:04

    Primi screzi nel partito dell' "ammmore"? E poi, scusate, non avrei mai pensato di farlo...quasi quasi mi rifiuto...dai, su, via:ora che sono qui non mi posso tirare indietro. MI turo il naso.Ok.Vado.Scusate ancora: mi tocca dare ragione a Gasparri. Si purtroppo. Mi vado a lavare le mani e torno in un lampo... Eccomi di ritorno.Dicevo: io pensavo che fosse semplice malafede, il giudizio avventato di taluni esponenti della destra nel dire che un comportamento è uguale all'altro, ogni volta perdevo tempo a spiegare al malcapitato di turno (spesso ero io il malcapitato) le diverse sfumature che permettono, ad esempio, di non comparare un comportamento fedifrago con quello di un premier che frequenta giovani, anche minorenni, in cambio di ruoli politici o televisivi.E loro a dire: no sono tutti uguali.Stesso comportamento, stesse cause, stesso effetto. Così la Minetti è paragonata ad una che la politica la mastica da quando è nata. Però è sposata con un altro politico.E quindi è uguale.

    Report

    Rispondi

  • vinpac

    27 Settembre 2011 - 15:03

    Giusta e meritata replica ad Alemanno. Speriamo che cominci a comprendere l'errore fatto nel lasciarsi assorbire e fagocitare dal PDL!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog