Cerca

Il videocommento sul sondaggio

Videoeditoriale del vicedirettore di Libero, Pietro Senaldi: "Berlusconi abbia il coraggio di affrontare sfide pesanti"

Il videocommento sul sondaggio
Su Libero e sul sito libero-news.it, da martedì, stiamo chiedendo ai nostri lettori e agli elettori di Silvio Berlusconi e del centro destra che cosa sarà necessario faro per uscire da un momento in cui la leadership del premier sembra appannata: partecipate al nostro sondaggio e fateci sapere le vostre proposte e le vostre priorità. "Facendo un primo bilancio, si capisce che lettori ed elettori vogliono quello che si aspettavano 17 anni fa: una giustizia migliore e più rapida, meno tasse, tagli alla casta e meno burocrazia", spiega il vicedirettore di Libero, Pietro Senaldi.

Ma c'è un altro dato che abbiamo raccolto e che delinea un quadro ben preciso. Sempre su libero-news.it abbiamo chiesto agli utenti quando preferirebbero andare a votare. La risposta non ha lasciato adito a dubbi: la stragrande maggioranza vuole andare alle urne nella primavera del 2013. Quello che se ne deduce è che "in 17 anni, più che l'elettorato di Silvio - sottolinea Senaldi - è cambiato Berlusconi". Il governo mercoledì ha incassato la decima fiducia dal tentativo di spallata orchestrato da Gianfranco Fini nel dicembre dello scorso anno: "I numeri ci sono. Berlusconi non cadrà". Però, ora, puntualizza il vicedirettore, "non abbia paura di governare e vada incontro a quello che la sua gente vuole".

I nemici in politica ci sono sempre: "Prima Casini, poi Fini e oggi, forse, Umberto Bossi". Ma il premier non deve dimenticare di essere "il più forte nella maggioranza: senza di lui tutti vanno a casa". Percui, fin da oggi, "deve avere il coraggio di fare delle sfide pesanti", anche se è deluso, disamorato "quasi convinto che in Italia sia difficile cambiare le cose. Gli chiediamo uno scatto d'orgoglio - conclude Senaldi nel suo videocommentio -, anche perché ormai arrivano contestazioni dai suoi elettori, e queste non possono essere ignorate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • amb43

    30 Settembre 2011 - 08:08

    se fossi un mago, preparerei una pozione per Berlusconi a base di coraggio, orgoglio,temeriarità, astuzia, amore (tanto) per il bene di tutti noi Italiani.

    Report

    Rispondi

  • luan

    29 Settembre 2011 - 13:01

    MA COSA DEVE ANCORA FARE IL POPOLO DEI MODERATI PER BERLUSCONI?Abbia la buona creanza di lasciare il posto a qualcuno a cui interessi veramente il bene del Paese.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    29 Settembre 2011 - 12:12

    ABBIA CORAGGIO, due paroline che tutti invochiamo e che questo uomo non ascolta. Essendo nella stanza dei bottoni, circondato da tecnici che gli spifferano decine di consigli e teorie, questo uomo che si dice imprenditore DEVE SAPERLE LE CONDIZIONI BORBONICHE DEL NOSTRO STATO E LE MEDICINE NECESSARIE CHE ANCHE ''TUTTI NOI'' CONOSCIAMO PER GROSSE LINEE. Allora tiri fuori il coraggio, cosa rischia ? i soldi li ha e gli serviranno ancora per poco visti i suoi 80 anni. E' entrato in politica per lasciare un segno di sè,ma lascerà solo un segno negativo e poco dignitoso. ALLORA DIA UN COLPO DI RENI... DENUNCI, ED APPLICHI TUTTE LE SUE PREROGATIVE PER FARE COSE CHE SERVONO.. COSA RISCHIA ? SE NON RIESCE AD ESSERE LIBERO NEMMENO QUANDO NON C'E' RISCHIO... fà la pecora anche su un misero burocrate di banca, che misera razza di uomo è chi, potendo fare, non fà ?

    Report

    Rispondi

blog