Cerca

Ma il governo va sotto in aula

Maggioranza battuta: approvato un odg del Partito Democratico sull'8 per mille destinato allo Stato. Letta: "Giornate turbolente"

Ma il governo va sotto in aula
Silvio Berlusconi nel giorno del suo compleanno chiede ai suoi di smettere di litigare. Auspicio prontamente disatteso. Il governo va subito sotto in Aula, per ben 23 voti, su un ordine del giorno del Partito Democratico al testo sulla ripartizione della quota dell'8 per mille destinato allo Stato. Il testo, su cui era stato espresso il parere contrario del governo, è passato con 247 sì e 223 no. L'ordine del giorno - il cui primo firmatario è il deputato democratico Antonino Russo - impegna il governo a prevedere la possibilità di destinare l'otto per mille anche alle scuole pubbliche.

Letta: "Giornate turbolente" - Le giornate difficili in cui versa l'esecutivo vengono fotografate dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, che è intervenuto al seminario sulle dismissioni al ministro dell'Economia, scusandosi per l'assenza del Cavaliere, che non è potuto intervenire. "Sono giornate intense e per certi versi turbolente - ha spiegato Letta -. Il Presidente del Consiglio si scusa ma è assediato da impegni vari. Scusatemi tanto, vi ricordo che oggi è anche il suo compleanno. Ringrazio il ministro Tremonti per questo evento - ha aggiunto -. C'è qui la massima concentrazione di cervelli imprenditoriali, amministrativi e contabilie".

L'ordine del giorno - Il testo su cui è andata sotto la maggioranza, nel dettaglio, impegna il governo a "modificare la legge 20 maggio 1985, n.222, sull'otto per mille al fine di consentire ai cittadini di indicare esplicitamente la 'scuola pubblica' come destinataria di una quota fiscale dell'otto per mille da utilizzare d'intesa con enti locali per la sicurezza e l'adeguamento funzionale degli edifici e a pubblicare ogni anno un rapporto dettagliato circa l'erogazione delle risorse e lo stato degli interventi realizzati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcopcnn

    29 Settembre 2011 - 21:09

    Ancora una volta si dimostra che Berlusconi è il vero ed unico collante del Centrodestra. L'Italia ha un disperato bisogno di un Governo che Governi, e l'unico in grado di garantirlo e Silvio. Quando lui si concede un attimo di riposo la maggioranza si sfalda e va sotto in aula. Solo quando si discutono leggi che interessano Silvio o si pone la questione di fiducia ed un eventuale voto contrario costringerebbe il governo alle dimissioni ed esporrebbe Sivio alla spietata la maggioranza va in aula massicciamente e vota compatta. Italiani sostenete compatti Re Silvio e, fino a quando lui avrà problemi giudiziari o le sue aziende necessiteranno d'interventi legislativi per sanare qualche piccola grana con il fisco, potremo contare su una maggioranza "Granitica" Meno male che Silvio c'è

    Report

    Rispondi

  • ginevra17

    29 Settembre 2011 - 16:04

    ...ho appena letto che il governo è andato sotto ancora una volta.. mancavano 23 voti...che dire... approvano odg del partito democratico..sull’8 per mille a favore delle scuole pubbliche..il che non è grave... in questo caso... però... che figuracce...continuano a farsi schiaffeggiare da quegli insulsi antipatici... sono senza dignità...vermi striscianti ...affamati soltanto di denaro...

    Report

    Rispondi

  • x302

    29 Settembre 2011 - 16:04

    Questo dovrebbe f ere l'opposizione! Interagire in parlamento costruttivamente e non fantasticare: la maggioranza c'e, come c'e'il diritto dovere di cercare voti su punti di convergenza possibili

    Report

    Rispondi

  • afadri

    29 Settembre 2011 - 15:03

    Caro presidente auguri di Buon Compleanno. Le invio di cuore tramite Libero ogni bene.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog