Cerca

I politici rispondono al sondaggio Ciò che il Palazzo scrive a Libero

Matteoli spiega che serve un "presidente eletto dal popolo". Capezzone invece invoca un modello Tea Party per "un Pdl più liberale"

I politici rispondono al sondaggio Ciò che il Palazzo scrive a Libero
I lettori di Libero chiamano e qualcuno dal Palazzo della politica risponde. Come per la campagna delle primarie, anche il sondaggio sulla "rifondazione del centrodestra" sta muovendo le acque del Pdl, mentre la Lega, per ora, latita. Giovedì hanno scritto al direttore Maurizio Belpietro sia il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli sia il portavoce degli azzurri Daniele Capezzone. Due "manifesti" programmatici che hanno focalizzato l'attenzione su differenti questioni. Matteoli ha sottolineato come per rilanciare il paese e dare più forza al governo serva il presidenzialismo, con l'elezione diretta del capo dello Stato. Solo così, sottolinea il ministr, l'esecutivo sarà in grado di fare effettivamente il proprio lavoro. Oltretutto, spiega, "sono convinto che il modello presidenziale possa rafforzare il bipolarismo e agevolare anche l'avvento del bipartitismo". Capezzone, invece, invoca un nuovo Pdl più liberale su tasse e diritti civili che lotti per la riduzione delle tasse sul modello dei Tea Party americani ("Resto favorevole - scrive il portavoce - all'ipotesi di una flat tax con aliquota unica al 20%"), il presidenzialismo e una apertura in materia di libertà civili e personali: "Evitare come la peste di schiacciare il centrodestra su una linea integralista e confessionale".

Voi cosa ne pensate? Scrivete a proposte@libero-news.it

Votate il sondaggio in basso a destra: "Rifondare il centrodestra"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ginevra17

    30 Settembre 2011 - 15:03

    La Casta reintroduce la maxi diaria all’estero E la camuffa dentro la ‘legge comunitaria’..... buffoni..

    Report

    Rispondi

  • cioccolataio

    30 Settembre 2011 - 09:09

    bè certo, se scrivono due pezzi grossi del genere, con il cervello che hanno, qualche cosa dovrà pur succedere!

    Report

    Rispondi

blog