Cerca

Metà Lega Nord è contro Bossi Umberto sbaglia e paga il Trota

Nel congresso provinciale a Brescia ha vinto il maroniano Rolfi. Paragone: "E' il momento di decidere. O federalismo o secessione"

Metà Lega Nord è contro Bossi Umberto sbaglia e paga il Trota
Schiaffo per Renzo Bossi in quel di Brescia, dove ha raccolto i voti che gli hanno spalancato il Pirellone alle ultime regionali. Nel congresso provinciale celebrato domenica ha vinto il maroniano e vicesindaco del capoluogo Fabio Rolfi con 255 preferenze su poco più di 430 votanti. Molto staccato Mattia Capitanio, fermo a quota 176. Pure i membri del nuovo direttivo sorridono al titolare del Viminale: tredici di loro sono suoi fedelissimi, contro i sei che fanno riferimento al cerchio magico, ovvero ai colonnelli più vicini alla famiglia del leader.


Fino all’ultimo, il rampollo del Senatur aveva sponsorizzato Capitanio: in pubblico negava di avere preferenze, ma dietro le quinte ha fatto incontri e telefonate. Con il Trota era d’accordo pure l’assessore lombardo Monica Rizzi: i due, usciti sconfitti anche dal recente congresso in Val Camonica (altro successo di un candidato maroniano) hanno incassato la delusione e non si sono fatti vedere all’assise. A Brescia ci sono quasi 1.500 militanti leghisti. È uno dei serbatoi più ricchi per il Senatur, ma negli ultimi mesi sono fioccati veleni. La candidatura di Renzo alle regionali non è piaciuta a tutti, anche perché per non fargli ombra erano stati esclusi alcuni militanti di lunga data. Poi è saltata fuori l’indagine della procura sui presunti dossier - che sarebbero stati caldeggiati dalla Rizzi - per danneggiare i rivali interni e favorire l’ascesa del rampollo.

A Ponte di Legno, a Ferragosto, il tradizionale comizio del Senatur è stato in dubbio fino all’ultimo perché la famiglia l’avrebbe voluto da un’altra parte. Motivo: punire i Caparini, assai stimati in Valle, perché il deputato Davide aveva messo in discussione la conferma del capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni, membro del cerchio magico. Poche settimane fa, i militanti della Val Camonica avevano criticato apertamente proprio la Rizzi e Renzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • violacea

    05 Ottobre 2011 - 21:09

    puzzoni!!! cosa credete che l'italia l'hanno rovinata bossi e la lega!!!! puzzoni dalla memoria corta!!!! l'hanno rovinata da 67 anni ad oggi i cattocomunisti mantenuti lazzaroni e pelandroni che rappresentate con i vostri commenti!!!! puzzoni !!! lavatevi la bocca prima di parlare!!!

    Report

    Rispondi

  • velianeri

    04 Ottobre 2011 - 20:08

    le rivà il tempo par ti e to fio de ndar a remengo !!!!!

    Report

    Rispondi

  • valerio5

    04 Ottobre 2011 - 19:07

    mah bossi non è un ministro di questa repubblica? ha giurato sulla costituzione italiana, ora rinvoca la seccessione? perchè nessun magistrato ,visto l'obbligatorietà dell'azione penale non lo accusa di alto tradimento?

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    04 Ottobre 2011 - 18:06

    visto il tuo quoziente di intelligenza, puoi senz'altro affiancarti al trota; ha fatto fortuna lui, non la vuoi fare te?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog