Cerca

Metà Lega Nord è contro Bossi Umberto sbaglia e paga il Trota

Nel congresso provinciale a Brescia ha vinto il maroniano Rolfi. Paragone: "E' il momento di decidere. O federalismo o secessione"

37
Metà Lega Nord è contro Bossi Umberto sbaglia e paga il Trota
Schiaffo per Renzo Bossi in quel di Brescia, dove ha raccolto i voti che gli hanno spalancato il Pirellone alle ultime regionali. Nel congresso provinciale celebrato domenica ha vinto il maroniano e vicesindaco del capoluogo Fabio Rolfi con 255 preferenze su poco più di 430 votanti. Molto staccato Mattia Capitanio, fermo a quota 176. Pure i membri del nuovo direttivo sorridono al titolare del Viminale: tredici di loro sono suoi fedelissimi, contro i sei che fanno riferimento al cerchio magico, ovvero ai colonnelli più vicini alla famiglia del leader.


Fino all’ultimo, il rampollo del Senatur aveva sponsorizzato Capitanio: in pubblico negava di avere preferenze, ma dietro le quinte ha fatto incontri e telefonate. Con il Trota era d’accordo pure l’assessore lombardo Monica Rizzi: i due, usciti sconfitti anche dal recente congresso in Val Camonica (altro successo di un candidato maroniano) hanno incassato la delusione e non si sono fatti vedere all’assise. A Brescia ci sono quasi 1.500 militanti leghisti. È uno dei serbatoi più ricchi per il Senatur, ma negli ultimi mesi sono fioccati veleni. La candidatura di Renzo alle regionali non è piaciuta a tutti, anche perché per non fargli ombra erano stati esclusi alcuni militanti di lunga data. Poi è saltata fuori l’indagine della procura sui presunti dossier - che sarebbero stati caldeggiati dalla Rizzi - per danneggiare i rivali interni e favorire l’ascesa del rampollo.

A Ponte di Legno, a Ferragosto, il tradizionale comizio del Senatur è stato in dubbio fino all’ultimo perché la famiglia l’avrebbe voluto da un’altra parte. Motivo: punire i Caparini, assai stimati in Valle, perché il deputato Davide aveva messo in discussione la conferma del capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni, membro del cerchio magico. Poche settimane fa, i militanti della Val Camonica avevano criticato apertamente proprio la Rizzi e Renzo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • violacea

    05 Ottobre 2011 - 21:09

    puzzoni!!! cosa credete che l'italia l'hanno rovinata bossi e la lega!!!! puzzoni dalla memoria corta!!!! l'hanno rovinata da 67 anni ad oggi i cattocomunisti mantenuti lazzaroni e pelandroni che rappresentate con i vostri commenti!!!! puzzoni !!! lavatevi la bocca prima di parlare!!!

    Report

    Rispondi

  • velianeri

    04 Ottobre 2011 - 20:08

    le rivà il tempo par ti e to fio de ndar a remengo !!!!!

    Report

    Rispondi

  • valerio5

    04 Ottobre 2011 - 19:07

    mah bossi non è un ministro di questa repubblica? ha giurato sulla costituzione italiana, ora rinvoca la seccessione? perchè nessun magistrato ,visto l'obbligatorietà dell'azione penale non lo accusa di alto tradimento?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media