Cerca

Amato a Bankitalia? Senaldi: "Per favore: tutti tranne lui"

Il governo pensa a Giuliano come successore di Draghi. Commento su LiberoTv: "Mette d'accordo la politica, non gli italiani"

Amato a Bankitalia? Senaldi: "Per favore: tutti tranne lui"
È ancora in alto mare il dossier Banca d’Italia. La scadenza si avvicina e la nomina del successore di Mario Draghi potrebbe arrivare solo al foto-finish. Il governo si è impantanato e non riesce a trovare un  soluzione per la scelta del nuovo governatore. Il dossier è stretto nelle mani del premier,  Silvio Berlusconi. Fatto sta che, preoccupato per i risvolti diplomatici con la Francia legati alla Bce e incalzato da alcuni ministri che gli chiedono di accelerare, il  premier ieri ha preso tempo. Rinviando la faccenda al «primo novembre», cioè il giorno in cui Draghi prenderà la guida della Banca centrale europea e Bankitalia si ritroverà, di fatto, senza testa.


L’ennesima fumata nera, ieri. Il vertice a palazzo Grazioli organizzato da Berlusconi con il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, è andato a vuoto. Stesso esito per la riunione di maggioranza, dove il tema, tuttavia, è stato solo sfiorato. Alcuni ministri hanno avuto giusto il tempo di incalzare il premier: «Oggi gli abbiamo tutti chiesto, senza fare nomi, di esercitare nel più breve tempo possibile il suo potere» ha detto il titolare della Difesa, Ignazio La Russa. Meno polemico del solito il  leader del Carroccio, Umberto Bossi: «Bisogna trovare una via». Mentre  il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, ha auspicato che il Cavaliere «faccia  valere la sua forza».  Il governatore lombardo teme che lo scontro con Tremonti  possa sconfinare  sulla scelta del nuovo inquilino di palazzo Koch.

Per la verità, come riferito ieri da Libero, il fascicolo si sarebbe arenato sulle resistenze di Lorenzo Bini Smaghi. L’attuale membro del board dell’Eurotower avrebbe preso tempo sulle  dimissioni, promesse a giugno scorso. Per fare  posto alla Francia, l’economista italiano in cambio vorrebbe la poltrona oggi occupata  da Draghi. Parigi, però,  vuole  garanzie sulla  presenza nella Bce dopo l’uscita, a novembre, del numero uno in carica della Bce, il francese Jean Claude Trichet.

Frattanto, prosegue il balletto di nomi, giudicato «inappropriato» da Luca Cordero di Montezemolo. In pole position c’è sempre il dg di via Nazionale, Fabrizio Saccomanni. E alla  lista (in cui figurano anche Vittorio Grilli, Ignazio Visco, Annamaria Tarantola) ieri si sono aggiunti un paio di candidati: l’ex premier, Giuliano Amato, e l’ex ministro dell’Economia, Domenico Siniscalco.

di Francesco De Dominicis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perfido

    08 Ottobre 2011 - 00:12

    Non capisco un cavolo, però son daccordo con SENALDI per un semplice motivo " mi fanno schifo i topi". Saluti

    Report

    Rispondi

  • pincruise

    07 Ottobre 2011 - 16:04

    Sarebbe un'offesa per tutti... penso che questo signore la debba smettere di mettersi in mostra. Vuole un'altro stipendio e un'altra pensione? In Italia pensa di essere più intelligente di altri? SI VERGOGNI... ci sono giovani molto più capaci di questo topo

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    07 Ottobre 2011 - 15:03

    Questo vergognoso personaggio, divenuto così sottile, al punto d'aver rinnegato i suoi amici di ieri quando venivano attaccati dai suoi amici di oggi. Un vero miserabile, cresciuto politicamente coi soldi dei SOCIALISTI, a cui non è stato mai chiesto conto di quanto e da dove prendesse i soldi per le sue campagne elettorali, salvato dai rossi e dal'inculturato con finta laurea, per turlupinare i tanti gonzi, fra i quali bobo (minuscola voluta), che ora votano i D'Alema e i Bersani credendo di votare a sinistra.

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    07 Ottobre 2011 - 15:03

    ma cavaliere non avevi strapromesso agli italiani che avrebbero respirato aria nuova?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog