Cerca

Bersani lancia Forza Gay. E D'Alema cosa dice?

Il Pd rilancia i matrimoni omosessuali e una legge contro omofobia e transfobia. A sinistra sta per scoppiare un'altra grana

Bersani lancia Forza Gay. E D'Alema cosa dice?
Te le tirano fuori con le tenaglie, te le tirano. Pier Luigi Bersani, ieri: «Tra i punti principali del programma con cui il Pd si presenterà di fronte agli elettori saranno contenuti impegni chiari: penso all’approvazione di una legge contro l’omofobia e la transfobia e al riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso». Dirlo quando in Italia e non solo il tema del momento è Forza gnocca equivale a gettare litri di benzina sul fuoco della presa per i fondelli. Perché, a questo punto, dire che la risposta del Pd alla suggestione amatorio-politica del Cav è la fondazione di Forza gay viene quasi naturale.

Problemi di linea - Al di là di tutto, però, la dicotomia Forza gnocca versus Forza gay (oltre ad offrire il destro per svariate facezie circa
la diversità della sinistra, la scelta di campo tra i due schieramenti e la contrapposizione politica che si va facendo un tantino troppo muscolare) offre due spunti squisitamente politici. Il primo guarda all’interno del Partito democratico. La sortita di Bersani, infatti, è emblematica di quanto non ci sia un argomento che è uno sul quale nel partito del Nazareno esista una qualche identità di vedute. È di nemmeno un mese fa - per restare nella cronaca - l’uscita di Massimo D’Alema sullo stesso tema: «Come previsto dalla Costituzione», aveva detto l’ex premier, «il matrimonio è l’unione tra un uomo e una donna». Vero che un conto è parlare di matrimonio ed un altro è parlare di unioni civili, però se sull’argomento la distanza tra due big tradizionalmente non ostili fra loro è questa, allargando lo spettro ad altre aree
del partito la situazione non potrà che farsi più problematica. Sarebbe infatti interessante sapere cosa si pensi della linea bersaniana tra gli ex popolari: gente moderata, il cui disagio a stare in un partito che più passa il tempo e più assomiglia a una riedizione dei Ds è, e da un pezzo, sempre più palpabile. Gente che, a sentire promettere le unioni gay nel programma, già vede il voto cattolico migrare
verso altri lidi (e magari medita di fare altrettanto). Anche perché il segretario non si ferma a gay e trans: già che c’è, Bersani promette di includere nel programma anche «l’estensione del diritto di voto ai nuovi cittadini» ed «il varo di una buona legge sul testamento biologico». Una ricetta indigesta per mezzo partito.

Scelta di campo - Fin qui il primo spunto. Resta il secondo, che esula dalle dinamiche interne al Pd. Perché la contrapposizione tra
Forza gnocca e Forza gay, pur nella propria iperbolicità, è l’emblema di come - e pazienza per i professionisti dell’antipolitica - destra e sinistra non siano tutti uguali. Di nuovo: nessuno sta riducendo la faccenda a partito degli sciupafemmine contro partito degli omosex. È che l’antinomia in questione riassume in sé alla perfezione quella tra Pdl e Pd. E non c’è nemmeno bisogno di impiccarsi a paroloni tipo valori, etica o principi. Basta parlare di politica: da una parte i temi etici e i diritti civili sono meditati e declinati secondo una
certa sensibilità, dall’altra si usano criteri diversi; da una parte si tende a dare retta alla dottrina della Chiesa e dall’altra meno; da una parte si è conservatori e dall’altra progressisti. Insomma, da una parte la gnocca e dall’altra i gay: è il bipolarismo, bellezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gpaololeandro

    10 Ottobre 2011 - 18:06

    Come se si trattasse del problema più serio che incombe sulle sorti del nostra Paese,Bersani propone come fondamentale una esigenza che,seppur sentita da un certo numero di cittadini,non può certo costituire una priorità.Per buona sorte viviamo in un contesto sociale che non conosce pratiche omofobe -se non nella mente malata di qualcuno -che intenda confinare in un ghetto coloro che hanno una vita di coppia differente da quella tradizionale.Siamo un popolo maturo che rifugge da comportamenti lesivi della dignità delle persone.Il quadro giuridico è in evoluzione e con buona probabilità potrà riuscire a definire in modo soddisfacente lo status delle unioni omosessuali.Questo modo di voler forzare,di imporre subito soluzioni che dai più potrebbero non essere condivise,non è il modo migliore per risolvere lo stato giuridico delle coppie omosessuali.Può semmai contribuire a far erigere steccati , inopinate reazioni,e tutto per non voler trovare una composizione ampiamente condivisa.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    10 Ottobre 2011 - 18:06

    mentre invece, pensare Burlesque tra le braccia di una diciassettenne è di un erotico......

    Report

    Rispondi

  • raucher

    10 Ottobre 2011 - 17:05

    imita Zapareo , ma con tutti i problemi economici che incombono sugli italiani , il timore di essere Grecia2 , non ha qualcosa di più urgente a cui pensare? Vabbè che ci sono le primarie e da qualche parte i voti li deve raccattare...Con tutto il rispetto per le difficoltà dei gay , credo che l'ipotesi di crepare in miseria sia un argomento leggermente più pregnante. Bersani fai ridere i pollastri.

    Report

    Rispondi

  • Scrappy

    10 Ottobre 2011 - 12:12

    Si.Forza Gay!! perchè solo in Italia e in altri paesi socialmente sottosviluppati, ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B , solo e dico SOLO per il loro orientamento sessuale. Forza Gay ! Perche i cittadini omosessuali e i loro familiari, nonostante le umiliazioni le vessazioni e le violenze, continuano a pagare le tasse e a tenere a galla questo paese Forza Gay! perchè ci sono uomini e donne omosessuali che si alzano alle 6 di mattina per andare a lavorare, esattamante come gli "altri" forza Gay! perchè se a qualcuno piace mettersi la parrucca..a qualcun'altro piace trapiantarsi i capelli e mettersi il cerone Forza Gay ! Perchè uno Stato Sano, è uno Stato che ama i propri cittadini tutti allo stesso modo. Forza Gay! perchè essere liberale, significa garantire la dignità e la felicità a tutti..e se questo passa attraverso uno progetto di vita in coppia ,che siano essi etero o omo uno stato liberale di dx ,come succede nel resto d'europa deve esssere LIBERO di garantirlo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog