Cerca

La Lega alla resa dei conti Senatùr piange a Varese

Bossi impone il segretario provinciale, rivolta dei militanti che preparano uno striscione-contro. Umberto visto uscire in lacrime

La Lega alla resa dei conti Senatùr piange a Varese
La "domenica bestiale" della Lega si è consumata a Varese dove i malumori che animano la base si sono manifestati apertamenti nella contestazione a Bossi (lui ha minimizzato spiegando che si trattava di fascisti...). Tra alcuni militanti - riferisce il Corriere della Sera - si è arrivati perfino al contatto fisico. Bossi ha incassato il risultato, è riuscito a far nominare il segretario scelto da lui per Varese: Canton. Ma non è statato eletto e l'insoddisfazione era talmente alta ed incontenibile che il neo-nominato Canton non è riuscito a fare il discorso di insediamento."Non è questa la Lega che vogliamo. Non vogliamo né nepotismo né amici degli amici", ha urlato qualche delegato. 


La sua nomina, designata da Bossi era scontata perché il segretario lombardo Giancarlo Giorgetti era riuscito a far fare un passo indietro agli altri due candidati alternativi a Canton. Insomma, quello che accade nella Lega è molto più di uno scricchiolio (nel frattempo si 'combatte' anche in Veneto, dove Flavio Tosi continua a resistere). L'esito del congresso è andato di traverso a non pochi delegati che parlano di "elezione bulgara". Roberto Maroni lascia il consesso di Varese chiuso in un silenzio impenetrabile . E c'è chi dice di aver visto Bossi andar via in lacrime certamente ha detto i suoi che la Lega "bastonerà" i dissidenti. Il capogruppo alla Camera, Marco Reguzzoni, getta acqua sul fuoco: "La Lega è unita ed è unita com Bossi. Il direttivo e il segretario provinciale sono stati eletti, quindi nessun problema". Ma oggia Varese è apparso uno striscione che scarica il segretario scelto da Umberto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    11 Ottobre 2011 - 06:06

    non lascia la Lega va a fondo.Ormai ha fatto il suo tempo.

    Report

    Rispondi

  • mariannadescalzi

    10 Ottobre 2011 - 22:10

    Sono sinceramente dispiaciuta per la fine di quest'uomo che per un certo periodo ha rappresentato una vera ipotesi rivoluzionaria contro la stagnazione dei sepolcri imbiancati della vecchia politica. Vederlo ora ridotto a zerbino di berluskaz e a difenderne i peggiori malavitosi, mafiosi, magnacci che una volta avrebbe cazziato fa veramente male. E poi con quella volpe del Trota accanto...

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    10 Ottobre 2011 - 20:08

    Hanno visto Bossi asciugarsi gli occhi con un fazzoletto Bianco rosso e verde!!!!!

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    10 Ottobre 2011 - 18:06

    Bossi ha pianto?? Troppo poco per uno che ugualmente a Berlusconi da innovativo ha messo l'attack sotto le chiappe, e pur di non schiodare si inventano di tutto. Penosi ambedue e i loro "servitori". Bravo Tosi, Bravo Formi!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog